Ecco i migliori cibi da mangiare in autunno per benessere fisico e psichico

0
mangiare in autunno

Cosa mangiare in autunno: 10 cibi sani che non possono mancare in tavola

Cosa mangiare in autunno per stare meglio? Questa stagione ci offre cibi molto nutrienti che ci aiutano a rinforzare le difese immunitarie, a combattere i malanni e a ritrovare il buonumore.

Alimenti sani, ricchi di vitamine, minerali e antiossidanti: dalla zucca alle pere, per affrontare al meglio la stagione fredda.

Cosa mangiare in autunno per stare meglio? Questa stagione ci offre cibi molto nutrienti che ci aiutano a rinforzare le difese immunitarie, a combattere i malanni e a ritrovare il buonumore.

Con l’arrivo della stagione autunnale è importante ritrovare la giusta energia, messa a dura prova dalle temperature che si abbassano e dalla variazione della luce.

Scegliere i cibi giusti, in particolare frutta e verdura, è un’ottima strategia per il benessere di mente e corpo: ricordate poi che gli ingredienti di stagione conservano intatti tutti i principi nutritivi.

Ecco gli alimenti ricchi di vitamine, minerali e antiossidanti, da inserire nella lista della spesa d’autunno: dalla zucca alle pere, per affrontare al meglio la stagione fredda.

Cibi da mangiare in autunno

1 – Zucca per depurare l’organismo. La zucca può essere definita la regina dell’autunno: è depurativa, grazie anche alla sua azione diuretica dovuta alla presenza di carotenoidi e vitamine.

Il magnesio aiuta a combattere la fame nervosa, il betacarotene rafforza il sistema immunitario e la luteina protegge la vista dai danni dei raggi UVB e UVA, dovuti alle radizioni solari, che non sono presenti solo in estate.

Il triptofano poi favorisce la produzione di serotonina, con proprietà calmanti e benefici anche sull’umore.

La zucca poi è un alimento versatile e davvero delizioso, grazie anche al suo sapore dolce che la rende ideale per diverse preparazioni sia dolci che salate.

2 – Verdure a foglia verde per un carico di vitamine. In autunno poi non devono mancare le verdure a foglia verde come spinaci, bieta, verza, alimenti ricchi di vitamine, in particolare vitamina A, C, E, B5 e vitamina K, oltre a minerali, antiossidanti e acido folico.

Aiutano a migliorare l’ossigenazione del sangue, a combattere le infiammazioni e a rinforzare le ossa. Inoltre le verdure a foglia verde tonificano i muscoli e fanno bene al cuore.

3 – Cavoli e cavolfiori nutrienti e ricchi di fibre. Il cavolo è un ortaggio molto nutriente, contiene molte fibre, oltre ad essere ricco di calcio e di acidi grassi essenziali.

Inoltre sono un’ottima fonte di antiossidanti ed enzimi naturali, che aiutano il corpo a disintossicarsi, e proteggono cuore e arterie, prevenendo l’ipertensione.

I cavolfiori, invece, tengono sotto controllo i livelli di colesterolo, aiutano a prevenire i tumori e possono essere gustati sia crudi, tagliati sottili all’interno delle insalate, che cotti al forno, al vapore e gustati come contorno.

4 – Melograno potente antiossidante.

Il melograno è un potente antiossidante che aiuta la rigenerazione cellulare, protegge il cuore e contrasta ansia e stress.

Contiene inoltre sali minerali importanti come zinco, rame, fosforo, manganese e potassio: quest’ultimo svolge un’azione disintossicante e depurativa, stimolando la diuresi.

Inoltre è ricco di acqua, zuccheri e fibre e contiene vitamina A. Il succo di melograno, poi, è considerato un elisir di bellezza contro l’azione dannosa dei radicali liberi.

5 – Agrumi stimolano il buon umore. Gli agrumi non donano solo vitamina C al nostro organismo: arance, mandarini, pompelmi, sono pieni di flavonoidi che stimolano la produzione di collagene.

Da mangiare in autunno per la rigenerazione della pelle, e rinforzano il tessuto connettivo, le ossa e le cartilagini, grazie anche alla vitamina P.

Il mandarino, in particolare, con la sua dolcezza, stimola il buonumore: potete consumarli come spuntino o merenda per affrontare al meglio la giornata.

6 – Kiwi contro i malanni di stagione. Con i kiwi potete fare il pieno di vitamina C che, insieme a potassio e rame, aiutano a combattere i malanni di stagione, soprattutto raffreddore e influenza.

Rinforzano quindi le difese immunitarie, inoltre contengono molte fibre, sono quindi utili anche a regolare l’intestino, combattendo stitichezza e stipsi.

Potete consumare il kiwi sia a colazione, con i cereali integrali, a merenda o all’interno di macedonie.

7 – Uva che combatte i radicali liberi.

L’uva è un altro frutto autunnale ricco di antiossidanti naturali: difende infatti la pelle e l’organismo dall’invecchiamento e dall’azione dannosa dei radicali liberi.

In particolare i polifenoli, contenuti soprattutto nell’uva nera, favoriscono la formazione di collagene ed elastina, rendendo la pelle più liscia ed elastica.

Tra gli antiossidanti troviamo anche la quercitina, utile per la prevenzione dei tumori e alleata della salute del cuore. L’uva bianca è soprattutto ricca di acqua, ha quindi un effetto diuretico e leggermente lassativo.

8 – Castagne dall’azione antinfiammatoria. Le castagne sono un’importante fonte di sali minerali, oltre a proteine, lipidi e carboidrati.

Contengono inoltre vitamina C che aiuta a rinforzare il sistema immunitario e hanno un effetto energizzante.

Svolgono poi un’azione antinfiammatoria e antiossidante, inoltre contengono una buona dose di fibra alimentare che mantiene l’intestino regolare e abbassa il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue.

Le castagne sono anche ricche di carboidrati, per questo hanno un alto potere saziante e sono ottime come spezzafame.

9 – Cachi per combattere la stanchezza. I cachi sono un tipico frutto autunnale dal sapore zuccherino e sono ottimi per combattere la stanchezza e per ritrovare le energie, grazie soprattutto al potassio e al contenuto di zuccheri.

Inoltre contengono vitamina C e vitamina A, che rinforzano le difese immunitarie, e la vitamina K che rinforza le pareti dei capillari.

Il potassio, invece, stimola la diuresi e combatte la ritenzione idrica, mentre le fibre favoriscono la regolarità intestinale e aiutano a regolare i livelli di colesterolo nel sangue. Come energizzante naturale potete consumarlo a merenda.

10 – Pera ricca di fibre.

La pera è un altro frutto autunnale che non può mancare sulla nostra tavola per arricchire la nostra alimentazione di fibre e vitamine.

Inoltre è un frutto altamente energizzante, grazie agli zuccheri che contiene, e aiuta a contrastare l’invecchiamento della pelle e la formazione delle rughe, oltre a prevenire le malattie cardiovascolari.

Grazie ai sali minerali, ha effetti positivi sulla memoria, il potassio, in particolare, facilita l’assimilazione di calcio, benefico per la salute delle ossa.

Fonte: fanpage.it – Titolo originale: Cosa mangiare in autunno: 10 cibi sani che non possono mancare in tavola