Il dott Burioni deriso dal web, leggete cosa ha scritto!

63

Il dott. Burioni, divenuto celebre per le sue “sparate” sul web, ne ha combinata un’altra.

Questa volta pur di difendere l’obbligo vaccinale si esibisce in un paragone che fa scattare immediatamente la reazione del web.

In questo post ha paragonato i vaccini alle gomme invernali per le auto, tra tutti i post sul web di risposta a questa uscita ne abbiamo scelti due:

Per la serie “le stupidaggini non hanno mai fine”, ecco l’ultima chicca del caro prof., che usa il parallelo “gommistico” per spiegare, a modo suo, perchè 12 o 13 vaccini insieme non sono pericolosi e anzi vanno fatti!

Soprassiedo sul fatto che ho un amico che lavorava in Abarth reparto corse e uno zio che per un pò ha corso nei rally, eprchè basta molto ma molto meno per far capire la stupidata stratosferica che è stata detta e come l’esempio, oltre a non c’entrare nulla, confuta la sua tesi e avvalora la tesi di chi ha dubbi sui vaccini multipli e chi promulga la terapia personalizzata!

Se io ho una fiat panda, dubito di poter montare delle gomme adatte a un range rover!

Ogni pneumatico è progettato per svolgere al meglio il servizio su quella particolare vettura, quindi oltre ad essere adatta a peso, dimensioni e velocità, è adattato anche a tipo di autovettura (se da città, se sportiva, se fuoristrada, ecc.)..

Approfitto poi di questo per riportare una frase che stanotte, in sogno, ho detto proprio al caro prof.: “come il prof. Genovesi è un pò meno di Dio (cit. di Luc Montagnier), lei con i suoi atteggiamenti si dimostra un pò meno di un essere umano!” 😉 (Diego T.)

E ancora:

IL MIO GOMMISTA.
Il mio gommista è molto simpatico .
Il mio gommista è molto esperto .
Il mio gommista è molto professionale .
Il mio gommista controlla anche dischi e freni .
Il mio gommista monta 4 gomme ..no 10 o 12 .
Il mio gommista mi consiglia non obbliga .
Il mio gommista non sperimenta pneumatici sulla mia auto .
Il mio gommista mi da ottime informazioni.
Il mio gommista monta gomme adatte ad ogni tipo di auto .
Il mio gommista mi invita sempre alla prudenza con i pneumatici appena montati.
Il mio gommista mi invita sempre a controlli periodici.
Il mio gommista tiene alla mia incolumità e a quella della mia famiglia .
Il mio gommista in caso di forature non mi abbandona in mezzo alla strada .
Il mio gommista è sempre disponibile .
Il mio gommista è responsabile del suo lavoro .
Il mio gommista non fa paragoni .
Il mio gommista è molto onesto .
Io mi FIDO del mio gommista …(S.Scarpeccio)

Insomma anche questa volta una figuraccia per il dottore.

 

  • First, let’s get a little historical perspective on American health care. This is not intended to be an exhausted look into that history but it will give us an appreciation of how the health care system and our expectations for it developed. What drove costs higher and higher?

    To begin, let’s turn to the American civil war. In that war, dated tactics and the carnage inflicted by modern weapons of the era combined to cause ghastly results. Not generally known is that most of the deaths on both sides of that war were not the result of actual combat but to what happened after a battlefield wound was inflicted. To begin with, evacuation of the wounded moved at a snail’s pace and this caused severe delays in treating the wounded. Secondly, many wounds were subjected to wound care, related surgeries and/or amputations of the affected limbs and this often resulted in the onset of massive infection. So you might survive a battle wound only to die at the hands of medical care providers who although well-intentioned, their interventions were often quite lethal. High death tolls can also be ascribed to everyday sicknesses and diseases in a time when no antibiotics existed. In total something like 600,000 deaths occurred from all causes, over 2% of the U.S. population at the time!

    Let’s skip to the first half of the 20th century for some additional perspective and to bring us up to more modern times. After the civil war there were steady improvements in American medicine in both the understanding and treatment of certain diseases, new surgical techniques and in physician education and training. But for the most part the best that doctors could offer their patients was a “wait and see” approach. Medicine could handle bone fractures and increasingly attempt risky surgeries (now largely performed in sterile surgical environments) but medicines were not yet available to handle serious illnesses. The majority of deaths remained the result of untreatable conditions such as tuberculosis, pneumonia, scarlet fever and measles and/or related complications. Doctors were increasingly aware of heart and vascular conditions, and cancer but they had almost nothing with which to treat these conditions.

    This very basic review of American medical history helps us to understand that until quite recently (around the 1950’s) we had virtually no technologies with which to treat serious or even minor ailments. Here is a critical point we need to understand; “nothing to treat you with means that visits to the doctor if at all were relegated to emergencies so in such a scenario costs are curtailed. The simple fact is that there was little for doctors to offer and therefore virtually nothing to drive health care spending. A second factor holding down costs was that medical treatments that were provided were paid for out-of-pocket, meaning by way of an individuals personal resources. There was no such thing as health insurance and certainly not health insurance paid by an employer. Except for the very destitute who were lucky to find their way into a charity hospital, health care costs were the responsibility of the individual.

    What does health care insurance have to do with health care costs? Its impact on health care costs has been, and remains to this day, absolutely enormous. When health insurance for individuals and families emerged as a means for corporations to escape wage freezes and to attract and retain employees after World War II, almost overnight a great pool of money became available to pay for health care. Money, as a result of the availability of billions of dollars from health insurance pools, encouraged an innovative America to increase medical research efforts. More Americans became insured not only through private, employer sponsored health insurance but through increased government funding that created Medicare and Medicaid (1965). In addition funding became available for expanded veterans health care benefits. Finding a cure for almost anything has consequently become very lucrative. This is also the primary reason for the vast array of treatments we have available today.

    I do not wish to convey that medical innovations are a bad thing. Think of the tens of millions of lives that have been saved, extended, enhanced and made more productive as a result. But with a funding source grown to its current magnitude (hundreds of billions of dollars annually) upward pressure on health care costs are inevitable. Doctor’s offer and most of us demand and get access to the latest available health care technology in the form of pharmaceuticals, medical devices, diagnostic tools and surgical procedures. So the result is that there is more health care to spend our money on and until very recently most of us were insured and the costs were largely covered by a third-party (government, employers). Add an insatiable and unrealistic public demand for access and treatment and we have the “perfect storm” for higher and higher health care costs. And by and large the storm is only intensifying.

    At this point, let’s turn to the key questions that will lead us into a review and hopefully a better understanding of the health care reform proposals in the news today. Is the current trajectory of U.S. health care spending sustainable? Can America maintain its world competitiveness when 16%, heading for 20% of our gross national product is being spent on health care? What are the other industrialized countries spending on health care and is it even close to these numbers? When we add politics and an election year to the debate, information to help us answer these questions become critical. We need to spend some effort in understanding health care and sorting out how we think about it. Properly armed we can more intelligently determine whether certain health care proposals might solve or worsen some of these problems. What can be done about the challenges? How can we as individuals contribute to the solutions?

    The Obama health care plan is complex for sure – I have never seen a health care plan that isn’t. But through a variety of programs his plan attempts to deal with a) increasing the number of American that are covered by adequate insurance (almost 50 million are not), and b) managing costs in such a manner that quality and our access to health care is not adversely affected. Republicans seek to achieve these same basic and broad goals, but their approach is proposed as being more market driven than government driven. Let’s look at what the Obama plan does to accomplish the two objectives above. Remember, by the way, that his plan was passed by congress, and begins to seriously kick-in starting in 2014. So this is the direction we are currently taking as we attempt to reform health care.

    Through insurance exchanges and an expansion of Medicaid,the Obama plan dramatically expands the number of Americans that will be covered by health insurance.

    To cover the cost of this expansion the plan requires everyone to have health insurance with a penalty to be paid if we don’t comply. It will purportedly send money to the states to cover those individuals added to state-based Medicaid programs.

    To cover the added costs there were a number of new taxes introduced, one being a 2.5% tax on new medical technologies and another increases taxes on interest and dividend income for wealthier Americans.

    The Obama plan also uses concepts such as evidence-based medicine, accountable care organizations, comparative effectiveness research and reduced reimbursement to health care providers (doctors and hospitals) to control costs.

    The insurance mandate covered by points 1 and 2 above is a worthy goal and most industrialized countries outside of the U.S. provide “free” (paid for by rather high individual and corporate taxes) health care to most if not all of their citizens. It is important to note, however, that there are a number of restrictions for which many Americans would be culturally unprepared. Here is the primary controversial aspect of the Obama plan, the insurance mandate. The U.S. Supreme Court recently decided to hear arguments as to the constitutionality of the health insurance mandate as a result of a petition by 26 states attorney’s general that congress exceeded its authority under the commerce clause of the U.S. constitution by passing this element of the plan. The problem is that if the Supreme Court should rule against the mandate, it is generally believed that the Obama plan as we know it is doomed. This is because its major goal of providing health insurance to all would be severely limited if not terminated altogether by such a decision.

    As you would guess, the taxes covered by point 3 above are rather unpopular with those entities and individuals that have to pay them. Medical device companies, pharmaceutical companies, hospitals, doctors and insurance companies all had to “give up” something that would either create new revenue or would reduce costs within their spheres of control. As an example, Stryker Corporation, a large medical device company, recently announced at least a 1,000 employee reduction in part to cover these new fees. This is being experienced by other medical device companies and pharmaceutical companies as well. The reduction in good paying jobs in these sectors and in the hospital sector may rise as former cost structures will have to be dealt with in order to accommodate the reduced rate of reimbursement to hospitals. Over the next ten years some estimates put the cost reductions to hospitals and physicians at half a trillion dollars and this will flow directly to and affect the companies that supply hospitals and doctors with the latest medical technologies. None of this is to say that efficiencies will not be realized by these changes or that other jobs will in turn be created but this will represent painful change for a while. It helps us to understand that health care reform does have an effect both positive and negative.

    Finally, the Obama plan seeks to change the way medical decisions are made. While clinical and basic research underpins almost everything done in medicine today, doctors are creatures of habit like the rest of us and their training and day-to-day experiences dictate to a great extent how they go about diagnosing and treating our conditions. Enter the concept of evidence-based medicine and comparative effectiveness research. Both of these seek to develop and utilize data bases from electronic health records and other sources to give better and more timely information and feedback to physicians as to the outcomes and costs of the treatments they are providing. There is great waste in health care today, estimated at perhaps a third of an over 2 trillion dollar health care spend annually. Imagine the savings that are possible from a reduction in unnecessary test and procedures that do not compare favorably with health care interventions that are better documented as effective. Now the Republicans and others don’t generally like these ideas as they tend to characterize them as “big government control” of your and my health care. But to be fair, regardless of their political persuasions, most people who understand health care at all, know that better data for the purposes described above will be crucial to getting health care efficiencies, patient safety and costs headed in the right direction.

    A brief review of how Republicans and more conservative individuals think about health care reform. I believe they would agree that costs must come under control and that more, not fewer Americans should have access to health care regardless of their ability to pay. But the main difference is that these folks see market forces and competition as the way to creating the cost reductions and efficiencies we need. There are a number of ideas with regard to driving more competition among health insurance companies and health care providers (doctors and hospitals) so that the consumer would begin to drive cost down by the choices we make. This works in many sectors of our economy but this formula has shown that improvements are illusive when applied to health care. Primarily the problem is that health care choices are difficult even for those who understand it and are connected. The general population, however, is not so informed and besides we have all been brought up to “go to the doctor” when we feel it is necessary and we also have a cultural heritage that has engendered within most of us the feeling that health care is something that is just there and there really isn’t any reason not to access it for whatever the reason and worse we all feel that there is nothing we can do to affect its costs to insure its availability to those with serious problems.

    OK, this article was not intended to be an exhaustive study as I needed to keep it short in an attempt to hold my audience’s attention and to leave some room for discussing what we can do contribute mightily to solving some of the problems. First we must understand that the dollars available for health care are not limitless. Any changes that are put in place to provide better insurance coverage and access to care will cost more. And somehow we have to find the revenues to pay for these changes. At the same time we have to pay less for medical treatments and procedures and do something to restrict the availability of unproven or poorly documented treatments as we are the highest cost health care system in the world and don’t necessarily have the best results in terms of longevity or avoiding chronic diseases much earlier than necessary.

    I believe that we need a revolutionary change in the way we think about health care, its availability, its costs and who pays for it. And if you think I am about to say we should arbitrarily and drastically reduce spending on health care you would be wrong. Here it is fellow citizens – health care spending needs to be preserved and protected for those who need it. And to free up these dollars those of us who don’t need it or can delay it or avoid it need to act. First, we need to convince our politicians that this country needs sustained public education with regard to the value of preventive health strategies. This should be a top priority and it has worked to reduce the number of U.S. smokers for example. If prevention were to take hold, it is reasonable to assume that those needing health care for the myriad of life style engendered chronic diseases would decrease dramatically. Millions of Americans are experiencing these diseases far earlier than in decades past and much of this is due to poor life style choices. This change alone would free up plenty of money to handle the health care costs of those in dire need of treatment, whether due to an acute emergency or chronic condition.

    Let’s go deeper on the first issue. Most of us refuse do something about implementing basic wellness strategies into our daily lives. We don’t exercise but we offer a lot of excuses. We don’t eat right but we offer a lot of excuses. We smoke and/or we drink alcohol to excess and we offer a lot of excuses as to why we can’t do anything about managing these known to be destructive personal health habits. We don’t take advantage of preventive health check-ups that look at blood pressure, cholesterol readings and body weight but we offer a lot of excuses. In short we neglect these things and the result is that we succumb much earlier than necessary to chronic diseases like heart problems, diabetes and high blood pressure. We wind up accessing doctors for these and more routine matters because “health care is there” and somehow we think we have no responsibility for reducing our demand on it.

    It is difficult for us to listen to these truths but easy to blame the sick. Maybe they should take better care of themselves! Well, that might be true or maybe they have a genetic condition and they have become among the unfortunate through absolutely no fault of their own. But the point is that you and I can implement personalized preventive disease measures as a way of dramatically improving health care access for others while reducing its costs. It is far better to be productive by doing something we can control then shifting the blame.

    There are a huge number of free web sites available that can steer us to a more healthful life style. A soon as you can, “Google” “preventive health care strategies”, look up your local hospital’s web site and you will find more than enough help to get you started. Finally, there is a lot to think about here and I have tried to outline the challenges but also the very powerful effect we could have on preserving the best of America’s health care system now and into the future. I am anxious to hear from you and until then – take charge and increase your chances for good health while making sure that health care is there when we need it.

  • Aura Celeste

    Colgo l’occasione per lasciare anche la mia personalissima riflessione in merito a questo tema visto che sulla pagina del Prof sono stata nuovamente bannata.

    Secondo la scienza il corpo umano è paragonabile ad un’auto e i farmaci sono tutti quegli accessori che servono al veicolo per funzionare.
    Facciamo chiarezza ed ampliamo questo paragone:
    il corpo fisico è simile ad un’automobile, può essere di vari modelli e colori, più o meno funzionale, con più o meno accessori ecc.
    Se l’auto rappresenta il corpo fisico, il computer di bordo rappresenta la coscienza, il pilota automatico rappresenta la mente, il motore rappresenta il cuore, il carburante rappresenta l’energia vitale, la chiave d’accensione rappresenta la Scintilla Divina, il guidatore rappresenta lo Spirito e il co-pilota rappresenta l’anima.
    Ebbene, la scienza deve ammettere che senza il guidatore e senza la chiave di accensione con il relativo carburante qualsiasi mezzo non potrebbe muoversi, animarsi ovvero esistere pertanto è evidente che la medicina ufficiale si concentra solamente sulla carrozzeria esterna ma non riesce ad arrivare al nucleo centrale: il guidatore.
    I farmaci sono tutti quei ricambi di cui l’auto/corpo necessita per riuscire a viaggiare ma spesso succede che capitino degli incidenti più o meno gravi in cui l’auto è costretta a fermarsi; a volte i danni sono riparabili a volte no.
    Succede anche che l’auto possa misteriosamente non “camminare” più sebbene non si noti nessun problema, e qui la scienza dovrebbe chiedersi: perchè?
    Quello che ci si deve domandare è: l’auto non funziona più per cause esterne o interne?
    Ma soprattutto dovrebbe scoprire cosa succede al guidatore e al suo co-pilota.
    Per non dilungarmi arrivo al “dunque”
    Cosa succede quando un’auto si ferma per sempre?
    Immaginiamo che la nostra esistenza sia una corsa di Rally Dakar, non c’è una sola partenza nè un solo arrivo; inoltre non tutte le auto riescono a finire la corsa nonostante siano nuove, equipaggiate con i migliori pneumatici e muniti di airbag, cinture e navigatore satellitare.
    Ad un certo punto il pilota abbandona l’auto o viene sbalzato fuori ma l’auto continua a viaggiare, c’è ancora il co-pilota con la chiave inserita e il carburante sufficiente ma ad un certo punto anche lui abbandonerà il veicolo azionando il pilota automatico e l’automobile continuerà a correre finchè si schianterà (o esaurirà il carburante) terminando la sua gara.
    Di chi sarà colpa se quest’auto non arriverà al traguardo?
    Quali saranno le cause della sua FINE?
    Tutti formuleranno le loro teorie, c’è chi incolperà gli organizzatori del Rally, chi invece darà la colpa alla casa automobilistica, chi ai fornitori di ricambi, chi ai meccanici o ai benzinai… insomma sarà un rimbalzo di colpi bassi, di accuse e smentite, di liti e pianti, di urla e di pugni.
    La verità è che il destino di un’auto dipende dal suo proprietario (spirito) e da chi lo guida (anima), che poi si intromettano forze occulte è evidente oramai; certo farà differenza per il guidatore aver scelto di lasciare volontariamente la propria auto oppure essere stato costretto da cause “esterne”.
    Tutta questa filippica per cercare di spiegarvi che ognuno di noi è un Essere spirituale che ha un suo percorso da fare e che esso può allungarsi o abbreviarsi a seconda dei legami che stabilisce durante il suo viaggio: le malattie non sono altro che degli ostacoli da superare (ci sono auto che ci riescono e altre no) ma il fatto che un veicolo rimanga incidentato non vuol dire che il pilota non potrà in futuro procurarsi un altro mezzo per riprendere la sua gara.
    Ci sarebbe molto altro da scrivere ma preferisco fermarmi qui.
    Ringrazio i titolari del blog per avermi dato la possibilità di manifestare i miei pensieri (ai più incomprensibili), vi auguro buon proseguimento.
    Cordiali saluti.

  • Aura Celeste

    Il Dio dell’Amore ha dato un solo comandamento: Amatevi gli uni con gli altri come Io ho amato voi!
    Il dio di Burioni ha dato i dieci comandamenti ma i suoi figli non ne hanno rispettato nemmeno uno… e continuano a fregarsene dei loro fratelli e delle loro sorelle.
    Una scienza senza compassione non è Scienza!
    Una scienza senza comunione non è Scienza!
    Una scienza senza umiltà non è Scienza!
    Una scienza senza violenza non è Scienza!
    Una scienza senza purezza non è Scienza!
    Una scienza senza spiritualità non è Scienza!
    Una scienza senza Verità non è Scienza!
    Una scienza senza libertà non è Scienza!

    La deriva dei tempi è alle porte, un nuovo diluvio universale si abbatterà su questa civiltà per mano della mente inferiore che si ostina a farla da padrona, e a nulla serviranno le lacrime accorate delle mamme disperate.
    C’è un solo modo per sfuggire a questi falsi scribi e falsi farisei: stop alle nascite!
    Ci sono altre vie di evoluzione, non bisogna per forza incarnarsi in questa realtà diabolica per crescere spiritualmente.

    • marcopoli17

      Ecco brava, perche non ti metti avanti e procedi ad una nuova incarnazione.

      • Aura Celeste

        Ti rispondo per cortesia e poi ti lascio pontificare all’alto del tuo scranno, io con i motociclisti non ho un buon rapporto, li ho sempre evitati perché mi incutevano paura.
        Io non procederò ad una nuova incarnazione (almeno lo spero) e vorrei tanto che anche voi riusciste a comprendere che siamo in una realtà orribile, dove regnano confusione, violenza, odio, falsità ed orrori.
        Se pensi che stia scrivendo tutto questo per dare aria alla tastiera ti sbagli di grosso, comunque sei libero di pensarlo.
        Adesso, gentilmente, ritornate a casa dal vostro Maicol che si starà chiedendo dove siete finiti.
        Ciao

        • marcopoli17

          Purtroppo sono solo un ex motociclista anche se non vedo cosa c’entri.
          Questa realtà fa schifo anche perche c’è gente come te.
          Comunque non ti preoccupare non abbiamo lasciato butac, siamo capaci di spaziare a tutto campo.

          • Aura Celeste

            E lo so, come spaziate voi 😉
            Credo che in una vita precedente abbiamo avuto delle incomprensioni, non le abbiamo risolte e forse ci stiamo provando ora ma comprenderai che io ho il mio bagaglio formativo e tu il tuo, non sarà possibile che ci capiamo ma almeno tollerarci un pò.
            Io non farei mai nulla per causarti dolore volontariamente ma questo mondo ci mette sempre alla prova e a volte per istinto di sopravvivenza siamo costretti a fare delle scelte che possono risultare dannose per il prossimo… cercherò di nuocerti il meno possibile in attesa di volare via.
            Ciao

          • marcopoli17

            Non nuoci a me direttamente, altrimenti agirei in maniera più risoluta, ma i deliri tuoi e dei tuoi compari sono deleteri in generale quindi controbbatterti è un imperativo sociale.

    • Elia Marin

      Fortunatamente la scienza se ne frega di quello che credi

      • Aura Celeste

        Elia, Elia, perché mi perseguiti?
        Un giorno sentirai anche tu quella voce che ti richiamerà al risveglio e tutto apparirà per ciò che è realmente, in spirito e verità.
        E la vera Scienza tiene conto dell’unità di tutte le cose, dell’interiorità, dell’Energia, della scintilla divina che è presente in tutto ciò che vibra… solo allora la scienza sarà perfetta.
        Per quanto mi riguarda sei libero di sperimentare, è un tuo diritto e a tempo debito ne trarrai le tue considerazioni: vorrei che anche chi la pensa all’opposto avesse lo stesso diritto.
        Che mi dici dei vari componenti dei vaccini WI-38, MRC-5, VERO, HIGH FIVE CELLS, SV-40… sei davvero sicuro che dietro la modificazione del DNA non si nascondano entità occulte che vogliono modificare la vita umana (e non) ?!?

        Complimenti per l’articolo su Butac però da te mi aspetto di più.
        Ciao.

        • Elia Marin

          Non puoi chiamare “vera Scienza” quello che pare a te, non te lo permetto, è offensivo per tutti coloro che la scienza la fanno davvero. E se mi offendi perdo la mia naturale bontà. Chiamala come vuoi, ma non usare nomi che non capisci per definire la tua visione cotonata delle cose.

          • Aura Celeste

            La tua scienza non è perfetta e spesso si tinge di nero, il marcio esiste anche nella medicina e negarlo vi rende complice di quello schifo che piano piano sta venendo a galla.
            Una scienza che nega i suoi danni non è vera scienza e se tu la difendi non sei meglio di quelli che hanno provocato questi danni.
            Guarda bene cosa fa la malascienza, guarda e poi cerca di trovare le soluzioni senza additare chi sta provando ad aiutare queste anime cadute in disgrazia.
            Una scienza che fa dei danni dovrebbe almeno pagare, e non con i nostri soldi, troppo comodo fare i propri interessi e negare che ci siano i problemi e quando vengono smascherati pretondono che siano i vari SSN a pagare… NO, io mi ribello a questa malascienza corrotta e insensibile, falsa e meschina.
            Io sto con queste famiglie: più verità e meno obblighi.

            https://www.youtube.com/watch?v=eEs8-gZtgn4

          • Signor Carunchio

            …e poi ho incontrato Bronson,
            l’amico che non avevo…

            Ciao Brons Laura, quanto tempo! Come va?

            https://uploads.disquscdn.com/images/a6e586f618813767b365b8d16f902c4db42bb23f668f0eddfc073395a79c2970.png

          • Aura Celeste

            Come vuoi che vada… bannata di qua, bannata di là.
            Burioni mi ha eliminata, Di Grazia mi ha scaraventato oltre, Puente ha chiesto aiuto per liberarsi di me.
            Non c’è un posto dove appoggiare il mio capo, mi chiudono le porte in faccia perché non vogliono accogliere la Luce della Verità.
            Ma vado avanti, una mangiatoia la trovo di sicuro e non avrò timore degli animali che incontrerò, esse sono anime mansuete che sanno riconoscere i puri di cuore.
            Ti saluto, o sommo vate, ti lascio alla mia amica Gioia

          • Elia Marin

            Non hai idea di quanto mi dispiaccia dirtelo, ma mi fermo qui. Da ora in avanti sei libera, puoi scrivere quello che vuoi, non perderò più tempo a cercare di spiegarti le cose. Sii fiera della tua arrogante vittoria, non cedo spesso il passo.

          • Aura Celeste

            Credi che non soffra di tutto questo?!?
            Credi che mi piaccia stare qui a scivere?!?
            Io non sono arrogante sono solo stanca di piangere!
            E quando un’individuo soffre ad un certo punto per non impazzire si ribella: o con la rabbia o con il risveglio della Coscienza.
            Quello che non riesco ad accettare è che gran parte della scienza, della politica, delle istituzioni continuino a negare gli effetti avversi di certe pratiche mediche: se si assumessero le loro responsabilità ci sarebbe un clima più disteso e fiducioso, ma così non è.
            Perchè continuare a dire che le reazioni avverse sono rare quando ci sono le prove tangibili che sono in forte aumento?!?
            Io ti voglio bene e credo che in cuor tuo tu lo sappia ma voglio bene anche a tutte quelle anime che ho incontrato nel mio cammino e non hanno una vita facile proprio perché sono avvenuti degli errori.
            Nessuno di noi è davvero colpevole ma in parte lo diventiamo quando non vigiliamo abbastanza, quando ci facciamo ingannare dalle forze occulte e ci lasciamo derubare della nostra energia.
            Quello che vorrei farti capire è che stiamo perdendo entrambi, sia la tua fazione che è quella a favore dell’obbligo vaccinale, sia la mia che vuole la libertà di scelta.
            Sai chi sta vincendo la guerra?
            Gli invisibil: entità oscure che si nutrono dei nostri sentimenti, delle nostre emozioni, della nostra ingenuità, della nostra purezza, della nostra innata bontà: siamo tutti manipolati perché quando indossiamo l’abito di carne la nostra mente viene invasa da energie di tenebre e non riesce più a distinguere la verità dalla falsità.
            Credo di averlo già scritto, questa è una lotta spirituale tra forze del Bene e forze del male, noi dobbiamo solo scegliere da che parte stare per non subire la pesante condanna che ci sarà alla fine di questi Ultimi Tempi.
            E voglio dire pubblicamente che per me tu sei un bravo ricercatore che fa il suo lavoro con passione e fede, rimani puro come sei!
            Appena ho un pò di tempo cercherò di spiegarti cosa intendo per Scienza perfetta.
            Ciao.

          • PSICOARMONICAMENTE

            Vedo caro Elia che c’è un cospicuo numero di psicotici con spiccata Personalità schizoparanoide in giro, che sentono voci, vedono scie comiche e cospirazioni anche dentro al bidet, di entità diaboliche aggrappate tipo Tarzan al DNA …stai a vedere che i vaccini fatti da piccoli gli sono andati di traverso e ci hanno lasciato in dote questi soggetti avversi alla ragione e facili prede della selezione naturale. XD >|<

          • Elia Marin

            Quello che faccio fatica ad accettare è che si possa rifiutare l’informazione data gratuitamente da chi si occupa della materia, per sostituirla con credenze da far invidia al medioevo

          • PSICOARMONICAMENTE

            .Come ben si sa, lo scienziato vede e allora crede, mentre il devoto crede e allora vede… e secondo te perchè mai Dio non voleva che l’uomo mangiasse il frutto della Conoscenza? 😉 >|<

          • Hydra Viridis

            Come ben si sa, lo scienziato vede e allora crede, mentre il devoto crede e allora vede

            Solo di Dio ci fidiamo, tutti gli altri portino le prove :-))

          • Aura Celeste

            Non fare confusione, Dio non ha bisogno di prove ma la scienza si solo che c’è un conflitto d’interessi grande come una mente che è falsa, bugiarda e omicida.
            Quando inizierai il tuo cammino di ricerca spirituale ti sarà tutto chiaro e verrai a chiedermi perdono, non sono sicura che te lo concederò subito: dovrai provare il malessere e la sofferenza che le tue parole e i tuoi sentimenti hanno provocato nel prossimo che hai incontrato, solamente così potrai comprendere definitivamente il male che hai causato e non peccherai più di superbia ed indifferenza.

          • Aura Celeste

            Visto che sparli alle mie spalle, ti chiedo nuovamente di spiegarmi cosa sono quei brevetti presenti nei vaccini per bambini da 0 a 16 anni, perché ci sono e perché fanno parte di un programma mondiale che viene accettato nel 2014 dal ministro della salute Lorenzin e dal presidente dell’AIFA Pecorelli?!?
            Ci si può fidare della farmacovigilanza dell’AIFA quando il suo presidente ha venduto il popolo italiano alla sperimentazione voluta dai capi della GHSA?
            E se i genitori che continuano a scrivere, denunciare, manifestare che i loro figli hanno avuto gravi reazioni avverse ai vaccini polivalenti di ultima generazione perché negarlo? In molti hanno detto pubblicamente che le segnalazioni non sono state fatte da chi di dovere… e perché non risarcirli e almeno rimediare in parte alla tragedia causata? perchè rendere obbligatori questi vaccini proprio ora? E dopo i vaccini che cosa ci obbligheranno a prendere senza il nostro consenso?
            Siamo figli di un dio minore che si chiama satana ovvero il principe delle tenebre che ha instillato il germe del male in nostra madre Eva, l’anima primordiale da cui tutte le cellule della creazione sono partite, niente a che vedere con il Dio che pensate voi.
            Se fossimo figli di Dio non saremmo in questo inferno.
            Ma siccome “La scienza non ha bisogno di Dio” vediamo di cosa saranno capaci di fare questi scienziati in delirio di onnipotenza.
            Confido in una tua lunga risposta, prenditi tutto il tempo che ti serve.

            https://ununiverso.it/2017/05/22/rivolta-legale-12-vaccini-imposti-da-un-ministro-in-vendita/
            http://larucola.org/2017/05/23/italia-paese-test-in-europa-per-le-vaccinazioni/
            https://www.popolounico.org/vaccini-e-le-linee-cellulari-fetali-attacco-alla-genetica-umana
            http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/negli-usa-sono-nati-i-primi-bambini-geneticamente-modificati.html?refresh_ce

          • Hydra Viridis

            Vedo caro Elia che c’è un cospicuo numero di psicotici con spiccata Personalità schizoparanoide in giro,

            Io su questo proprio ne so pochino ma ho piu’ volte avuto sentore che questa non sia proprio solo una battuta di spirito.

          • Aura Celeste

            Guarda che il sentore che hai percepito è la puzza che proviene dalla tua persona: fatti una doccia energetica e ripulisci anche la tua aura.
            Te lo dico per il tuo bene.

          • Marco Bartini

            Siamo al delirio olistico ahahahahah

          • Aura Celeste

            Brava, è il tuo ritratto sputato, quando avrai trovato la cura condividila con i tuoi amici e renderai questo mondo migliore.
            Buon lavoro, stammi bene.

          • PSICOARMONICAMENTE

            Si conforti nel sapere che la cura è già stata trovata e dalla sua suscettibilità mi rendo conto di aver centrato il bersaglio. Buon delirio a lei. 🙂 >|<

          • Aura Celeste

            Si sbaglia, lei ha solamente scalfito il mio guscio ma non ha intaccato la mia anima che continua a splendere nonostante gli attacchi delle forze delle tenebre.
            La ringrazio per La Cura, è la più bella canzone mai scritta da un padre per il suo amato figlio:

            Ti porterò soprattutto il silenzio e la pazienza.
            Percorreremo assieme le vie che portano all’essenza.
            I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi
            la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.

            Supererò le correnti gravitazionali
            lo spazio e la luce per non farti invecchiare.

            E guarirai da tutte le malattie
            perché sei un Essere speciale ed io avrò cura di te.

            Come può un genitore, che vede il futuro negato alla propria creatura, non tentare l’impossibile per cercare di salvarla, a costo di avere tutto il mondo contro!?!
            Come può una scienza non comprendere tutto questo dolore e rimanere indifferente all’accorata richiesta d’aiuto di queste famiglie disperate?!?

          • Marco Bartini

            TSO per favore. Nel 2017 gente così è un pericolo per sè e per gli altri. Aura sono seriamente preoccupato per te, se hai bisogno d’aiuto ci sono molti centri (parlo sul serio) pronti ad accoglierti.

          • PSICOARMONICAMENTE

            “I profumi d’amore inebrieranno i nostri corpi
            la bonaccia d’agosto non calmerà i nostri sensi.” non sono parole da padre a figlio ma piuttosto da amante a amante. Battiato non ha scritto quella canzone per un figlio ma per un amante e dove sottolinea che l’amore è una cura. Che non l’ha scritta perchè ce l’aveva coi vaccini o con la Scienza. Che la Scienza non è vero che è indifferente al dolore e richiesta d’aiuto di famiglie disperate visto che è grazie alla Scienza se adesso sappiamo cosa e perchè scatenino talune sindromi come quella autistica. E’ genetica e mi spiace per i genitori ma sono loro i portatori di quella anomalia. La Scienza è tutt’ora impegnata a capire come evitare quella anomalia alle generazioni future e una parte della Scienza si propone interventi psicologici ed educativi affinchè le persone colpite possano raggiungere una certa autonomia.

        • Hydra Viridis

          Elia, Elia, perché mi perseguiti?

          Anche lui ? Ma non cominciano ad essere un pò troppi quelli che la perseguitano ? Ode anche le voci ? E’ stata rapita dagli alieni in passato ? E a proposito, ha poi capito se la Giustizia Divina [1] arriverà per castigare i medici che stilano perizie farlocche sui danni da vaccino per amore del vil denaro, prima o dopo le vacanze estive ?

          [1] “Ma esiste la Giustizia Divina e a tempo debito queste anime che hanno sofferto verranno ricompensate e chi ha contribuito a danneggiarle dovrà pagarne le conseguenze” (cit.)

          • Aura Celeste

            Certo, certo, per voi i danni da vaccino non esistono, gli “analfabeti funzionali con figli rovinati” non meritano nessun risarcimento, meglio dare 25 milioni a un Cattaneo oppure salvare le banche fallite piuttosto che aiutare queste famiglie ad uscire da un orribile incubo.
            Tu e i tuoi amichetti siete senza cuore, insensibili e perfidi, ma d’altronde cosa aspettarsi dai giustizieri di “antivaccinisti, vegetariani, vegani, fruttariani, respiriani, operatori olistici, medici alternativi” se non manganellate dure e crude?!?
            Per voi, zoccolo duro di Butac, quelli come me sono degli idioti da prendere a calci fino a che non smettono di respirare, per fare un favore al resto dell’umanità.
            Non vi darò la soddisfazione di zittirmi, finchè avrò fiato in corpo griderò : Libertà! Libertà! Libertà!

    • Hydra Viridis

      La deriva dei tempi è alle porte, un nuovo diluvio universale si abbatterà su questa civiltà per mano della mente inferiore(…)

      Oh Pdor, figlio di Kmer della tribu’ di Instar della Terra desolata di Sknir, orsù dunque ascolta il lamento di Aura Celeste che si ode nel presente nel passato e anche nel congiuntivo !!

      • Aura Celeste

        Ti ringrazio H.V:, è il più bel commento in assoluto che tu mi abbia mai regalato, lo custodirò nel mio cuore, in fondo tu mi vuoi bene anche se non lo dai a vedere.
        Ora, gentilmente, potreste levarvi dalla mia tenda e lasciarmi parlare alle anime perdute senza le vostre continue incursioni barbariche?!?
        Andate in pace, avete la mia benedizione.

    • marcopoli17

      Quindi fammi capire, nella bibbia gli scribi e i farisei erano personaggi negativi per converso essendo questi falsi devono essere positivi.
      “stop alle nascite!”
      Ah se i tuoi genitori lo avessero applicato.

      • Aura Celeste

        Credi che il mondo sarebbe migliore se non ci fossero quelli come me ma non ti chiedi se quelli come te hanno contribuito a rendere questo pianeta un inferno.
        Io ringrazio i tuoi genitori per avermi dato la possibilità di confrontarmi con te, in fondo il trapasso è una cosa certa per tutti ma non tutti abbiamo la stessa Meta, bisogna che lo capiamo se vogliamo come minimo sopportarci.
        Ciao

        • marcopoli17

          Ma io mica ti voglio sopportare.
          p.s. comunque non hai capito di aver scritto l’ennesima cazzata che contraddice il tuo stesso pensiero.

          • Aura Celeste

            Beh, se vuoi eliminarmi mettiti in coda perché ce ne sono altri prima di te.
            The End

  • Giovanni Meloni

    non c’entrare nulla? Ma è italiano?

  • Lorenzo Mio

    Questo articolo non ha il minimo senso. Come si può giudicare l’argomentazione di una persona da una metafora infelice? Come si possono buttare all’aria secoli di studi in nome della libertà di dire la proprie idee? Quando si parla di vaccini si può esprimere la propria opinione, a mio parere, ma DEVE essere argomentata da nozioni, fatti, studi, e non da confutazioni di metafore. Non stiamo discutendo di gusti personali, non è un dibattito soggettivo! È come se qualcuno dicesse che l’aria non ha azoto al suo interno. È stato dimostrato più volte che è così eccome! E se non ci si crede, basta andarsi a rivedere gli studi di chi l’ha dimostrato. Non ne posso più di queste teorie del complotto e della libera scelta. Ci sono decisioni che il governo deve prendere, anche se il popolo non le approva, per il suo bene, perché, in questo caso, il popolo è come un bambino che non vuole prendere la sua medicina, non perché gli fa schifo il suo gusto, ma perché ha paura di prenderla, perché non la conosce. Questa va bene come metafora?

    • Florens M

      Ci si dimentica troppo spesso che il governo viene eletto per servire il popolo….il popolo non è un “bambino che non vuole prendere la sua medicina” ma un popolo sempre più consapevole che vuole libertà di scegliere e capire cosa è meglio per il futuro della nazione. ..perché i bambini sono il futuro…se il governo ha bisogno di imporre per legge un trattamento sanitario sperimentale sui suoi bambini perseguitando ogni medico che esprime perplessità in materia allora non fa che alimentare le nostre perplessità e perdere consensi. Confido del senato per dimostrare che in Italia esiste ancora democrazia e quindi bocciare questo decreto e obbligare il governo a riconsiderare tutte le voci scientifiche in materia, ripristinare il ruolo dei medici radiati ingiustamente e riaprire il dialogo tra le parti .

      • Lorenzo Mio

        Mi spiace ma non sono per niente d’accordo. I medici sono stati radiati giustamente, perché studi scientifici e quindi obiettivi hanno dimostrato che i vaccini non causano autismo. Se questo questo punto non è chiaro non ha senso continuare una discussione.
        Non si può chiedere la libertà di scegliere quando la nostra scelta, se sbagliata, può provocare male ad altre persone. Non si può rifiutarsi di vaccinare i figli per una paura ingiustificata, quando altri bambini, che non possono essere vaccinati per problemi personali, come allergie ai vaccini o scarsa difesa immunitaria, rischiano la vita per causa nostra. Il resto della popolazione ha il dovere di proteggere questi individui. Se io non volessi usare i freni della mia macchina, perché contrario per principio, lo stato rispetterebbe questa mia volontà? (Questa è una chiara esagerazione, ma è per far capire il mio punto di vista)

        • Giuliano

          Vai a dirlo ai genitori di tutti i bambini danneggiati! Chiamando scienza un qualcosa che non da risposte, non ascolta e non riconosce i propri sbagli si offende la Vera scienza, quella dell’ evidenza naturale delle cose.

          • Adriana Gussoni

            E tu vai a dirlo a tutti quelli danneggiati dalle malattie che ora per fortuna,per merito delle vaccinazioni sono diventate così rare che la gente come te crede che non esistano più e che un tempo fossero uno scherzo! Voi evidentemente siete tutti non abbastanza vecchi per aver conosciuto, come me, il periodo precedente le vaccinazioni. Quando ero bambina io esisteva solo quella contro il vaiolo che già era un enorme passo avanti perché al cimitero mi mostravano spesso le tombe dei parenti o amici morti per questa malattia o per il tifo ( che fece grossa strage) o i miei più o meno coetanei,morti per il “male del nodo in gola”leggi difterite (mia nonna paterna ci rimise due figli , non danneggiati ,morti). Chi scampava da queste epidemie spaventose veniva considerato miracolato. Quando ero bambina io mi sono salvata da un’epidemia di poliomielite che ha rovinato per sempre (quella Sì )alcuni miei poi cari amici e conoscenti costringendo loro e le loro famiglie a infanzia e adolescenza in ospedali spesso lontani e poi a una vita di grande coraggio per le conseguenze riportate. Per non parlare della “quarantena” a letto al buio assoluto che si doveva passare se ammalati di morbillo per cercare di scongiurare le tante conseguenze che ne potevano scaturire (è capitato anche a me). E quando i miei figli erano più piccoli e il vaccino non ancora obbligatorio,la figlia della segretaria della mia scuola è stata “presa per l’ultimo capello” dai medici per una forma di morbillo così rara da non essere normalmente riconoscibile (l’ha salvata pochissimo prima della morte da una dottoressa che aveva lavorato come missionaria e aveva visto un caso simile) O i morti per tetano che allora erano numerosi ( ed è una morte orribile ) Allora si che si poteva parlare di enormi danni alla popolazione! Ora io non dubito della buona fede di coloro che dicono di aver avuto figli danneggiati da vaccini,però ritengo non siano nemmeno lontanamente paragonabili nei numeri rispetto a quelli che hanno riportato danni dalle malattie succitato e dalle altre non nominate. Devo rilevare che nella mia ormai abbastanza lunga vita e nella mia attività che mi ha posto in contatto con centinaia e centinaia di bambini provenienti da da vari ambienti e regioni diverse,non ne ho mai trovato uno con conseguenze negative da vaccinazioni, mentre danneggiati da malattie Sì eccome! Che sia stata straordinariamente fortunata? Vorrei anche accennare un recentissimo fatto capitato alla mia famiglia. Due settimane fa mia figlia doveva portare il bimbo di tredici mesi a vaccinare,ma doveva prima passare dalla pediatra per il controllo di crescita normale più volte rimandato per problemi di lavoro e per combinazione concomitante con la data vaccinale. A casa, mentre lei si preparava, io cambio il bimbo e noto qualche recente puntura di zanzara. Subito dopo dalla pediatra, svestitolo, noto che si è ricoperto di strane macchie rosse sulla schiena e dintorni e lo faccio notare . La pediatra ci chiede un po’di cose e poi conclude che può benissimo essere una reazione staminali alla zanzara tigre, ci consiglia un prodotto e alcuni giorni di dieta particolare; naturalmente niente vaccinazione per quel giorno. Il disturbo è passato poi in fretta, ma se noi ,per caso non fossimo passati prima dal medico e avessimo vaccinato il bambino, che non sarebbe stato spogliato al momento, avremmo sicuramente attribuito il suo ” sfogo” alla vaccinazione subita. Chi ha certificato tutti quei casi di danneggiamenti? O si va per continuo sentito dire?

          • Andrea Fabiano

            breve succinto e compendioso. Sei un grande!

        • Stefano Moltoni

          Ma quali studi? Non ce n’è uno. Cita lo studio e vediamo. Quelli citati sul libro del tuo idolo in Germania sono 2 fake. Uno perche i due campioni non erano omogenei in numero, l’altro era riferito a Germania est e ovest senza alcun riferimento ai vaccini. vediti il video della conferenza fatta in Senato della dott.ssa Gatti e C. così ti dai una svegliata anche tu. Evidenze di che? Quelle che hai sentito dire o ti hanno raccontato? Ma fammi il piacere, documentati di persona.

          • Lorenzo Mio
          • Lorenzo Mio
          • gnuranza83

            10. NEURODEVELOPMENTAL DISORDERS ARE MUCH MORE COMMON IN CHILDREN WHO RECEIVED MERCURY-CONTAINING VACCINES

          • gnuranza83

            11. ISRAELI AND ITALIAN RESEARCHERS DEMONSTRATE THAT EXPOSURE TO ALUMINUM IN VACCINES CAN LEAD TO AUTOIMMUNE AND BRAIN DYSFUNCTION

          • gnuranza83

            Su Yehuda Shoenfeld che vogliamo dire? abbiamo controllato di che colore ha i calzini (come ai vecchi tempi)?

          • gnuranza83

            16. INFANTS RECEIVING MERCURY-CONTAINING VACCINES HAD MUCH HIGHER RATES OF AUTISM THAN INFANTS RECEIVING VACCINES WITHOUT MERCURY

          • gnuranza83

            Invito chiunque a spendere 5 minuti del proprio tempo per andare oltre le risposte preconfezionate che gli “opinion leaders” di questo regimetto di scemi vanno starnazzando a destra e a manca, spesso bastano questi pochi attimi per rendersi conto della marea di cazzate che ogni giorno ci sommerge da questa fogna immonda che sono i media

          • gnuranza83

            Yehuda Shoenfeld:
            Citazioni = 76202
            Indice H = 117
            i10-index = 1134

            Roberto Burioni:
            Citazioni = 2516
            Indice H = 27
            i10-index = 60

            https://scholar.google.it/

          • Florens M

            Il Ddl della Lorenzin prevede risarcimenti per danneggiati da vaccini quindi di che altro ha bisogno per convincersi che i danni da vaccini sono una realtà ? Poi se hanno radiato i medici che parlavano di questi danni e poi loro li riconoscono e li risarciscono per legge ancora di più capisco che quei medici sono stati radiati solo per frenare la libertà dei medici nel salvaguardare la salute dei loro pazienti. Per fortuna chi è un vero medico non ha paura perché è in possesso di argomenti validi e ha coscienza.

          • p.schio76

            Parla di Wakefield ? Radiato perché aveva messo in piedi una frorde esibendo una falsa ricerca in cui sosteneva che ci fosse correlazione tra autismo e vaccini. I danni da vaccino sono paragonabili a qualunque reazione avversa ai farmaci, dall aspirina all antibiotico. Non per questo si può fare a meno di questo o quello. Ad oggi nn esistono test prevaccinali, nè vaccini fatti su misura.

          • gnuranza83

            hahahaha che fonte attendibile la republica… probabilmente lo studio citato dice l’esatto opposto.

            Ecco 50 studi veri invece:
            http://vaccinesafetycommission.org/studies.html

          • gnuranza83

            9.CHINESE SCIENTISTS FIND MICE INJECTED WITH THIMEROSAL (VACCINE MERCURY) HAVE BEHAVIORAL IMPAIRMENTS SIMILAR TO AUTISM. No ma continuiamo a dire che wakefield era un cialtrone e quindi non è vero che ci sono correlazioni con l’autismo

          • Florens M

            Il Ddl della Lorenzin prevede risarcimenti per chi resta danneggiato dai vaccini quindi…legga si informi. Comunque io ho vaccinato i miei figli ed ero provax ma sono diventata freevax solo per il Ddl della Lorenzin perché ho scelto di vaccinare i miei figli ma se SONNO OBBLIGATA non ci sto ! Voglio libertà di scelta. E le persone arrogante come lei che parla e attaca gli altri senza raggionare e senza informarsi personalmente mi fanno solo pena. Se a lei nn piace essere libero di scegliere è un problema suo.

          • Florens M

            Scusa Stefano Moltoni la risposta era per Lorenzo Mio ma l’ho inoltrata male.

        • Florens M

          Io non ho detto di non vaccinare i bambini ma di non vaccinare una popolazione intera di bambini proprio per non trattarli come oggetti fatti in serie perché sono individui con caratteristiche diverse. Se Lei pensa ai bambini che nn possono essere vaccinati e di cui si ha conoscenza allora pensi ai bambini piccoli che non possono ricevere uno di questi vaccini obbligatori per allergie non scoperte perché nessuno si degna di considerare un’analisi prima di somministrare il vaccino. Se un bambino immunedepresso vale per noi deve valere altrettanto il bambino che subisce danni da vaccino anche sia costui uno su 700.000…per me è un bambino sanno che deve restare tale.

    • Andrea Fabiano

      la forma mentale del Burloni però la dice lunga sulle sue capacità professionali

      • orazio

        Solo INTERESSI E NIENTE ALTRO.