90enne sfrattato a forza dopo che i parenti hanno comprato la casa all’asta

1
nonno mariano

La casa finisce all’asta: nonno Mariano a 90 anni legato in barella e sfrattato a forzadi Antonio Palma

Il caso di un anziano 90enne, costretto a lasciare l’abitazione in cui ha vissuto per oltre 60 anni nonostante sia gravemente malato.

La vicenda ha origini da liti e questioni familiari che da decenni si trascinano tra tribunali e sentenze e hanno portato allo sfratto esecutivo.

Ha ormai novanta anni ed è molto malato ma questo non è servito a risparmiargli uno sfratto dalla sua abitazione dove ha vissuto per oltre 60 anni.

È la storia di  nonno Mariano, un anziano palermitano che, dopo decenni di battaglie legali con alcuni famigliari, nelle scorse ore è stato costretto con la forza a lasciare la casa e al ricovero forzato in una struttura per anziani.

“Voglio morire qui”, aveva detto l’uomo già gravemente malato ma dopo l’ennesimo rinvio per problemi di salute ha dovuto arrendersi definitivamente e lasciare l’abitazione di Partanna Mondello, acquistata all’asta dalla nipote per questioni di eredità.

Già la settimana scorsa era partita la procedura esecutiva ma proprio mentre era in atto lo sfratto, l’anziano si era aggravato e il medico aveva ritenuto il trasferimento troppo rischioso.

Oggi però è stato dato l’ok e Mariano è stato trasferito su un’ambulanza e collocato in una casa di riposo tra le proteste di numerosi sostenitori che si sono radunati davanti all’abitazione con cartelli e striscioni.

“Abbiamo già presentato una querela alla procura, questa procedura ha dell’inverosimile. Un iter disumano nei confronti di un malato terminale che voleva soltanto morire a casa sua.

Dove è finita l’umanità?” ha dichiarato la figlia che per  anni si è battuta per evitare questa conclusione.

“Mio padre da una settimana non reagisce più, si è lasciato andare, così morirà presto proprio come è già successo a mia madre” ha aggiunto la donna.

La vicenda ha origini da liti e questioni familiari che da decenni si trascinano tra tribunali e sentenze.

“Avremmo dovuto pagare ventimila euro circa di spese legali, visti i procedimenti civili che abbiamo affrontato, ma la nostra richiesta di rateizzazione è stata rifiutata e questo è il risultato” ha ricordato la figlia di Mariano.

A causa dei debiti infatti è scattato il pignoramento e la casa dell’anziano è finita all’asta ed è stata poi comprata dai parenti con cui era nata la lite.

Negli scorsi mesi la famiglia aveva proposto ai parenti di accettare il pagamento di un affitto di 400 euro ma è stato rifiutato.

Fonte: fanpage.it – Titolo originale: La casa finisce all’asta: nonno Mariano a 90 anni legato in barella e sfrattato a forza