Come realizzare un giardino sensoriale per bambini nello spazio di casa

0

La Città dell’Altra Economia di Roma si prepara ad inaugurare domenica 24 settembre il giardino sensoriale, un piccolo spazio a misura di bambino da esplorare utilizzando tutti e 5 i sensi!

Ma cos’è esattamente un giardino sensoriale e come si realizza?

Immaginate un percorso in cui i bambini avranno l’opportunità di divertirsi e mettersi in gioco in prima persona camminando scalzi su diversi tipi di materiali naturalicome legno, ghiaia, sabbia, erba, corteccia, ma anche annusando e osservando piante aromatiche e fiori di diverse forme e colori. Un giardino sensoriale è la sperimentazione e il mettersi in gioco attraverso i sensi.

In questo caso si tratta di grandi spazi pubblici essi a disposizione per questo bel progetto, ma seguendo lo stesso principio ispiratore possiamo creare anche in casa spazi per esperienze sensoriali dei nostri bambini.

Giardino sensoriale per bambini

Cos’è un giardino sensoriale

Un giardino sensoriale è un’area in cui i sensi vengono stimolati e sensazioni ed emozioni insorgono in coloro che lo visitano.

In questo luogo, vista, olfatto, udito, tatto e gusto diventano i protagonisti e ci guidano alla scoperta di un mondo naturale “nuovo”, aiutandoci a sentirci in totale armonia con esso. Dunque, si tratta di un giardino in grado di farci conoscere in modo più approfondito il mondo circostante, di farci entrare in connessione e comunione con esso e dunque di stimolare il nostro benessere fisico e psicologico.

Un percorso sensoriale ci porta a scoprire l’ambiente piacevole che ci circonda, a compiere una sorta di viaggio esteriore/interiore in cui la stimolazione dei nostri sensi provoca emozioni piacevoli e sensazioni rilassanti.

Come è possibile tutto ciò?
Nei giardini sensoriali nulla è lasciato al caso e anche le zone di luce e di ombra e i suoni sono meticolosamente progettati. L’ombra e la luce, l’acqua e i materiali, i suoni dell’ambiente e delle creature che lo abitano, i colori e i profumi di fiori ed erbe aromatiche, il gusto di frutta e ortaggi, sono elementi da considerare in questo tipo di contesto.

Ad oggi i parchi sensoriali sono diffusi particolarmente in Nord America e Nord Europa e ancora molto poco in Italia. Il giardino sensoriale di Roma, che sarà inaugurato il 24 settembre alla Città dell’Altra Economia, è un buon esempio di seguire e da visitare. Realizzato per altro con una campagna di crowfunding. Il programma della giornata

Giardino sensoriale: uno spazio per grandi e piccini

Pensato per bambini e ispirato alle teorie educative della pedagogista Maria Montessori, il giardino sensoriale è adatto anche a essere percorso ed esplorato dagli adulti.

All’interno del tragitto sono inseriti anche oggetti in grado di stuzzicare ingegno e creatività, come ad esempio dei campanellini in bambù di cui ascoltare il suono o tende realizzate con materiali di recupero in cui giocare, lasciandosi ispirare dalla propria fantasia. Un luogo che si presenta dunque ricco di sorprese e particolarmente stimolante, in primis ovviamente per i bambini.

Effetti terapeutici dei giardini sensoriali

Gli studi condotti in America hanno dimostrato come giardini sensoriali possano avere effetti terapeutici nelle persone con disabilità, producendo sensibili miglioramenti ed accelerandone la riabilitazione fisica e psicologica.
Ad esempio, pare abbiano un grande ruolo nella terapia anti Alzheimer. Ma anche per chi non vive situazioni particolari, i giardini sensoriali possono essere il luogo perfetto per rilassarsi, riflettere, meditare, contemplare e discutere.

Piante aromatiche all'interno di un giardino sensoriale

Come realizzare un giardino sensoriale “fai da te” a casa

Ecco come realizzare un giardino sensoriale per i nostri bambini negli spazi di casa propria attraverso il fai da te:

  1. Delimitate una zona della casa o all’esterno, dedicata a questo piccolo giardino;
  2. Scegliete un posto in cui tutti e 5 i sensi siano stimolati ed entrino in contatto con gli elementi del giardino sensoriale;
  3. Usate il più possibile elementi naturali;
  4. Eliminate ogni possibile pericolo come gli oggetti taglienti, ma anche suoni ed odori sgradevoli.

Istruzioni

  1. Costruite una stimolazione per senso alla volta. Ad esempio, per stimolare il tatto si possono usare tegole, legnetti, ciottoli, sabbia, ghiaia e foglie su cui camminare o da toccare; per la vista potete usare sia i colori sia le forme; per i rumori, potete costruire dei percorsi con acqua o delle frequenze musicali; per il gusto potreste inserire l’assaggio di cibi e ingredienti semplici.
  2. Utilizzate piante aromatiche per stimolare l’olfatto ed educare i sensi a sentire e percepire distintamente.
  3. Create un vero e proprio percorso da seguire all’interno del giardino sensoriale; fissate bene gli oggetti in modo che i bambini possano giocare tranquillamente e senza esitazioni o forzature.
  4. Create anche dei contrasti di colore e delle forme geometriche che possano stimolare i sensi in modo creativo.

Fonte: SoluzioniBio