Acqua potabile dal mare: il Politecnico di Torino sperimenta Saltless

0

Nell’attuale versione mesa a punto dai ricercatori torinesi, il dissalatore è in grado di fornire oltre 100 litri di acqua potabile al giorno

Ottenre acqua potabile dal mare? Grazie ad un gruppo di ricercatori del Dipartimento Energia del Politecnico di Torino ora sarà possibile. Infatti, il team hanno messo a punto un innovativo metodo di dissalazione del mare, in grado di offrire 100 litri di acqua potabile al giorno. E il tutto funziona senza bisogno di elettricità.

Saltless

Il dispositivo di chiama Saltless: l’acqua viene fatta evaporare e successivamente condensare a temperature differenti in più stadi, ottenendo così acqua perfettamente potabile. Nell’attuale versione mesa a punto dai ricercatori torinesi, il dissalatore è in grado di fornire oltre 100 litri di acqua potabile al giorno, una quantità sufficiente a soddisfare i bisogni primari di una cinquantina di persone.

Ma si tratta solo dell’inizio. Infatti in un prossimo futuro il Saltless potrà consentire di raggiungere volumi di acqua potabile ancora maggiori.

Funziona senza elettricità

Uno dei pregi del Saltless è la possibilità di alimentare il processo di dissalazione con una fonte di calore di “recupero”, anche di scarso pregio. Come riportato dall’Ansa, infatti, i ricercatori torinesi hanno studiato la possibilità di impiegare il calore normalmente dissipato inambiente dal circuito di raffreddamento o dai gas di scarico di un motore Diesel.

Fonte: interris