A 8 anni aveva il corpo di un’anziana. La commovente storia di Lucy affetta da Progeria

1

Addio alla piccola Lucy, la bimba di 8 anni col corpo da anziana: “Il suo sorriso dava forza”

  • di A.P.

La bimba era affetta da Progenia, una malattia rara che causa l’invecchiamento precoce del corpo portando purtroppo ad una morte prematura dei piccoli colpiti.

Si è spenta nelle scorse ore a soli 8 anni la piccola Lucy Parke, la bimba nord irlandese di Ballyward intrappolata nel corpo di una centenaria. Lucy infatti era affetta dalla sindrome di Hutchinson-Gilfor, più comunemente nota come Progeria: una malattia rara che causa l’invecchiamento precoce del corpo anche se non altera la mente.

Una sindrome rara e purtroppo senza rimedio che causa nei bambini colpiti l’insorgere di malattie tipiche degli anziani, portandoli ad una morte precoce nei primi venti anni di vita. Nonostante sapesse fin da piccolissima della sua malattia, la bambina non aveva mai perso il sorriso e così l’hanno voluta ricordare i famigliari.

Commovente il messaggio di addio che i genitori hanno affidato ai social per annunciare la scomparsa di Lucy. “Abbiamo perso la nostra preziosa Lucy. Il suo corpo era debole ma il suo cuore era forte. Il suo amore per la vita e il suo meraviglioso sorriso ci hanno dato forza e ci hanno resi orgogliosi di essere i suoi genitori“, hanno scritto il papà  e la mamma che hanno deciso di ricordarla con una poesia.

“La tua vita non è stata vana, sappiamo che sei in cielo e siamo così grati per tutto ciò che ci hai insegnato: gli abbracci, le risate e i sorrisi che ci hai dato. Gli ultimi otto anni sono stati incredibili, grazie Lucy e grazie a Dio. Ci mancherai ogni singolo giorno” hanno concluso.

Fonte: Fanpage

  • Diego MancinLoi

    .R.I.P. piccola Lucy, da non credente spero che tu sia veramente un angioletto.