A Torino c’è un’azienda che ha raddoppiato la tredicesima ai lavoratori

0

Alla Spea di Volpiano è stata raddoppiata la tredicesima per i lavoratori visto che gli affari vanno a meraviglia.

Gli affari vanno a gonfie vele e ai dipendenti della Spea di Volpiano, in Piemonte, i dipendenti riceveranno non una ma due tredicesime. La società, leader nel settore dei macchinari industriali per il collaudo dell’elettronica, dopo aver fatto i tradizionali auguri a dirigenti e lavoratori, ha comunicato loro che tutti i 540 dipendenti, a prescindere da ruolo e mansione, verrà elargita una doppia tredicesima, “per condividere con tutti – spiega Spea in una nota – gli utili di un anno da record”. Il premio – come racconta Repubblica – è la conseguenza degli ottimi risultati finanziari ed economici: Il 2017 si sta chiudendo con un incremento del 16 per cento sulle vendite rispetto al 2016, con oltre 100 milioni di fatturato, oltre 60 assunzioni nell’anno, più di 1.200 sistemi venduti nei cinque continenti.

Luciano Bonaria, fondatore della Spea, ha commentato: “Il merito di questi numeri va anche e soprattutto ai lavoratori”. Anche il figlio Lorenzo, 33 anni, che con lui guida l’azienda, dichiara: “Se la società opera bene e prospera, siamo felici di condividere i proventi con quanti lavorano con noi, con una competenza e un entusiasmo alla base della nostra eccellenza”. L’azienda è stata fondata nel 1976 a Volpiano ed è leader mondiale nella progettazione e produzione di macchinari per il collaudo di produzione di sensori, semiconduttori, schede e prodotti elettronici: tra i suoi committenti ci sono industrie come Apple e Samsung, ma anche società operative nel settore aerospaziale, medicale e della sicurezza. Oggi il gruppo impiega oltre 700 dipendenti a livello mondiale e investe fino al 20 per cento del fatturato in ricerca e sviluppo.

Ma se oggi gli affari vanno a gonfie vele, non è stato sempre così anche in passato. Racconta il fondatore: “All’inizio degli anni Duemila è cominciata una crisi che ha travolto molte aziende nel Torinese, anche delle nostre dimensioni. Abbiamo deciso di stringere i denti, ho detto ai miei collaboratori di guardare al futuro”. Un impulso importante è giunto dal boom dell’elettronica di consumo, in particolare smartphone e tablet: “E’ lì che è cominciata la collaborazione con Samsung e Apple che sono diventati nostri clienti: a loro forniamo i dispositivi per testare in anticipo i loro device”.

Fonte: Fanpage