Chirurgia alla vagina: le ragazzine la richiedono fin da piccole

0

Gli interventi di chirurgia alla vagina, utili a renderla esteticamente più “bella”, sono sempre più richiesti. In pochi sanno, però, che le ragazzine vogliono sottoporsi a delle operazioni simili a partire dai 9 anni, così da avere le parti intime come quelle di Barbie.

Negli ultimi tempi sono sempre di più le donne che chiedono al chirurgo un intervento tanto delicato quanto insolito, quello alla vagina. L’obiettivo è ringiovanirla o semplicemente renderla esteticamente più bella. La cosa inquietante è che, secondo i dati diffusi dal servizio sanitario britannico, tra il 2015 e il 2016 sono aumentate in modo esponenziale le richieste di operazioni alle parti intime da parte di ragazzine tra i 9 e i 15 anni.

Ciò che le accomuna è il fatto che arrivano a odiare la loro vagina perché considerata “imperfetta” e, ricorrendo alla chirurgia, sperano di renderla più conforme ai canoni di bellezza diffusi. L’intervento viene chiamato labioplastica, corregge le asimmetrie, elimina gli eccessi di pelle nelle piccole labbra della vulva ma, secondo gli esperti, non dovrebbe essere praticato sulle pazienti che non hanno ancora raggiunto la maggiore età. A spiegarlo è stata anche la dottoressa Naomi Crouch, ginecologa specializzata nell’età adolescenziale, in un’intervista della Bbc, che ha trovato dei punti in comune tra questi interventi e le mutilazioni genitali femminili.

“La legge dice che non dovremmo effettuare operazioni sullo sviluppo di questi organi per motivi culturali. La cultura occidentale attuale impone di avere labbra molto piccole e non sporgenti. Io la considero la stessa cosa”, ha spiegato la dottoressa. Una delle sue pazienti, ad esempio, ha fatto una richiesta simile a soli 14 anni perché voleva una vagina più piccola e priva di asimmetrie, proprio come quelle che aveva sempre visto nei porno. Le ragazzine arriverebbero a esprimere un vero e proprio disgusto per le loro parti intime, anche se hanno un aspetto assolutamente normale. La vagina dei loro sogni? Deve avere le labbra interne quasi invisibili come una Barbie.

La speranza è che pornografia e social network la smettano di esporre le adolescenti a delle immagini irrealistiche. Bisognerebbe dedicare più ore all’educazione sessuale nelle scuole, così da spiegare che esistono parti intime femminili di diverse forme e che tutte sono “normali”. Per il momento, tutto quello che può fare il servizio sanitario britannico è autorizzare questa operazione solo in caso di anomalie patologiche, dolore fisico o stress emotivo e non per pure ragioni estetiche.

Fonte: Fanpage.it