“Accoglienza” in Italia: immigrati usati per traffico di organi e prostituzione

0
castel volturno

Castel Volturno capitale del traffico internazionale di organi: un rene costa 60mila eurodi Valerio Papadia

Una indagine, alla quale sta collaborando anche l’Fbi, rivela come Castel Volturno, nella provincia di Caserta, grazie al controllo della mafia nigeriana, sia il crocevia del traffico di organi, oltre che delle tratta di essere umani, soprattutto donne, che finiscono per strada a prostituirsi. Secondo le indagini un rene, ad esempio, costa 60mila euro.

CASERTA – È Castel Volturno, e in generale tutto il litorale domitio, la patria, o quantomeno il crocevia, del traffico internazionale di organi e della tratta di esseri umani, soprattutto donne, che finiscono poi sulla strada a prostituirsi per ripagare il debito contratto per raggiungere l’Italia.

A rivelarlo, secondo quanto riporta Il Messaggero, una indagine sulla mafia nigeriana avviata nel luglio del 2017 dall’Fbi, alla quale collaborano le Questure di Caserta, Roma, Palermo e Torino e, a breve, anche la polizia canadese.

A Castel Volturno, traffico di organi e tratta di essere umani

Ti potrebbe interessare anche: Mafie e immigrazione: l’alleanza tra criminalità nazionali e clan stranieri

I federali americani hanno seguito un flusso anomalo di denaro partito da alcuni esponenti della mafia nigeriana negli Stati Uniti e arrivato sui conti di anonimi connazionali a Castel Volturno.

Un rene costa 60mila euro. Secondo gli investigatori, i soldi provenienti dal traffico di droga negli Stati Uniti vengono utilizzati per finanziare il traffico di organi e la tratta di esseri umani.

Per quanto riguarda gli organi, gli inquirenti non riescono ancora a fare luce sulla situazione. Si sa che il fenomeno è fiorente e che Castel Volturno occupa un ruolo fondamentale, ma poco altro: come rivelano alcune indagini di qualche anno fa, un rene costerebbe 60mila euro.

Molto più visibile e conosciuto, purtroppo, il fenomeno della tratta di esseri umani utilizzati per il mercato del sesso.

Quando le ragazze arrivano in Italia, vengono costrette a suon di minacce e violenze a prostituirsi. Le ragazze finiscono così sulla Domitiana per ripagare il debito contratto con la mafia nigeriana per raggiungere il nostro Paese, che di solito si aggira intorno ai 15-20mila euro.

Fonte: fanpage.it – Titolo originale: Castel Volturno capitale del traffico internazionale di organi: un rene costa 60mila euro