Cimici: come eliminare i piccoli insetti che si nutrono di sangue umano e infestano le camere da letto

0

Come eliminare le cimici dei letti

  • di Valeria Paglionico

Le cimici dei letti sono dei piccoli insetti che si nutrono di sangue umano e che infestano le camere da letto. Ecco quali sono tutti i rimedi “fai da te” per eliminarle.

Le cimici dei letti sono dei piccoli insetti che succhiano sangue umano e che infestano le camere da letto. Sono completamente diverse dalle cimici verdi che, al contrario, attaccano le piante e il giardino. Sono poco attive di giorno ed escono dalle loro tane, nascoste nelle crepe dei muri, nelle fessure, nelle cuciture dei materassi o nelle prese elettrice, nel corso della notte, quando possono pungere gli esseri umani con più facilità.

Le loro punture provocano delle piccole macchie rosse e pruriginose sulla pelle ma, al di là del fastidio, non sono pericolose, a meno che non si verifichi una reazione allergica. Riescono a riprodursi molto velocemente e dunque a diffondersi in tutte le stanze di una casa, a patto che siano luoghi caldi e ricchi di anidride carbonica.

E’ facile vederle ad occhio nudo, visto che hanno le dimensioni di una lenticchia, e sono di un colore tra il rosso e il marrone. Hanno una vita media di 9 mesi ma resistono anche in caso di carenza di cibo. Per eliminarle quando l’intera casa è infestata, l’ideale è ricorrere ad una disinfestazione ma, nei casi meno gravi, è possibile ricorrere ad una serie di rimedi “fai da te”.

Cimici dei letti: come trovarle

Le cimici dei letti non sono facili da individuare, visto che solitamente escono dalle loro tane di notte, mentre nel corso della giornata rimangono nascoste nelle fessure dei materassi, nella rete e nelle crepe dei muri. Esistono però diversi metodi per individuare un’infestazione.

Controllare il materasso e la struttura del letto – Il rifugio ideale delle cimici è il letto, dove hanno la possibilità di nutrirsi facilmente. E’ bene dunque controllare lungo tutto il perimetro del materasso, tra le pieghe delle lenzuola e dei cuscini, ma anche sulla rete e sulla struttura del letto. L’ideale è usare una lente di ingrandimento e una torcia, così da non lasciarsi sfuggire nulla.

Individuare i gusci d’uova e i residui di muta – Le cimici dei letti si riproducono e, una volta cresciuti, fanno la muta. Quando si accoppiano, producono centinaia di uova, che lasceranno in giro per la casa molti residui di esoscheletro. Anche se non si sono mai visti gli insetti “incriminati”, basta trovare dei gusci d’uova o i residui della muta per capire che si ha la stanza infestata. Le larve sono piccole e bianche, mentre i residui di esoscheletro sono trasparenti e visibili con una lente di ingrandimento.

Riconoscere i residui fecali – Le cimici dei letti mangiano per circa 3-10 minuti al giorno ed evacuano dove mangiano, cioè sui bordi dei materassi e nelle fessure dei letti, per poi tornare di nuovo a nascondersi. Le loro feci somigliano a dei piccoli granelli neri, non sono altro che sangue secco e hanno un leggero odore muschiato. Anche in questo caso, è necessario usare una lente di ingrandimento, facendo bene attenzione ai puntini neri. Se passando la mano sul materasso si raccoglie qualche residuo, vorrà dire che probabilmente si ha la stanza infestata.

Ispezionare gli oggetti intorno al letto – Libri, telefoni, radio, comodini, prese elettriche sono tutti potenziali nascondigli per le cimici poiché gli permettono di deporre indisturbate le uova. Bisogna dunque controllarli tutti per avere la certezza di non essere di fronte ad un’infestazione.

Controllare la moquette – La moquette è un ottimo nascondiglio per le cimici dei letti. E’ possibile però eseguire un’ispezione senza rovinare il pavimento, sollevando appena i bordi. Gli insetti, i loro escrementi o i residui di muta si vedranno subito.

I rimedi “fai da te” per prevenire ed eliminare le cimici dei letti

Passare l’aspirapolvere quotidianamente – Per evitare che le cimici dei letti infestino la stanza, è necessario tenerla sempre pulita usando l’aspirapolvere ogni giorno. In particolare, bisogna passarla su tutta l’intelaiatura del letto, così da aspirare gli insetti nascosti nelle fessure.

Lavare i vestiti a 50 gradi – Quando le cimici dei letti hanno infestato la casa, è inevitabile che anche i vestiti siano contaminati. Per uccidere le eventuali uova, è necessario lavori gli indumenti a circa 50 gradi. Così facendo, si eviterà la loro riproduzione.

Usare asciugatrici elettriche – Anche le asciugatrici elettriche danno la possibilità di uccidere le cimici dei letti e le loro uova. L’unica regola da seguire? Farlo ad alte temperature per almeno 20 minuti.

Sigillare crepe e nidi – Le cimici dei letti tendono a nascondersi nelle crepe dei muri. Per ucciderle, è dunque necessario sigillare le vie d’accesso con dello stucco o del silicone. E’ possibile inoltre montare delle fascette di gomma sulle porte, così da creare un ostacolo tra l’estremità della porta e il pavimento.

Avvolgere il materasso in una copertura di plastica – Il rimedio più efficace per evitare che le cimici infestino il proprio letto è coprire il materasso con una copertura di plastica. In questo modo, non troveranno un ambiente ideale per vivere e riprodursi.

Farina fossile – La farina fossile viene estratta da una roccia sedimentaria ed è un potente pesticida poiché è ricca di calcio, silicio e alluminio. Può essere versata in prossimità di finestre, giunture dei tubi dell’acqua o delle fessure dei muri. In questo modo, le cimici dei letti moriranno in pochissimo tempo.

Insetticida – Nei casi più estremi, si può provare anche con una soluzione drastica: l’insetticida. L’importante è che sia in polvere a base di permetrina. Dovrà essere sparso nelle zone infestate e farà morire gli insetti in pochissimo tempo, anche se, essendo un prodotto chimico, mette a rischio la salute e l’ambiente.

Trappola – Esiste anche una trappola per le cimici dei letto, che impedisce agli insetti di arrampicarsi sul letto, fino a raggiungere il materasso. E’ un dispositivo simile ad un piattino, che deve essere posizionato sotto le gambe del letto. È facilmente reperibile in commercio.

Usare un vaporizzatore – Il vaporizzatore è l’ideale per eliminare le cimici e le loro uova, che non riescono a sopravvivere di fronte a tanto calore. Basta spruzzare il vapore sugli angoli e sulle cuciture per sbarazzarsi degli insetti in poco tempo.

I colori da evitare per combattere le cimici dei letti

Sembrerà assurdo ma anche gli insetti hanno un colore preferito. In particolare, le cimici vengono attratte da alcune sfumature specifiche e finiscono per creare delle vere e proprie colonie nella zona in cui vengono attratti. Secondo uno studio condotto da Corraine McNeill dello Union College, pubblicato sul “Journal of Medical Entomology”, le cimici preferiscono il rosso e il nero mentre scappano di fronte al giallo e al verde. Le cimici da letto si creano dei veri e propri rifugi nel tentativo di nascondersi e li scelgono in base al loro colore quando sono illuminati dalla luce naturale. “Inizialmente abbiamo pensato che l’attrazione verso il rosso fosse dovuta al fatto che ricordasse il sangue, la sostanza di cui si nutrono, ma in realtà è perché loro stesse sono rosse e vogliono stare con altre cimici”, ha spiegato Corraine McNeill, autore dello studio. E’ proprio perché vengono attratte dai colori dei loro simili che dunque si stabiliscono nei luoghi rossi e neri, convinte che unendosi possano sopravvivere a lungo, fronteggiando ogni tipo di avversità. La prossima volta che vi ritroverete a scegliere l’arredamento di casa, fareste meglio ad evitare delle tonalità simili, a meno che non vogliate “ospitare” una colonia di cimici.

Fonte: Fanpage