Dylan Dog contro i pro family? L’Avvocato Pillon pubblica le pagine accusate

1

Nel Dylan Dog La fine dell’oscurità, numero 374, si possono leggere due pagine nelle quali appare un movimento pro family.

All’Avvocato Simone Pillon non è sfuggito il messaggio che passerebbe attraverso il fumetto. Riportiamo il post che ha pubblicato sul suo profilo Facebook e, in fondo, le foto alle pagine in questione.

«Trovo gravissimo che un fumetto per ragazzi si permetta di diffamare il movimento pro family.
Trovo gravissimo che lo faccia in modo tanto violento ed esplicito.
Trovo ben triste che una casa editrice un tempo gloriosa sia oggi ridotta all’insulto gratuito e ideologico.
Il bigottismo genderista del pensiero unico impiega qualunque canale per spargere i suoi veleni, ma cribbio, lasciateci almeno leggere due fumetti in pace…
Credo che Tex Willer e il vecchio Kit Carson avrebbero volentieri chiuso a modo loro questa vergognosa vicenda.
Detto questo ho una voglia matta di chiedere pubbliche scuse e adeguati risarcimenti…»

 

  • marco

    ma Davide Bonelli che dice?