Informare per Resistere

Informare Per Resistere

Fukushima, il combustibile nucleare è fuori dai reattori e ha eroso le fondamenta

Fukushima, il combustibile nucleare è fuori dai reattori e ha eroso le fondamenta
dicembre 02
20:40 2011

- Maria Ferdinanda Piva -

Per la serie: adesso è ufficiale quello che si supponeva da un pezzo, ieri la Tepco – la società proprietaria di Fukushima – ha ammesso che il corium, il combustibile nucleare fuso, è uscito dai reattori e si è aperto una strada verso il basso. E’ la cosiddetta sindrome cinese, dal titolo del film Anni 70 che ipotizzò le conseguenze estreme di un incidente nucleare.

Attenzione, perchè la Tepco – è sempre ufficiale, ufficialissimo – non presume solo che dai reattori sia uscito un pochettino poco poco di combustibile nucleare (quello che si era limitata semmai ad ammettere finora): presume invece che dal reattore 1 sia uscito tutto (tutto!) il combustibile nucleare, e che dai reattori 2 e 3 sia uscito per una parte non meglio specificata.

Adesso si pongono due problemi. Primo, fin dove è sceso il combustibile nucleare erodendo le fondamenta: ha eroso ed è sceso solo un pochettino poco poco, dice in sostanza la Tepco, mentre altri esperti ritengono che, nel caso del reattore 1, sia sprofondato di due metri, attraversando ormai completamente le barriere di cemento e acciaio che separano l’impianto dal sottosuolo.

Secondo problema: come si può pensare di raffreddare il combustibile nucleare che è fuori dai reattori iniettando acqua dentro i reattori. Ma per la Tepco, in buona sostanza, questo problema non esiste nemmeno.

Tutte queste informazioni sono venute fuori ieri, in occasione di un workshop organizzato dalla Nisa, l’agenzia giapponese per la sicurezza nucleare.

Il combustibile nucleare fuso ovviamente diffonde radioattività tutt’attorno a sè. Ma dov’è adesso? Non lo sa nessuno: troppa radioattività per effettuare qualsivoglia ispezione.

Prima di esercitarsi sugli scenari, il contesto: sotto al fondo dei reattori da cui è uscito il combustibile nucleare c’è uno strato di cemento e sotto al cemento c’è una barriera d’acciaio, per uno spessore complessivo di due metri circa.

Per il momento, esistono solo stime e ipotesi a proposito del, diciamo, grado di affondamento del combustibile nucleare nel reattore 1. Sugli altri, nessuna informazione.

L’immagine rappresenta la situazione nel reattore 1 secondo la peggiore delle ipotesi ammessa dalla Tepco: la massa marrone chiaro è il corium; la zona rosa è il cemento “mangiato” dal calore e dalla radioattività del corium; il grigio rappresenta il cemento ancora solido; la barriera d’acciaio è marrone scuro.

Lo schema è stato pubblicato dal blog Ex-Skf, mai abbastanza lodato (non mi stancherò di ripeterlo) perchè traduce in inglese documenti e notizie importanti su Fukushima che sono disponibili solo in giapponese.

Sempre grazie a Ex-Skf arriva un’altra informazione. Durante il workshop della Nisa anche l’Institute of Applied Energy ha presentato un rapporto sulla situazione dei reattori commissionato dal Governo giapponese.

L’Institute stima che l’85% del combustibile fuso sia uscito dal reattore 1 (una stima inferiore a quella della Tepco, quindi), e che il 70% sia uscito dai reattori 2 e 3. Soprattutto, stima che il combustibile nucleare fuso del reattore 1 possa essere sceso fino a due metri di profondità, dopo aver “mangiato” cemento e acciaio: più nessuna barriera, in questo caso, rispetto all’ambiente; pericolo di crollo per l’edificio.

Un portavoce della Tepco, riferisce il New York Times, dichiara che ormai il combustibile nucleare fuso non sta più erodendo il cemento e che la situazione non dovrebbe impedire di raffreddare e mettere in sicurezza i reattori entro la fine dell’anno.

La Tepco ha sempre minimizzato, salvo poi ammettere in ritardo e a rate. E chissà in cosa consisterà la prossima rata di ammissioni.

Sul New York Times il meltdown di Fukushima può essere peggiore di quanto si era pensato

Su Ex-Skf reattore 1, il corium e il cemento

Su Ex-Skf il corium può essere sceso di due metri nel cemento

Il film Sindrome cinese su Wikipedia

La prima foto è di Monster and Girls, la seconda di Ex-Skf

http://blogeko.iljournal.it/2011/fukushima-il-combustibile-nucleare-e-fuori-dai-reattori-e-ha-eroso-le-fondamenta/65603

Related Articles

Powered by Google+ Comments

0 Comments

No Comments Yet!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Write a comment

Write a Comment

Add Comment Register



Your email address will not be published.
Required fields are marked *

Unisciti alla resistenza

facebooktwitterRSSyoutubeGooglePlusIcon

Gli articoli più letti

Informare Per Resistere TV

[Film completo] Quello che accade in Indonesia. Documentario

L'olio di palma viene usato in diversi prodotti sia alimentari che cosmetici....Se avete la pazienza di vederlo tutto il video, le immagini parlano da sole.....

La corte costituzionale salva la legge che salva l'Ilva di Taranto

SODDISFAZIONE DEL MINISTRO DELL'AMBIENTE CLINI La legge salva-Ilva non viola la Costituzione. Giudicando in parte inammissibili, in parte non fondati i dubbi...

Guerra tra poveri [...e coglione chi ci casca]

Ho letto fiumi di parole dopo il post di Grillo, ma nessuno che abbia detto le cose come stanno. "Democratizziamo" paesi a suon di bombe e rivoluzioni contro...

Mi Seguirai?

Licenza CreativeCommons: Scarica e ri-carica questo video su tuo canale! Fonte: http://t.co/rJ3pRgyF Facebook: http://t.co/vPGNjPFS Daily: http://t.co/Pe345x...

Impressionante esplosione notturna di fumi e polveri dall'ILVA di Taranto

MI COMUNICANO: "A MEZZANOTTE RIPRISTINIAMO LA LINEA "D" DELL'AGGLOMERATO..." MI APPOSTO CON LA MIA TELECAMERA AD INFRAROSSI E FILMO UNA LUNGA ED IMPRESSIONAN.

Il diritto al delirio [Eduardo Galeano]

Licenza CreativeCommons: Scarica e ri-carica questo video su tuo canale! Fonte: http://t.co/rJ3pRgyF Facebook: http://t.co/vPGNjPFS Daily: http://t.co/Pe345x...

Ancora inchini rischiosi delle Crociere a Venezia

Presi per il naso in perfetta legalità. Fra l'indignazione dei veneziani, con la bella stagione le enormi navi da crocierasono tornate in laguna e nel bacino...

Venti euro a botta. In viaggio per le periferie del sesso a pagamento

Giugliano in Campania, provincia di Napoli. La strada che vedete nel video si chiama Circonvallazione esterna. Una lingua di asfalto lunga cinque chilometri ...

Ridere nella metropolitana: più che un consiglio, un video cult che sta spopolando sul web

Lachen in der U-Bahn, ridere nella metropolitana appunto, è stato girato in una fredda serata novembrina a Berlino: le carrozze della linea 12 della metropol...

Quanti bimbi schiavi hai nel cellulare?

Milioni di esseri umani, in condizione di vera schiavitù, estraggono dalle miniere africane rare materie prime. Sono i "minerali di conflitto": per la tua el...