Arriva il sistema che salva i bimbi dimenticati in auto

0
  • di Milena Castigli

Sono numerosi i casi che hanno visto coinvolti dei bambini lasciati inconsapevolmente in auto dai genitori; oppure che si sono chiusi da soli all’interno dell’abitacolo rimanendo bloccati per ore. Alcuni di questi incidenti sono purtroppo finiti in tragedia: nei soli Stati Uniti, dall’inizio dell’anno, sono morti già 38 minori.

Rear Occupant Alert

Una statistica diffusa da Hyundai Usa evidenzia come dall’analisi degli 800 decessi di questo tipo, avvenuti da 1994 ad oggi, risulti che nel 55% dei casi il genitore o i genitori fossero completamente ignari della presenza del figlio all’interno dell’auto. Per risolvere questo problema, la casa automobilistica coreana ha creato un sistema di allarme denominato “Rear Occupant Alert” che avvisa della presenza di bimbi lasciati incustoditi sui sedili posteriori dell’auto.

Sensore ad ultrasuoni

Come spiega la stessa Hyundai, il sistema utilizza un sensore ad ultrasuoni che capta i movimenti sui sedili posteriori.

Quando il veicolo viene spento, avverte il guidatore con un messaggio sul cruscotto di controllare prima di scendere. Inoltre, se il sistema continua a captare dei movimenti dopo che il guidatore ha lasciato il veicolo, viene inviato un avviso sul suo smartphone e al contempo il sistema fa suonare il clacson e aziona i lampeggianti della macchina in sosta. Hyundai adotterà questa tecnologia sui propri modelli già a partire dal 2019. Una valida idea per salvare vite che andrebbe adottata anche dalle altre case automobilistiche. L’esperienza insegna che la prudenza, in auto, non è mai troppa.

fonte: interris