California, uomo espelle una tenia lunga 1,5 metri: mangiava salmone crudo quasi ogni giorno FOTO

0

Mangia del sushi e si ritrova con una tenia lunga oltre 1,5 metri nello stomaco

  • di B.C

Anche il sushi ha un lato oscuro, in questo caso anche “disgustoso”. Un uomo di Fresno, in California, è andato dal suo medico e ha tirato fuori un rotolo di carta igienica attorno al quale era avvolto un verme solitario lungo 1,6 metri. Sembra che colpa sia della sua passione per il salmone crudo.

Molto probabilmente dovrà riconsiderare la sua passione per il sushi dopo aver scoperto che quella tenia con cui ha convissuto per qualche tempo potrebbe essere entrata nel suo corpo col salmone crudo di cui va tanto ghiotto.

Protagonista di questa storia – e dell’ultima puntata di “This Won’t Hurt A Bit, un show americano che mescola argomenti medici con storie goliardiche – è un uomo originario di Fresno, in California. A visitarlo è stato il dottor Kenny Banh che ha raccontato come il paziente sia entrato in ambulatorio lamentando “diarrea sanguinolenta” e chiedendo di essere sottoposto “ad un test per i vermi”. Un’autodiagnosi che ha un po’ insospettito Banh, finché l’uomo non ha aperto un sacchetto della spesa che aveva con sé.

“Ha tirato fuori un rotolo di carta igienica e attorno c’era avvolta quello che sembrava essere una gigantesca teni”, ha detto il medico. Secondo Banh, il verme solitario misurava oltre 1,6 metri. A quel punto il medico ha sottoposto il paziente ad una serie di domande per provare a capire da dove fosse venuta fuori. Quando l’uomo ha detto: “Mangio salmone crudo quasi ogni giorno”, Banh ha fatto le sue valutazioni.

L’infezione da “tenia del pesce” si verifica dopo l’ingestione di larve di Diphyllobothrium, trovate in pesci di acqua dolce, proprio come il salmone, ma anche il pesce marinato o affumicato, è in grado di trasmettere il verme. I casi sono aumentati nelle aree più povere a causa di servizi igienici non adeguati, ma si è verificato un incremento anche nei Paesi più sviluppati per il consumo elevato di sushi e sashimi. Mangiare cibo crudo contaminato può essere pericoloso: le uova di tenia provocano cisticercosi.

Questo tipo di infezione parassitaria è ad alto rischio di mortalità quando raggiunge il cervello. “In realtà, la maggior parte delle persone infette non ha sintomi”, ha detto il dottor William Schaffner, professore di medicina preventiva alla Vanderbilt University School of Medicine, intervenuta durante lo show. “Alcuni sentono un po’ di disagio addominale, altri soffrono di nausea o feci molli, può anche capitare che si perda peso” ha aggiunto Schaffner. Una volta fatta la diagnosi, tuttavia, la cura è più semplice di quello che potrebbe sembrare: la stessa pillola che le persone danno ai cani infetti può essere data agli umani. Alla domanda se continuerà a mangiare sushi, il paziente del dottor Banh ha detto che “lo farò, ma non mangerò solo salmone”.

Fonte: Fanpage