È nato il Movimento Volontario di Estinzione Umana che propone la lenta scomparsa della razza umana

1

Movimento Volontario di Estinzione Umana… non è uno scherzo, esiste!

Il movimento VHEMT (dalle iniziali in inglese) propone “la lenta scomparsa della razza umana attraverso la cessazione volontaria della procreazione”

La prima volta che ho visto il logo del Movimento Volontario di Estinzione Umana ho pensato che avevo appena scoperto qualcuno di estremamente ironico che si stava prendendo gioco degli ecologisti estremisti e mi sono messo a ridere. Dopo aver fatto qualche ricerca ho scoperto che questo gruppo esiste davvero, e il mio stupore si è trasformato rapidamente in tristezza constatando il punto a cui stiamo arrivando.

Il movimento VHEMT (dalle iniziali in inglese) afferma che “la lenta scomparsa della razza umana attraverso la cessazione volontaria della procreazione permetterà alla biosfera terrestre di recuperare la salute. La sovrappopolazione e la scarsità di risorse saranno alleviate nella misura in cui ridurremo la nostra densità”.

È stato Les U. Knight a dare il nome al movimento, anche se non si considera il suo fondatore visto che questa filosofia è presente fin da quando l’uomo ha iniziato a esistere come essere razionale. Egli afferma che nel corso della storia molti pensatori hanno preso coscienza di questo ideale, ma hanno visto soccombere questa mentalità di fronte al pro-natalismo della società.

A chi vuole far parte del movimento viene chiesto di non aggiungere un altro essere umano a questo mondo sovrappopolato. Evidentemente si accettano persone che hanno avuto figli perché si comprende la fragilità delle persone e si può perdonare il loro passato, ma anche se non tutti i membri devono essere a favore dell’estinzione umana, devono essere d’accordo sul fatto che non si dovrebbe aggiungere alcun altro essere umano a questo mondo.

In base al modo di pensare dei membri del movimento, l’atteggiamento davvero altruista sarebbe smettere del tutto di avere figli.

Qualcun altro oltre a me pensa che il mondo si sia rovesciato?

[Traduzione dallo spagnolo a cura di Roberta Sciamplicotti]

Fonte: Aleteia