Bimbi si operano felici perché guidano fino alla sala operatoria VIDEO

0
La piccola Layala va in sala operatoria sulla sua porsche rosa © Radio France - Rafaela Biry-Vicente

Ecco come arrivare in sala operatoria con il sorriso e senza barella VIDEO

Andare in sala operatoria non è mai stato più divertente. Per i piccoli pazienti della chirurgia ambulatoriale dell’ospedale di Valenciennes un parco auto tutto per loro al posto di farmaci preoperatori.

Molte volte un intervento chirurgico spaventa noi adulti, immaginate cosa può provare un bambino che si trova in un ambiente sconosciuto, circondato da medici che lo visitano, portati in barelle in sala operatoria. Lo stress è sempre tanto, anche per i genitori che non vorrebbero mai vedere il proprio figlio in un ospedale.

In sala operatoria col sorriso

In Francia, all’ospedale di Valenciennes, hanno trovato un metodo molto interessante per limitare questo stress. I piccoli pazienti vanno in sala operatoria a bordo di bellissime auto. Guidano nei 50 metri di corridoio che li portano proprio davanti al blocco operatorio dove arrivano col sorriso e molto rilassati e con loro anche i genitori.

Potrebbe sembrare solo un palliativo, ma in realtà queste vetture hanno un vero significato terapeutico. Come dice il dottor Nabil Elbeki, capo del dipartimento di chirurgia: “Il nostro scopo è quello di evitare di somministrare degli ansiolitici per diminuire lo stress dell’operazione e quindi di avere un recupero più veloce”. 

Guardate voi stessi la reazione dei bambini alla vista delle auto in questo video diffuso da France 3.

Régions – Valenciennes : les enfants vont désormais à l'hôpital… en voiture électrique !

A l'hôpital de Valenciennes, fini les brancards. Les enfants se rendent désormais au bloc opératoire… en voiture électrique ! 🚗🔝Une façon ludique de réduire leur stress mais aussi leur dose de médicaments.Une vidéo de France 3 Nord Pas-de-Calais

Posted by France 3 on Thursday, January 18, 2018

L’ospedale spera di poter avere presto a disposizione altre automobiline, sia per la chirurgia tradizionale, sia per la pediatria.

Un’iniziativa che ha colpito così tanto che un imprenditore ha donato 11 vetture all’ospedale di Orléans.