Informare per Resistere

Unisciti alla resistenza

  • RSS
  • youtube
  • GooglePlusIcon

I più letti della settimana

Sorry. No data so far.

Informare Per Resistere TV

Gli ultimi articoli di questa categoria

Informare Per Resistere

Shock, Ecco perché l’Apocalisse è vicina: “Un marchio sulla mano destra e sulla fronte” oggi è già realtà.

Shock, Ecco perché l’Apocalisse è vicina: “Un marchio sulla mano destra e sulla fronte” oggi è già realtà.
febbraio 02
19:42 2015

– a cura di Mario Fezzi – DLonline –

Una ditta di Stoccolma la Epicenter lancia un ultimatum ai suoi dipendenti se vuoi lavorare con noi devi farti impiantare un microchip sottopelle sulla mano destra sicuramente si tratta di una grande innovazione che secondo l’azienda agevolerebbe le procedure di controllo e permetterebbe di eliminare chiavi, codici di sicurezza e badge. Il chip viene inserito con un piccolo intervento di pochi minuti quasi indolore ed è grande come un chicco di riso. i suoi benefici sarebbero molti ed immeidiati dice Hannes Sjoblad colui che ha fatto impiantare i chip ai suoi dipendenti pensate che con il solo tocco della mano tutte le porte si aprirebbero  non avremmo più bisogno di Pin, di  password  di codici d’accesso quant’altro, continua  “Vogliamo comprendere a fondo questa tecnologia prima che grandi aziende e governi vengano da noi e ci dicano che tutti dovrebbero essere chippati, il chip dell’ufficio delle imposte, il chip di Google e il chip di Facebook”. Naturalmente non tutti i dipendenti dell’Epicenter sono d’accordo con la strategia dell’azienda e molti inorridiscono all’idea  di farsi impiantare il microchip.

La cosa di per se sembra buona atta a migliorare la qualità di vita lavorativa dei dipendenti, facilitare gli accessi sui posti di lavoro eliminare cose che ci fanno perdere tempo prezioso.Ma c’è un risvolto nascosto ben celato un grande inganno che solo alla luce della parola di Dio noi possiamo scoprire.

In tutta la Bibbia si parla del Marchio della Bestia per ben 7 volte e tutte nel Libro dell’Apocalisse di San Giovanni Apostolo:

Apocalisse 13:16-18
Faceva sì che tutti, piccoli e grandi, ricchi e poveri, liberi e schiavi ricevessero un marchio sulla mano destra e sulla fronte; e che nessuno potesse comprare o vendere senza avere tale marchio, cioè il nome della bestia o il numero del suo nome. Qui sta la sapienza. Chi ha intelligenza calcoli il numero della bestia: essa rappresenta un nome d’uomo. E tal cifra è seicentosessantasei.
Apocalisse 14:9-11
Poi, un terzo angelo li seguì gridando a gran voce: «Chiunque adora la bestia e la sua statua e ne riceve il marchio sulla fronte o sulla mano, berrà il vino dell’ira di Dio che è versato puro nella coppa della sua ira e sarà torturato con fuoco e zolfo Il fumo del loro tormento salirà per i secoli dei secoli, e non avranno riposo né giorno né notte quanti adorano la bestia e la sua statua e chiunque riceve il marchio del suo nome».

Questo è uno dei versetti più citati della Bibbia,  forse uno dei meno capiti e attorno al quale circolano molte leggende. Esso descrive un’azione specifica che accadrà in un momento specifico. Almeno questo è chiaro. Per quanto riguarda il tempo e l’azione, è tutta un’altra storia. Ciò che il verso dice in sostanza è che ad un certo punto, qualcuno metterà in funzione un sistema di identificazione personale, senza il quale tutti quelli che non lo possederanno saranno esclusi da qualsiasi transazione commerciale: non potranno comprare cibo e altri articoli, non potranno vendere prodotti, qualsiasi cosa possa essere. Non ci vuole una laurea per capire che per tutto questo ci vorrà un sistema computerizzato: nessun altro meccanismo potrà servire per metterlo in effetto, almeno fino a questo momento. E proprio ora, per la prima volta nella storia dell’umanità, questo sistema non solo è possibile ma anche attuabile e inconsciamente proposto dai suoi proponenti. Certamente, un sistema così nuovo e rivoluzionario dovrebbe sembrare invitante e utile ai suoi utenti. Anche se le procedure e le tecnologie costituiranno l’aspetto esteriore del Marchio, dobbiamo osservare principalmente ciò che risiede dietro questo progetto, cioè l’aspetto spirituale di questo evento. Quando questo Marchio sarà imposto a tutta la popolazione mondiale, ci saranno diverse attitudini. È chiaro che alcuni di quelli che prenderanno il Marchio capiranno in qualche modo il significato delle loro azioni. Altri lo prenderanno perché, avendo rifiutato ripetutamente il Vangelo, non sapranno riconoscere la fossa in cui stanno cadendo; altri ancora, per paura di carestie e persecuzioni. Comunque, quando arriverà il momento, la gente avrà solo due alternative: prendere il Marchio o morire (a parte quelli che si nasconderanno in un tentativo di disperata illusione, per molti versi molto improbabile).

A quel punto, comunque, prendere il Marchio sarà la scelta peggiore perché, anche se renderà possibile la vita sulla terra, escluderà dalla Vita Eterna.

Ma quello che è veramente “incredibile” e  già in via di attuazione   la pianificazione di un programma finanziario/bancario per sostituire nel sistema monetario mondiale le “credit cards” con le “debit-cards” universali elettroniche contenenti, non solo il numero del vostro “codice fiscale” collegato al vostro conto bancario, ma tutti e ripeto TUTTI i vostri dati, le vostre caratteristiche personali e preferenze (anche quelle che credete più intime – ndr). Non vi sarà come oggi per la credit card, il documento plastico che tutti conoscono. Ma solo un microscopico chip! Da questo sistema elettronico che in buona parte è già in atto, si sa tutto di TUTTI, dove siete, cosa fate, cosa dite e… a breve.. cosa PENSERETE, oltre a quanto spendete e cosa comprate…..(evviva le propagandate privacy e libertà dell’individuo), quindi anche le inclinazioni ideologiche, preferenze, debolezze ecc.

il portare con se’ questo chip consentirà un controllo dell’intera giornata, anche al di fuori del perimetro aziendale. La pericolosità dunque non è solo di carattere lavorativo, ma anche sociale.

La introduzione del chip RFID, poi, può avvenire in azienda in modo occulto o palese.
Nel primo caso, l’unica possibilità di difesa è nel senso di far esaminare da specialisti, di cui il sindacato dovra’ necessariamente munirsi, tutti gli oggetti che l’impresa chieda al dipendente di portare con sé (cominciando dai badge). Nel caso in cui invece l’impresa, per superare il vincolo di cui all’art.4 S.L., chieda alle RSU (o RSA) di stipulare un accordo per l’utilizzo del sistema RFID, sostenendone la necessità per fini di sicurezza e di tutela del patrimonio aziendale, la risposta sindacale non puo’ essere che di radicale e intransigente rifiuto.
La pericolosità insita nel sistema di controlli che la tecnologia RFID consente è talmente penetrante e intrusiva che non puo’ in alcun modo essere patteggiata e autorizzata, anche a fronte di garanzie (per lo più solo apparenti) sul trattamento successivo dei dati così raccolti.

Fonte: La Luce di Maria

Share

Pubblicato da

Massimiliano Di Benedetto

Massimiliano Di Benedetto

Ti potrebbero interessare

Powered by Google+ Comments

2 Comments

Only registered users can comment.