Anna, la ragazza che combatte il cancro e da Instagram insegna: “si può guarire, non bisogna arrendersi!”

0

Anna racconta su Instagram la sua battaglia (a colori) contro il cancro

  • di Silvia Lucchetti

Cancer fighter c’è scritto sul suo profilo perché da quando il “bastardo” l’ha colpita lei è diventata una guerriera piena di coraggio e voglia di vivere!

Anna ha 29 anni, un anno meno di me. Siamo coetanee, apparteniamo alla stessa generazione, anche solo per questo motivo la sento vicina. Anna è un architetto ma è anche una guerriera, come ha scritto sul suo profilo Instagram: Cancer fighterIl nemico da battere è il linfoma di Hodgkin (il “bastardo” come lo chiama lei) che attacca i linfonodi e colpisce maggiormente le persone tra i 20 e i 40 anni.

Ninaintown

Infatti proprio sul social più amato Anna Francesca FioraNinaintownracconta da qualche mese la sua vita con il cancro, un diario fotografico che narra ciò che prova, i momenti belli, quelli insopportabili, la paura, tutto sempre con un’inarrestabile grinta, grande ironia, tanta speranza e voglia di vivere! Anzi, di vincere!

• HODGKIN day 121 • Don’t be bothered by the photo. Yep, it’s me with all my chrome dome preparing myself to take shower, don’t you see how fiery I wear my PICC-cover? Well that cool silicone condom protect my heplock from water and the infections that come from within, I would like to take away those from my heart! Why am I so fierce? Well for the first time I wore all pieces of the kit, went in the shower, started relaxing and enjoyed five minutes of hot water and warmth. It was months I haven’t felt a relaxing sensation, peace and tranquility! Shower is the new spa!!! 🌈🦄 unicorns for everybody 🦄🌈 • HODGKIN giorno 121 • Non lasciatevi impressionare dalla foto. Sì sono io che in tutta la mia pelataggine mi appresto a farmi la doccia, vedete come porto fiera il mio copriPICC? Ecco, quel simpatico profilattico di silicone protegge il mio accesso venoso dall’acqua e dalle possibili infezioni che sono portate da essa è che vorrei tanto tenere lontano dal mio cuore. Perché sono così fiera? Perché per la prima volta ho indossato tutti e tre i pezzi del kit, sono entrata in doccia, mi sono rilassata e mi sono goduta 5 minuti di acqua calda e tepore. Erano mesi che non provavo una sensazione di rilassatezza e tranquillità così! Doccia is the new terme!!! 🌈🦄 Unicorni a tutti 🦄🌈 #unicornpower #ColourLifeAgainstCancer #fighforlife #bestrong #bepositive #positivity #positivevibes #positivethinking #positivelife #forgetcancer #igers #iger #igersitalia #igerstorino #volgo #volgoitalia #cancermenot #ilcancrononmiferma #neverstop #instapic #photooftheday #cancerlife #lovelife #keepfighting #keepsmiling #joy #unicornsquad

A post shared by Nina Francesca (@ninaintown) on

Scorrendo i suoi post gli occhi vengono catturati dai colori pieni, accesi e vivaci anche nelle immagini più delicate… dove la tristezza dovrebbe avere la meglio con le sue tonalità buie, spente, piatte.

• HODGKIN day 124 • In this past weeks my body started to feel more painful, weaker and overall unstable. My muscles have lost their tonicity and my lungs, even if I’ve started to breath again regularly, gasped when I start to move or walk normally. So, on the osteopath’s suggestion, I’ve started a little workout. I do it every morning, it’s based on a few exercises to help my spine to relieve some stress, pain, to help my leg to stand my weight and to help saving my leftover balance (unfortunately I’m goofy for nature so imagine me more wobbly, isn’t that funny?!) 😂 🌈🦄 unicorns for everybody 🦄🌈 • HODGKIN giorno 124 • In queste settimane il mio corpo ha intrapreso un processo di decadimento, è più dolorante, più debole e decisamente instabile (già di base non che fosse un granché 😜). I muscoli stanno perdendo la loro tonicità, i miei polmoni (anche se ho ricominciato a respirare normalmente) mi fanno rimanere senza fiato appena mi muovo o faccio quattro passi. Quindi sotto suggerimento della mia osteopata di fiducia (grazie Marta) ho cominciato dei piccoli allenamenti quotidiani composti di pochi e semplici esercizi per aiutare la mia schiena a drizzarsi ed essere meno dolorante e per aiutare le mie gambe a sorreggere il mio peso e smettere di fare Giacomo Giacomo (che già sono goffa, scoordinata e maldestra di mio, figurati ora!!! 😜😂) 🌈🦄 Unicorni a tutti 🦄🌈 #unicornpower #ColourLifeAgainstCancer #fighforlife #bestrong #bepositive #positivity #positivevibes #positivethinking #positivelife #forgetcancer #igers #iger #igersitalia #volgo #volgoitalia #cancermenot #workout #ilcancrononmiferma #neverstop #instapic #photooftheday #cancerlife #lovelife #keepfighting #keepsmiling #joy #unicornsquad photocredits @drmax66 versione drone

A post shared by Nina Francesca (@ninaintown) on

Nell’intervista al Corriere della Sera  Anna racconta che alcuni medici l’hanno contattata per congratularsi con lei per il messaggio che attraverso il suo profilo Instagram condivide: “si può guarire, non bisogna arrendersi!”.

«Alcuni medici specializzandi lo hanno visto e mi hanno scritto. Mi hanno detto che quello che faccio è molto bello e può davvero essere utile a chi è nella mia stessa situazione» (Corriere.it).

Colora la vita contro il cancro… per aiutare anche gli altri!

E questo è stato proprio il pensiero che ha attraversato la mente della giovane la sera prima di cominciare la chemioterapia. Il nome del suo progetto? «Colour life against cancer», «Colora la vita contro il cancro», ve lo avevo detto che ama i colori!

«Perché questo nome? L’ho scelto perché a me piacciono tanto i colori e dopo aver visto la lastra del mio corpo in bianco e nero me ne sono innamorata ancora di più. Le sfumature sono un simbolo di positività, come d’altra parte, lo sono le fotografie. Pubblicare questi post quotidiani è diventato, per me, un esercizio di ottimismo che mi auguro possa essere d’aiuto anche ad altri» (Corriere.it).

Il Nilo sul braccio

«È stato il mio fidanzato, Federico, laureato in Medicina, ad accorgersi che qualcosa non andava. Mi si era ingrossata una vena. È come se mi fosse comparso il Nilo sul braccio. Ero in vacanza. Nemmeno un mese dopo sono entrata in reparto per cominciare le terapie, dato che questa non è una malattia operabile». (Corriere.it)

E così la giovane ha cominciato il suo percorso all’ospedale le Molinette e la sua vita è cambiata, nausea, stanchezza, dolori, paure. Anna ha smesso di andare a cavallo ma continua a lavorare quando può. I capelli li ha tagliati prima che cadessero ma ha fatto arrivare Ines dal Giappone, la sua super parrucca rossa!

«A lavorare ci vado, tutte le volte che sto meglio, ma l’equitazione no, quella per il momento ho dovuto sospenderla del tutto per colpa del bastardo. Eh sì, per quanto cerchi di tenermi su, ogni tanto non posso che chiamare così il tumore» (Corriere.it).

“Anna bello sguardo”

“Anna bello sguardo” cantava Lucio Dalla e guardando questa foto ho pensato ai versi di quella splendida canzone. “I miei occhi sono rimasti gli stessi” scrive Anna commentando la sua foto. E dagli occhi emerge il suo coraggio, l’energia, la tenacia, la dolcezza!

Scorrendo le foto restano impresse quelle di Natale e Capodanno. C’è gioia, riconoscenza, gratitudine nelle immagini e nelle parole che le accompagnano. Perché gli occhi di Anna non sono cambiati ma il modo di vedere le così sì, “e questo è un dono” davvero!

• HODGKIN day 120 • If you ever had cancer, or some kind of serious illnesses, you may start to ask yourself: am I still the same? How will I change? Will I like my new self? I’ve not the answer yet, but I know that my eyes are the same but non my eyesight, my prospect and my outlook. That’s a gift! 🌈🦄 unicorns for everybody 🦄🌈 • HODGKIN giorno 120 • Se avete mai avuto un cancro, o una grave malattia, potreste cominciare a chiedervi: sono la stessa persona di “prima”? Sono cambiata? Cambierò? E come? Mi piacerà la persona che diventerò? Ebbene, non ho ancora la risposta, forse non la avrò mai (forse solo Buddha l’aveva), ma so che i miei occhi sono rimasti gli stessi; quello che è cambiata è la mia vista, la mia prospettiva ed il modo di vedere le cose. E questo è un dono! 🌈🦄 Unicorni a tutti 🦄🌈 #unicornpower #ColourLifeAgainstCancer #fighforlife #bestrong #bepositive #positivity #positivevibes #positivethinking #positivelife #forgetcancer #igers #iger #igersitalia #igerstorino #volgo #volgoitalia #cancermenot #ilcancrononmiferma #neverstop #instapic #photooftheday #cancerlife #lovelife #keepfighting #keepsmiling #joy #unicornsquad

A post shared by Nina Francesca (@ninaintown) on

Fonte: Aleteia