Informare per Resistere Informare per Resistere
Menu
Cerca
L’America attaccherà l’Iran perché i leader degli Stati Uniti vogliono incrementare la minaccia del terrorismo globale

 - di Saman Mohammadi - The Excavator -

L’America ha circondato l’Iran per una ragione, e non è quella di sedersi e fare un picnic.

L’America ha circondato l’Iran per una ragione, e non è quella di sedersi e fare un picnic. Washington si stapreparando per una guerra contro l’Iran. La storia dimostra che la preparazione per la guerra conduce alla guerra.
Quindi ci sarà la guerra tra USraele e Iran. E Obama giocherà il suo ruolo di venditore della guerra.

Numerosi esperti di sicurezza e terrorismo hanno detto che una delle conseguenze di un attacco all’Iran è che aumenterà la frequenza degli attacchi terroristici contro gli Stati Uniti. Detto questo, perché l’America insiste ad attaccare l’Iran e a difendere  Israele ad ogni costo? I leader americani vogliono che la minaccia terroristica cresca e si diffonda, contrariamente a quello che dicono in pubblico?

La risposta breve è sì.

Il terrorismo fa fare affari agli agenti della sicurezza, ai politici venditori di paura, imprenditori di guerra, burocrati della sicurezza nazionale e istituzioni finanziarie. I politici americani, capi militari e funzionari della sicurezza nazionale giustificano i loro poteri, gli stipendi e privilegi, sostenendo che la loro priorità è la sicurezza del popolo americano, ma questo è chiaramente falso. Stanno facendo tutto il possibile per creare un mondo instabile in cui la minaccia del terrorismo alla sicurezza americana e globale diventi più grande di quanto non sia ora.

La Dittatura della Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti vede come una buona cosa che la minaccia terroristica si evolva e diventi più grande dopo un attacco israelo-statunitense contro l’Iran. Vogliono continuare a creare nemici, uccidendo la gente, e facendo diventare terroristi dei giovani diseredati e risentiti. I profittatori del sistema di guerra vogliono preservare il sistema di guerra e combattere la guerra illegale contro il terrorismo fino a quando i loro obiettivi sulla popolazione, militari, politici ed economici non saranno raggiunti.

Negli ultimi undici anni, i leader occidentali hanno costruito un anti-terrorismo di stato globale per gestire ciò che sanno avverrà con certezza: il collasso economico globale, la guerra mondiale, e un drammatico aumento del terrorismo globale. Un attacco israelo-statunitense all’Iran scatenerebbe tutte e tre le cose.

Finora, la minaccia “terrorista” è stata un vero disastro. Dal momento degli eventi false flag dell’11/9 da parte di CIA e Mossad, ci sono stati attacchi terroristici pari a zero all’interno degli Stati Uniti. Si tratta della prova lampante che la minaccia del terrorismo non è reale.

Liberali e libertari fanno un grosso errore difendendo la linea ufficiale del governo degli Stati Uniti secondo cui l’11/9 è stato una reazione islamica contro il terrorismo degli Stati Uniti . Essi inconsapevolmente sostengono le fraudolente fondamenta ideologiche del sistema di guerra e la guerra al terrore credendo ciecamente in questa gigantesca menzogna.

La realtà è che i musulmani non vogliono distruggere l’America, o cercare vendetta contro l’America a causa di crimini americani e israeliani contro le nazioni del Medio Oriente. I musulmani più estremisti e violenti nel mondo arabo sono i doppiogiochisti di America, Israele, Inghilterra, e Arabia Saudita. Esempi: Al-Qaeda, i Fratelli musulmani, Hamas, e i terroristi finanziati dall’Arabia saudita.

Terroristi islamici addestrati, finanziati e armati dall’Occidente sono stati utilizzati dalla NATO per destabilizzare Libia, Siria, Afghanistan, Iraq, e l’intero Medio Oriente.

I conservatori che temono la minaccia dell’Islam alla civiltà occidentale devono svegliarsi e rivelare i veri nemici dell’America e della civiltà occidentale: i banksters di Londra-Wall Street, le corporations globaliste, Israele, CIA, FBI, TSA, NSA, Pentagono, la NATO, le Nazioni Unite, Repubblicani e Democratici, società segrete occulte, i media tradizionali, il presidente americano e il Congresso degli Stati Uniti.

Queste entità tiranniche governative e finanziarie sono responsabili per il 99,9% del terrorismo su questo pianeta. Hanno iniziato la terza guerra mondiale l’11/9, e stanno pianificando di versare benzina sul fuoco, attaccando l’Iran e trasformando il mondo intero in una zona di guerra.

Per iniziare la guerra in Iran …


Fonte: The Excavator 19 Maggio 2012
Traduzione: Anna Moffa per
 ilupidieinstein.blogspot.it

arrow4 Risposte

  1. Marco Biggi
    23 mos, 1 wk fa

    Saman Mohammadi sei un povero cazzaro mitomane. Senza contare che attaccare l’Iran è praticamente impossibile di questi tempi salvo che ci si voglia suicidare sia in termini di vittime umane che dal punto di vista finanziario.
    L’unico attacco che potrà essere realizzato sarà da parte di Israele per bombardare le presunte centrali nucleari, e nel caso in cui questo dovesse avvenire stai certo che l’Iran non risponderà

  2. Alessandro
    23 mos, 1 wk fa

    Ok, mi pare tutto interessante e devo dire che rispecchia in buona sostanza la mia lettura della situazione internazionale attuale. C’è solo una cosa da chiarire: perché è stato utilizzato il termine “libertari”?? Ma l’autore sa esattamente di chi sta parlando??? Cosa centrano gli anarchici nel dare ragione alla linea governativa statunitense???

  3. Alessandro
    23 mos, 1 wk fa

    Dal punto di vista finanziario non sarebbe certo un suicidio: del resto sappiamo benissimo l’abnorme quantità di risorse finanziarie investite nell’industria bellica dal blocco occidentale (Stati Uniti d’America e tutti i suoi stati satellite, in Europa e non). E ancora, riguardo alle vittime umane: ai governanti è mai interessato qualcosa della carne da cannone, i “figli della Patria” che una volta morti vengono tanto omaggiati?? Non mi risulta proprio, lo dimostrano tutte le guerre e le sperimentazioni biologiche sulla popolazione compiute per banalissimi, ma sempre trainanti, fini economici (personali o collettivi) in linea con il sistema vigente.

  4. Marco Biggi
    23 mos, 1 wk fa

    evidentemente ti sfugge la situazione economica degli Usa che attualmente non sono in grado di sostenere le spese di una qualsiasi guerra degna di quel nome.
    A maggior ragione contro l’Iran visto che sarebbe una guerra già persa in partenza data la vastità del territorio.
    A Obama in questo momento interessa qualsiasi cosa tranne una guerra finanziariamente insostenibile e che gli porterebbe via i consensi per una sua rielezione.
    Ripeto l’articolo è un’accozzaglia di cazzate varie visto che poi l’autore parte pure dal presupposto complottista dell’11 settembre, che per quanto mi riguarda è spazzatura totale.
    Poi ognuno può credere alla barzellette che vuole, io mi accontento dei fatti.

Lascia un Commento