Informare per Resistere

Informare Per Resistere

ESERCITO USA AMMETTE:”IN AFGHANISTAN SPARIAMO ANCHE SUI BAMBINI”

ESERCITO USA AMMETTE:”IN AFGHANISTAN SPARIAMO ANCHE SUI BAMBINI”
dicembre 11
17:00 2012

- di Germano Milite -

Già da sole, le prime dichiarazioni contenute in un articolo pubblicate dalMilitary Times qualche giorno fa, destarono scandalo ed indignazione. In pratica, un ufficiale non identificato, si giustificava per l’uccisione di bimbi afgani di 10, 12 e 8 anni. I ragazzini, stavano scavando una buca ed i militari americani, pensando fossero intenti a minare una strada, hanno aperto il fuoco trucidandoli. All’ispezione, hanno però scoperto che i tre stavano solo giocando e non avevano mine o bombe tra le mani.

Dicevamo: sarebbe bastato questo episodio con relative autogiustificazioni a sollevare un polverone infinito. Eppure, il tenete colonnello Marion Carrington, non si sa quanto consapevolmente, ha deciso di aggiungere dettagli ancora più raccapriccianti all’intervista. In pratica, come ha spiegato l’alto ufficiale, in Afghanistan anche i bambini di soli 8 anni sono considerati bersagli da abbattere; al pari di “tutti i maschi in età militare”. La motivazione, indecente quanto ridicola e criminale, è inerente al presunto massiccio utilizzo da parte dei Talebani di minorenni per portare avanti gli attacchi.

Questo pericolo, quindi, secondo i militari USA, giustificherebbe il massacro di un numero enorme di piccoli innocenti con bombe e missili. La strategia è del resto già nota: ogni vittima civile caduta “accidentalmente”, viene descritta come “terrorista” abbattuto durante un’azione militare ben organizzata. L’amministrazione Obama, come noto, in tal senso è arrivata addirittura a negare le numerose morti tra la popolazione autoctona dovute all’utilizzo dei droni.

Le regole d’ingaggio in Afghanistan sono dunque cambiate: si può far fuoco anche sui bambini e con qualsiasi arma. Come ricorda anche Giornalettismo, ad esempio, nei giorni scorsi alcune famiglie afghane hanno deciso di citare in giudizio il governo inglese per il massacro di quattro giovanissimi (di 12, 14, 16 e 18 anni), uccisi mentre in un appartamento stavano bevendo del te. I soldati della Regina, credendo si trattasse di un gruppo di pericolosi terroristi, ha fatto fuoco contro la casa di fango. I quattro sono stati massacrati dai proiettili. Questa, almeno, la tesi dell’accusa. Per la Difesa brittannica, invece, si tratta di un’azione rivolta contro “nemici telabani”. Eppure, come i legali delle famiglie afgane hanno fatto notare, il villaggio dove è avvenuta la strage era sotto il controllo inglese e nel giorno dell’azione militare non c’erano scontri in corso.

Intanto, dopo oltre 10 anni, la “missione di pace” Afghana si è giornalmente mostrata per la vera e propria guerra imperialista che è. Per appurarlo, non ci sarà bisogno di avvocati, giudici e supreme corti. Basta contare il numero di innocenti trucidati ed i risultati ottenuti dal contingente impegnato dalla lotta per il petr…pardon per la libertà.

Fonte: You-ng

Related Articles

Powered by Google+ Comments

3 Comments

  1. Ludovico Dal Sie
    Ludovico Dal Sie dicembre 11, 16:08

    Che schifo.

    Reply to this comment
  2. Mariano Orlando
    Mariano Orlando dicembre 11, 16:16

    E' GIA' TROPPO TARDI E TROPPO TEMPO CHE C'E' UNA GUERRA IN AFGANISTAN, IN ENTRANBI LE PARTI CI SONO STATI TROPPI MORTI E PURTROPPO MOLTI INNOCENTI.E' IL CASO CHE TUTTE LE NAZIONI LASCINO QUELLE TERRE E CHE OGNI POPOLO DECIDA IL LORO FUTURO DEMOCRAZIA O UN'ALTRA FORMA POLITICA.CHE IL MONDO TROVI UN PO DI PACE DURATURA.

    Reply to this comment
  3. Scansani Marconcino
    Scansani Marconcino dicembre 11, 19:42

    Secondo me la guerra è una gara all' ignoranza non vince il più forte ma il più stupido.Uccidere bambini è vergognoso e schifoso allo stesso tempo, Obama uomo di merda e non parlo di certo per il colore della pelle.Il petrolio vale più di giovani vite e si giustifica il massacro con finte verità.

    Reply to this comment

Write a Comment

Add Comment Register



Your email address will not be published.
Required fields are marked *

Unisciti alla resistenza

facebooktwitterRSSyoutubeGooglePlusIcon

Gli articoli più letti

Informare Per Resistere TV

Renzi: Presidente del Consiglio solo dopo elezioni

"La #coerenzi" Informarsi è già resistere, unisciti alla resistenza: http://www.facebook.com/informarexresistere.

Allarme OGM Monsanto in Italia

C'è un'emergenza OGM in corso. Scrivendo ora al Ministro della Salute Lorenzin puoi aiutarci a scongiurare il rischio di contaminazione transgenica in Italia...

Ancora inchini rischiosi delle Crociere a Venezia

Presi per il naso in perfetta legalità. Fra l'indignazione dei veneziani, con la bella stagione le enormi navi da crocierasono tornate in laguna e nel bacino...

La difesa mediatica Russa contro le azioni USA

Licenza CreativeCommons: Scarica e ri-carica questo video su tuo canale! Fonte: http://t.co/rJ3pRgyF Facebook: http://t.co/vPGNjPFS Daily: http://t.co/Pe345x...

La verità sul debito e sulla crisi

Una semplice spiegazione del debito pubblico e della crisi che sta travolgendo il mondo intero. Tratto dal film Zeitgeist Moving Forward, da vedere e riveder...

Quanti bimbi schiavi hai nel cellulare?

Milioni di esseri umani, in condizione di vera schiavitù, estraggono dalle miniere africane rare materie prime. Sono i "minerali di conflitto": per la tua el...

Cani e Cina. Il video presenta contenuti cruenti

di Fabio Balocco - Il video che potete vedere in fondo a questo post fa venire i brividi e francamente non so se consigliarvi di vederlo. Magari limitatevi a...

La famiglia a rifiuti zero

PRODUCE SOLO UN LITRO DI SPAZZATURA ALL'ANNO (VIDEO) Una famiglia di quattro persone che praticamente non produce rifiuti. C'è davvero ed è quella di Bea Joh...

[Film completo] Quello che accade in Indonesia. Documentario

L'olio di palma viene usato in diversi prodotti sia alimentari che cosmetici....Se avete la pazienza di vederlo tutto il video, le immagini parlano da sole.....

Mac Donald tra le 10 multinazionali più pericolose del mondo

Ogni anno migliaia di bambini consumano il fast food ("cibo veloce") di un'impresa responsabile della deforestazione dei boschi, dello sfruttamento dei lavor...