Diarrea e vomito improvvisi, è tornato il norovirus. Ecco cosa fare per evitare il contagio

0
Overdose di caffè

Il norovirus colpisce ancora: diarrea e vomito improvvisi, cosa fare in caso di contagio

  • di Zeina Ayache

Diarrea e vomito forti e improvvisi, questi i sintomi che ci fanno capire che siamo stati contagiati dal norovirus: ecco cosa fare e non fare.

Diarrea e vomito forti e improvvisi, questi i sintomi che ci fanno capire che siamo stati contagiati dal norovirus, un virus della famiglia Caliciviridae associato alle gastroenteriti. Vediamo insieme cosa fare in caso di contagio e come evitarlo e quali sono i sintomi e i rischi.

Norovirus, il contagio. Il Norovirus è un virus della famiglia Caliciviridae molto diffuso nel Regno Unito e in Irlanda e che, in questi mesi, sta raggiungendo anche altri Paesi europei. Il virus si trasmette per contatto tra persona e persona, ma anche da acqua e cibo contaminati e per via aerea ed è particolarmente contagioso durante l’inverno.

Sintomi. I sintomi compaiono 12 – 48 ore dopo l’esposizione con una persona contagiata o con prodotti infettati e durano da uno a tre giorni circa, spesso senza il bisogno di particolari trattamenti: anche se anziani e bambini devono prestare particolare attenzione. I principali sintomi sono:

  • nausea
  • vomito
  • dolori e crampi addominali
  • diarrea
  • malessere
  • febbre molto bassa
  • dolori muscolari

Cosa fare in caso di contagio. Basta davvero poco per contagiare le persone che ci stanno intorno, per questo quando si è colpiti da norovirus bisogna evitare di uscire e toccare cibo che altre persone potrebbero mangiare, ecco alcuni consigli utili per superare i giorni più difficili:

  • bere molti liquidi per reidratarsi, visto che con il vomito e la diarrea se ne persono moltissimi. Evitare però bevande gassate e succhi di frutta che peggiorano la situazione
  • prendere paracetamolo per ridurre il dolore
  • riposo assoluto
  • mangiare solo cibo scondito come riso, pasta e pane
  • assumere antidiarroici e antiemetici per ridurre i sintomi
  • Quando preoccuparsi. In caso di persistenza dei sintomi oltre i tre giorni, si consiglia di contattare il medico, lo stesso discorso vale in caso di sangue nella diarrea.

Restare a casa in caso di contagio. Il Norovirus è davvero molto contagioso, per evitarne la diffusione, tutte le persone che ne sono entrate in contatto devono:

  • non andare a lavoro per le 48 successive alla fine dei sintomi
  • lavarsi spesso le mani con acqua e sapone
  • disinfettare tutte le superfici e gli oggetti con cui si è entrati in contatto
  • lavare tutti i vestiti e la biancheria utilizzata durante i giorni del contagio
  • evitare di mangiare alimenti crudi e non lavati

Fonte: Fanpage