Informare per Resistere

Informare Per Resistere

E’ morto Lonesome George, la tartaruga più famosa. Era l’ultimo della sua razza

E’ morto Lonesome George, la tartaruga più famosa. Era l’ultimo della sua razza
giugno 26
18:00 2012

Di Maria Ferdinanda Piva – Fonte: Blogeko

E’ morto ieri Lonesome George, la tartaruga più famosa del mondo e soprattutto l’ultimo della sua razza. Insieme a lui il mondo perde la Chelonoidis nigra abingdoni, la sottospecie delle tartarughe giganti delle Galapagos tipica dell’isola di Pinta.

L’osservazione delle tartarughe delle Galapagos aiutò Charles Darwin ad elaborare la teoria dell’evoluzione. George fu trovato nel 1972, quando già le tartarughe dell’isola di Pinta erano credute estinte. Donde il soprannome Lonesome, “Solitario”. Si ritiene che avesse circa 100 anni.

Non si conoscono le cause della morte. Un comunicato stampa del Parco Nazionale delle Galapagos dice che ieri mattina il custode, entrando nel suo recinto, ha trovato George senza vita.

Dal 1972 Lonesome George abitava nel centro di conservazione e riproduzione delle tartarughe annesso al Parco.

Per tentare di dargli una discendenza furono vanamente immesse nel suo recinto femmine delle sottospecie di tartarughe delle Galapagos più vicine alla sua, quelle dell’isola Isabela. George si accoppiò nel 2008 e nel 2009 ma le uova – seppur messe in incubatrice e trattate con tutti i riguardi – non si schiusero.

Lo sterminio delle tartarughe giganti delle Galapagos (una differente sottospecie su ognuna delle isole dell’arcipelago) iniziò poco dopo la scoperta del Nuovo Mondo. I marinai catturavano i bestioni e li portavano a bordo delle navi, dove potevano sopravvivere anche un anno senza cibo nè acqua fungendo così da riserva di carne fresca.

Con ogni probabilità alcuni individui furono abbandonati su un’isola diversa da quella natale: è l’ipotesi più plausibile per spiegare la presenza sull’isola Isabela di ibridi della Chelonoidis elephantopus (altra sottospecie ritenuta estinta) che era tipica dell’isola Floreana.

Sempre sull’isola Isabela è stata scoperta nel 2007 una tartaruga ibrida di prima generazione della sottospecie cui apparteneva il defunto George: significa che il padre (o la madre) era una Chelonoidis nigra abingdoni come l’illustre estinto.

Forse allo zoo di Praga vive una tartaruga della specie del defunto George. Femmina, perdipiù. Non si è fatto tuttavia in tempo a completare i riscontri indispensabili per non rendere vano già in partenza lo stressante trasloco necessario per ricongiungere due animali.

Il Parco Nazionale delle Galapagos onorerà la memoria di George organizzando in luglio un convegno internazionale sulle strategie di gestione opportune per salvare e far crescere numericamente le popolazioni delle superstiti tartarughe delle Galapagos.

Il comunicato stampa del Parco Nazionale delle Galapagos il mondo ha perso Lonesome George

Lonesome George su English Wikipedia: una voce molto ben trattata e già aggiornata con la notizia della morte

Foto

Related Articles

Powered by Google+ Comments

9 Comments

  1. Nancy Pacitti
    Nancy Pacitti giugno 26, 16:11

    addio

    Reply to this comment
  2. Julien Ugazzi
    Julien Ugazzi giugno 26, 18:26

    Addio :-(

    Reply to this comment
  3. Davide De Grazia
    Davide De Grazia giugno 26, 18:32

    Che tristezza :-(

    Reply to this comment
  4. Davide Botta
    Davide Botta giugno 26, 18:47

    Fa niente ugo il tempo guarirà tutte le ferite, sigh !

    Reply to this comment
  5. Francesco Frexman Manieri
    Francesco Frexman Manieri giugno 27, 11:48

    L'uomo dovrebbe avere più giudizio…. questo dovrebbe servire the esempio , invece purtroppo non servira a nulla…

    Reply to this comment
  6. Giovanni Fantasia
    Giovanni Fantasia giugno 27, 18:33

    Oggi è morta anche la mia di tartaruga :(

    Reply to this comment
  7. Giulia Caviglia
    Giulia Caviglia giugno 27, 22:49

    =( tarty

    Reply to this comment

Write a Comment

Add Comment Register



Your email address will not be published.
Required fields are marked *

Unisciti alla resistenza

facebooktwitterRSSyoutubeGooglePlusIcon

Gli articoli più letti

Informare Per Resistere TV

La famiglia a rifiuti zero

PRODUCE SOLO UN LITRO DI SPAZZATURA ALL'ANNO (VIDEO) Una famiglia di quattro persone che praticamente non produce rifiuti. C'è davvero ed è quella di Bea Joh...

Kayapo espulsi con violenza dalle loro case. Invaderanno 400.000 ettari di foresta amazzonica

"Siamo contro l'invasione delle nostre terre. Siamo gli abitanti originari. L'uomo bianco ci sta costuendo intorno. Non ci piace questo. Vogliamo rispetto"" ...

Mac Donald tra le 10 multinazionali più pericolose del mondo

Ogni anno migliaia di bambini consumano il fast food ("cibo veloce") di un'impresa responsabile della deforestazione dei boschi, dello sfruttamento dei lavor...

La Bayer sta sterminando le API nell'intero pianeta

vsw id="U4Uup9---Ms" source="youtube" width="560" height="344" autoplay="no"] Le api stanno scomparendo davvero, è un danno incalcolabile per l'ecosistema "...

La difesa mediatica Russa contro le azioni USA

Licenza CreativeCommons: Scarica e ri-carica questo video su tuo canale! Fonte: http://t.co/rJ3pRgyF Facebook: http://t.co/vPGNjPFS Daily: http://t.co/Pe345x...

Venti euro a botta. In viaggio per le periferie del sesso a pagamento

Giugliano in Campania, provincia di Napoli. La strada che vedete nel video si chiama Circonvallazione esterna. Una lingua di asfalto lunga cinque chilometri ...

Quanti bimbi schiavi hai nel cellulare?

Milioni di esseri umani, in condizione di vera schiavitù, estraggono dalle miniere africane rare materie prime. Sono i "minerali di conflitto": per la tua el...

4 anni di progetti in 4 minuti: L'ecologia open-source

Licenza CreativeCommons: Scarica e ri-carica questo video su tuo canale! Fonte: http://t.co/rJ3pRgyF Facebook: http://t.co/vPGNjPFS Daily: http://t.co/Pe345x...

Ancora inchini rischiosi delle Crociere a Venezia

Presi per il naso in perfetta legalità. Fra l'indignazione dei veneziani, con la bella stagione le enormi navi da crocierasono tornate in laguna e nel bacino...

Quando comprare un cellulare provoca la morte!

Culture In Decline | Episodio #3 - 'CVD - Disturbo da Vanità Consumistica'' di Peter Joseph http://www.zeitgeistitalia.org | http://www.cultureindecline.com ...