Informare per Resistere

Informare Per Resistere

Fiscal Compact, l’usura è legge: la libertà dell’Italia è finita

Fiscal Compact, l’usura è legge: la libertà dell’Italia è finita
luglio 22
12:40 2012

di Libre

Oggi è un giorno nero, per la democrazia e anche per l’economia del nostro paese. Nel disinteresse più generale – anche dei leader politici, perché in gran parte non erano nemmeno presenti alla discussione – il Parlamento ha definitivamente approvato il Fiscal Compact. Io sono sicuro che la gran parte dei cittadini italiani non sanno neanche di che si tratti – non per colpa loro, ma perché nessuno li informa. Bene, il Fiscal Compact è una specie di accordo di usura della durata di vent’anni. Con questo accordo, noi sottoponiamo il nostro paese a un pacco di cambiali usuraie nei confronti della finanza internazionale. Ci impegniamo, cioè, per i prossimi vent’anni, a ridurre della metà l’ammontare complessivo del debito – oltre naturalmente al pagamento degli interessi, che continua.

Siccome il debito italiano è di circa duemila miliardi, ci impegniamo a ridurlo a mille, in vent’anni: sono 50 miliardi all’anno, che si aggiungono a tutte le altre manovre che ci stanno già affamando oggi. E’ una cosa catastrofica, che distrugge l’economia e, tra l’altro, distrugge anche la democrazia. Perché, se questo accordo viene applicato, nessun governo – non solo quello di adesso, ma nemmeno quelli che verranno dopo le elezioni – avrà più l’autonomia di decidere niente: dovrà solo trovare i soldi, dai cittadini, per pagare il debito. Una cosa mostruosa, che sta distruggendo l’economia in tanti paesi europei e adesso arriva anche da noi. Tutto questo avviene nel silenzio, senza l’informazione dell’opinione pubblica, e con manovre che vengono fatte esclusivamente per ottenere risultati di fronte alla finanza internazionale.

Monti ha portato lo scalpo dell’articolo 18 di fronte alla finanza internazionale d’Europa, ha portato quello delle pensioni, della spesa pubblica, dello stato sociale, della sanità, i licenziamenti nel pubblico impiego, e adesso porta la fine di ogni decisione libera e autonoma nel nostro paese sulle spese economiche. Una cosa mostruosa, ripeto, che avviene nel disinteresse più generale e nella cancellazione della stessa informazione nei confronti dei cittadini. Questo, proprio, è il segno della caduta della nostra democrazia. Dobbiamo provare a ribellarci, altrimenti non saremo come la Grecia: saremo peggio della Grecia, perché – almeno – loro stanno lottando.

(Giorgio Cremaschi, “Fiscal Compact”, testo del video-intervento su “Libera.Tv” del 17 luglio 2012).

Ti potrebbero interessare

Powered by Google+ Comments

16 Comments

  1. Andrea Garelli
    Andrea Garelli luglio 22, 10:45

    The leggere assoulutamente.

    Reply to this comment
  2. Roberto Giorgini
    Roberto Giorgini luglio 22, 11:15

    Mi chiedo e penso che molti se lo stiano chiedendo: " Ma tutti questi soldi dove vanno a finire?" "Come abbiamo accumulato tutto questo debito e verso chi?". Io personalmente in tutti questi anni non ho visto migliorie. Il paese è sempre più corrotto, i servizi fanno schifo, l'occupazione è al lumicino, si costruisce su tutto il territorio senza limiti e rispetto, i nostri siti culturali sono nel degrado più assoluto, le nostre migliori menti sono costrette ad emigrare e….. via così.

    Reply to this comment
  3. Roberto Orru'
    Roberto Orru' luglio 22, 14:43

    Monti ci ha dimezzato il già dimezzato potere d'acquisto, senza peraltro avere nessun vantaggio, perchè siamo peggio di prima e le previsioni non sono certo rosee, alla classe politica corrotta mafiosa e ladrona non è stato toccato niente di quelli che erano I loro superprivilegi, anzi, il premier (non mio perchè non l'ho votato) ha assicurato che non ci sarà patrimoniale sui redditi superiori a 250.000 euro. Bravo Mario, continua a fare il dittatore che tanto la storia insegna che prima o poi la tua testa cadrà…….che schifo.

    Reply to this comment
  4. Danilo Amendola
    Danilo Amendola luglio 22, 15:17

    Era complicato scrivere "DA"???? :-)

    Reply to this comment
  5. Andrea Garelli
    Andrea Garelli luglio 22, 17:12

    sì quando scrivi dal cellulare XD

    Reply to this comment
  6. Enrico Balassi
    Enrico Balassi luglio 22, 21:04

    pesafumo!!!

    Reply to this comment
  7. Giuseppe Santoro
    Giuseppe Santoro luglio 22, 22:27

    Purtroppo, nella SOSTANZA, la DEMOCRAZIA non c'è mai stata-si pensi alla STORIA PATRIA, nella cosiddetta PRIMA REPUBBLICA-.Oggi, sta scomparendo anche nella FORMA-si è cominciato a smantellarla, introducendo il SISTEMA ELETTORALE MAGGIORITARIO, con SBARRAMENTO, e SENZA PREFERENZE-! E poi…"L'APPETITO VIEN MANGIANDO"!

    Reply to this comment
  8. Walter Angius
    Walter Angius luglio 23, 00:51

    Ehh, quando c'era Giulio……………

    Reply to this comment
  9. Katiucha Boncompagni
    Katiucha Boncompagni luglio 23, 09:54

    Sarà il caso di fare un po' più di attenzione a ciò che combinano alle nostre spalle, che dite??????

    Reply to this comment
  10. Riccardo Maria Di Gasparro
    Riccardo Maria Di Gasparro luglio 23, 10:34

    Ve lo ficcherei tutto nel culo il Fiscal Compact. Meglio morire sotto un fiume di proiettili che rinunciare a una vita nel segno della libertà. Non possiamo combattervi con questa manica di pippe di politici che ci rappresentano? ALLORA MEGLIO TORNARE AL FASCISMO TOTALE. In Italia comandano gli Italiani e silenzio per il resto del mondo. A CASA NOSTRA COMANDIAMO NOI PEZZI DI MERDA!

    Reply to this comment
  11. PANTALONE
    PANTALONE luglio 23, 14:15

    Scusate ma sti 50 miliardi annui sono in aggiunta al “prelievo forzoso ” di cui si parlava gia’ all’inizio del governo Monti e che in alcuni fori finanziari e’ argomento di attualita’ o ne fanno parte ?

    Reply to this comment
  12. Roberto Giorgini
    Roberto Giorgini luglio 23, 13:50

    Tra tutte i commenti che sono seguiti a questo articolo, la cosa che sinceramente mi fà più tristezza è la richiesta di alcuni di un ritorno al passato anche se nefasto. Ecco io penso che il male maggiore dell'Italia sia proprio questo non staccare l'ancora e viaggiare verso nuovi lidi. Siamo troppo legati al passato, come se la risoluzione delle cose sia solo lì. Il passato è passato dobbiamo lavorare con gioia e fantasia per migliorare prima di tutto noi stessi.

    Reply to this comment
  13. dario
    dario luglio 23, 19:01

    dovremo imparare a fare a meno di tutto, ed occuparci un pò più del funzionamento della macchina amministrativa anche a livello nostro “LOCALE” ovvero comunale e cercare di tagliare gli sprechi. Inoltre io starei poco a dirvi dove tagliare e sarei partito già 10 anni fà a ridurre stò debito tanto ci siamo indebitati per niente, per mantenere i “baracconi” della politica, dove qualcuno di voi sarà anche impiegato. Comunque senza una vera riforma strutturale siamo allo scatafascio, finchè esistono regioni come la Sicilia…Non ha senso neanche star qui a discuterne.

    Reply to this comment
  14. manuela
    manuela luglio 23, 19:13

    volevo solo chiedere come possiamo opporci a questa scandalosa situazione. Bisogna agire e non perdersi in chiacchiere!!!!

    Reply to this comment
  15. Giuseppe Alberto Regoli
    Giuseppe Alberto Regoli luglio 24, 20:44

    Buona fortuna a tutti gli Italiani che credono ancora nel cambiamento…..in peggio!!!

    Reply to this comment
  16. Valter Varesco
    Valter Varesco luglio 30, 13:05

    Li hanno privatizzati …… se li lasciamo proseguire trona l'era degki schiavi

    Reply to this comment

Write a Comment

Add Comment Register



Your email address will not be published.
Required fields are marked *

Unisciti alla resistenza

facebooktwitterRSSyoutubeGooglePlusIcon

Gli articoli più letti

Informare Per Resistere TV

Come uscire dalla dipendenza del denaro?

Ho sempre ritenuto bizzarro il tema denaro, un po come il riconoscimento di sé, di chi siamo: viviamo spesso abitudinariamente nella società che ci viene off...

La corte costituzionale salva la legge che salva l'Ilva di Taranto

SODDISFAZIONE DEL MINISTRO DELL'AMBIENTE CLINI La legge salva-Ilva non viola la Costituzione. Giudicando in parte inammissibili, in parte non fondati i dubbi...

Galline ovaiole: Così il governo punta a chiudere l'infrazione

SANZIONI RADDOPPIATE E DISSUASIVE PER GLI ALLEVATORI Sanzioni raddoppiate, con possibile divieto o sospensione dell'esercizio dell'attività -- quindi, nelle ...

Marionetta Papademos, avete portato i greci alla rivoluzione [Nigel Farage]

"Se i greci non tornano alla dracma, sarete responsabili di qualcosa di veramente terribile". "Se io fossi greco andrei in strada a protestare contro le auto...

Love police: Polizia ti amo

Londra. Quando un uomo con il megafono riesce a mettere in crisi il sistema delle menzogne....video da vedere assolutamente. Licenza CreativeCommons: Scarica...

Quando comprare un cellulare provoca la morte!

Culture In Decline | Episodio #3 - 'CVD - Disturbo da Vanità Consumistica'' di Peter Joseph http://www.zeitgeistitalia.org | http://www.cultureindecline.com ...

La riserva frazionaria è il cuore del problema

Durante una arringa dell'europarlamentare Bloom contro le banche centrali, un difensore dell'Euro ha scelto di fare la domanda sbagliata. Licenza CreativeCom...

Il discorso di Peppino Impastato a radio Aut

Uno dei celebri discorsi di Peppino Impastato, attivista comunista contro la mafia, a radio Aut, durante il suo programma Onda Pazza. Peppino denuncia i mafi...

La verità sul debito e sulla crisi

Una semplice spiegazione del debito pubblico e della crisi che sta travolgendo il mondo intero. Tratto dal film Zeitgeist Moving Forward, da vedere e riveder...

Calciatore lancia un cane contro le reti dello stadio (Argentina)

CIRCONDATO DAGLI AVVERSARI E BECCATO DAL PUBBLICO (VIDEO) Ha preso un cane per il collo e l'ha lanciato contro le recinzioni dopo essere stato sostituito. Mo...