Bari, sbatte contro una vetrata di casa: madre 20enne muore dissanguata e lascia bimba di 2 mesi

0
  • di Ida Artiaco

La ragazza, mamma di una bimba di 2 mesi, è andata a finire contro la vetrata del portone d’ingresso della sua abitazione, forse dopo essere scivolata. I pezzi di vetro hanno reciso l’arteria femorale e per lei non c’è stato nulla da fare. Sul caso indagano i carabinieri.

Tragedia a Catino, quartiere periferico di Bari, dove una giovane mamma, di appena 20 anni, è morta dissanguata dopo essere andata a finire contro la vetrata del portone d’ingresso della sua abitazione. Ancora ignota la dinamica di quanto successo nella tarda serata di sabato 6 gennaio: la donna potrebbe essere scivolata o inciampata mentre indossava un paio di scarpe col tacco.

La giovane è arrivata in condizioni critiche al pronto soccorso dell’ospedale San Paolo, accompagnata dai parenti.

La rottura della vetrata le ha tagliato di netto l’arteria femorale, provocando una copiosa fuoriuscita del sangue. Ma i tentativi dei medici di salvarle la vita si sono rivelati inutili. Dopo qualche ora, infatti, alle prime luci dell’alba è deceduta. All’incidente ha assistito il marito della ragazza, 22 anni, che è arrivato con lei in ospedale in stato di choc. La coppia ha avuto solo due mesi fa una bambina, che non potrà mai conoscere la sua mamma. Su quello che è accaduto sono ora in corso le indagini dei carabinieri del comando provinciale di Bari, che al momento, tuttavia, sono propensi a ritenere si sia trattato di una tragica fatalità. Secondo gli inquirenti, non vi sarebbero elementi per ritenere che la vittima sia stata in qualche modo spinta contro la vetrata. Ma, per fare luce sulla tragedia, continueranno ancora nei prossimi giorni gli interrogatori a testimoni e familiari.

Fonte: fanpage.it