Cina, 15enne chiede alla compagna di fargli i compiti. Lei rifiuta e lui la uccide

0
Immagine: fanpage.it

Cina: chiede alla compagna di fare i compiti al posto suo. La 15enne rifiuta e lui la uccide

Inquietante omicidio in una scuola superiore del Fujian, nel sud-est della Cina. Xiao Yi, 15 anni, era una delle studentesse più brave della sua scuola. Yan, definito “un bullo”, le ha chiesto di fargli i compiti. Quando ha rifiutato, le ha piantato un coltello nella gola, uccidendola.

Una studentessa di una scuola superiore in Cina è stata uccisa da un compagno di classe dopo che si è rifiutata di aiutarlo a fare i compiti, secondo i media cinesi, citati dal Daily Mail. Xiao Yi, 15 anni, sarebbe stata pugnalata al collo all’interno di un’aula della stessa Jinshi High School, nella provincia del Fujian, nel sud-est della Cina, il 9 gennaio. Stando alle ricostruzioni, il presunto omicida, coetaneo della vittima, avrebbe acquistato il coltello con cui ha compiuto il presunto omicidio da un contadino ad un vicino mercato durante la pausa pranzo lo stesso giorno in cui ha aggredito Xiao. Secondo Haixia Metropolitan, la 15enne è morta poco dopo essere stata portata all’ospedale. L’aggressore, identificato come Yan, è stato arrestato poco dopo dalle autorità di Putian.

Secondo i media cinesi, Xiao era “una studentessa d’élite” della sua classe e si stava preparando duramente per gli esami entro la fine del mese. La madre del giovane ha detto che la figlia era seduta dietro il banco del presunto killer. “Mi hanno detto che Yan ha chiesto a mia figlia di fare i compiti per lui, ma lei ha rifiutato. Gli ha detto che non riusciva a finire i suoi compiti, “ha detto la signora Lin a Haixia Metropolitan. Ad un certo punto il 15enne si è voltato e ha pugnalato Xiao Yi al collo con un coltellino. Una fonte anonima ha detto a Haixia Metropolitan che Yan “è un bullo a scuola e non ha mai fatto bene agli esami scolastici”. Secondo i media cinesi, il ragazzino si sarebbe consegnato spontaneamente alla stazione di polizia di Licheng dopo l’accoltellamento. È stato arrestato ed ora è detenuto dalla polizia per lesioni personali intenzionali.

Fonte: Fanpage