Informare Pubblicato da il 21 giugno 2012.
L'articolo Trappola ecologica fai-da-te per liberare il giardino dalle zanzare. Video appartiene alla categoria Blogeko.
Puoi seguire i commenti di questo articolo con il feed RSS 2.0.

Trappola ecologica fai-da-te per liberare il giardino dalle zanzare. Video

Di Maria Ferdinanda Piva – Fonte: Blogeko

Un metodo naturale a costo zero per liberare il giardino dalle zanzare. Un amico che l’ha sperimentato (io, il giardino non ce l’ho) garantisce che funziona.

Si tratta di una trappola micidiale (un video illustra i suoi effetti) costituita da una bacinella, possibilmente nera, riempita d’acqua addizionata a mezza cucchiaiata di olio, anche fritto: un impiego da aggiungere agli altri modi in cui è possibile riciclare l’olio di cucina.

La bacinella attira e intrappola le zanzare per mesi, in un raggio di 15-20 metri. Il video dice di aggiungere all’acqua anche mezza cucchiaiata di sgrassante. Alcuni dei commentatori su Youtube asseriscono che in realtà non serve.

Ammesso e non concesso che ci voglia davvero, cos’è mezza cucchiaiata di sgrassante in molti mesi rispetto alla gran quantità di prodotti chimici “ad hoc” necessari, nello stesso lasso di tempo, per allontanare le zanzare dal giardino

Bisogna mettere la bacinella vicino a una fonte di illuminazione, o in una posizione tale che vi si rifletta la luce della luna. Le zanzare, che depongono le uova nell’acqua, ci finiscono dentro: la pellicola superficiale di olio però impedisce che volino via e che le larve si sviluppino.

E in casa? La trappola ecologica per zanzare si costruisce con una bottiglia di plastica, acqua, zucchero e lievito di birra. In giardino le trappole ecologiche per vespe, mosche e calabroni si costruiscono sempre a partire dalle bottiglie di plastica, ma con esche diverse a seconda dell’insetto-bersaglio.

Grazie a Sebastiano per la segnalazione

Ti è piaciuto l'articolo?

6 Risposte a Trappola ecologica fai-da-te per liberare il giardino dalle zanzare. Video

  1. aldo novecento passarini Rispondi

    21 giugno 2012 at 10:32

    Complimenti per il vostro contributo.
    Ripeto la domanda: quali esche per vespe, mosche e calabroni??

    Grazie di nuovo e un saluto a tutti

    • iole risica Rispondi

      21 giugno 2012 at 11:03

      ci sono dei recipienti trasparenti che si comprano in negozi per l’agricoltura:si appendono agli alberi riempiti di acqua vino e zucchero,le vespe entrano da sotto e il coperchio impedisce loro di fuggire e muoiono annegate;anche delle semplici bottiglie a collo stretto possono essere utilizzate.

  2. Informare

    Maria Ferdinanda Piva Rispondi

    21 giugno 2012 at 11:33

    Aldo, basta seguire i link evidenziati in rosso. Ti si aprono nuove pagine che insegnano a costruire la trappola per zanzare da tenere in casa, e le trappole da giardino per vespe, calabroni e mosche: sono indicate le relative esche, bastano delle comuni bottiglie vuote di plastica e non c’è bisogno di acquistare niente ;)

  3. Massimo Profeti Rispondi

    4 agosto 2012 at 02:29

    Io invece so che mettendo un po’ di rame (basta spellare un filo elettrico) in qualsiasi posto “acquoso” dove le zanze potrebbero deporre le uova, si rende l’acqua velenosa per le larve, che muoiono prima di nascere.

  4. maranzio Rispondi

    8 maggio 2013 at 15:18

    fra le tante mi sembra anche questa una soluzione intelligente ed ecologica. la provero… grazie :-)

  5. gaia Rispondi

    28 maggio 2013 at 23:48

    Continuate così, bravi!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

[gp-comments]