Allergie in crescita: ecco come limitare i rischi in 7 consigli

0
allergie

Allergie in aumento, 7 consigli per limitarne i rischi – Il periodo delle allergie sta finendo, fortunatamente, lasciandoci alle spalle i pollini.

Ti potrebbe interessare anche Tosse allergica e allergie di primavera: ecco un modo per calmarle

Tuttavia, possiamo fare qualcosa per ridurre il rischio della insorgenza di nuove allergie, anche per quanti non ne abbiano mai sofferto in precedenza (in quanto la iper-sensibilizzazione verso agenti esterni è sempre in agguato). Ecco 7 consigli del medico.

7 consigli utili per ridurre il rischio di allergie. Farsi la doccia appena tornati a casa, capelli inclusi, in modo da ‘lavare’ via i pollini rimasti attaccati dopo una bella passeggiata all’aperto.

Lavare le lenzuola almeno una volta a settimana e non farle asciugare all’aperto. Meglio usare l’asciugatrice, se la si possiede, o stenderle in casa.

Ti potrebbe interessare anche Le lenzuola accumulano batteri, funghi, sudore e anche feci. Come dormire in un letto pulito e sicuro

Isolare il più possibile almeno la camera da letto, magari evitando di aprire le finestre, se non di primo mattino.

Avvolgere materassi e cuscini in coperture isolanti. Passare l’aspirapolvere in tutta la casa costantemente senza dimenticare tende e cuscini.

Fare il bagno anche ai caniUsare de-umidificatori e non umidificatori (questi ultimi favorirebbero la crescita di muffe che possono a loro volta aggravare le allergie).

Ecco perché soffriamo sempre di più di allergie. Sono questi alcuni dei consigli diramati in questi giorni dagli esperti americani, a fronte di una stagione di allergie intense

“Le particelle dei pollini possono viaggiare trasportate dall’aria sino 75-80 km di distanza – ha osservato Tania Elliott, direttrice e allergologa dell’associazione di medici per la prevenzione EHE – quindi anche abitando in aree urbane non si è fuori pericolo“.

Secondo Elliott, le giornate con un tasso di pollini elevato “sono in crescita e, a differenza di quanto generalmente ritenuto, ciò non accade solo con il bel tempo e il caldo.

I temporali causano un peggioramento della situazione, sollevando i pollini e disperdendoli ancora di piu’”.

Tra le altre raccomandazioni per difendersi dai pollini: usare il più possibile l’aria condizionata e tenere le finestre sbarrate. Fonte: SoluzioniBio