Ecco “Huskee cup”, la tazzina realizzata con gli scarti del caffè

0
  • di Edith Discroll

Vetro, porcellana, gres o plastica. Sono questi di solito i materiali con cui vengono realizzate le tazzine da caffè, ma grazie all’idea di una startup australiana, il nostro modo di bere l’espresso potrebbe essere rivoluzionato.

Il pergamino

La start Huskee ha progettato una tazzina da caffè interamente ricavata dal pergamino, ossia la membrana che avvolge i chicchi prima che vengano decorticati. L’idea ha trovato un grande riscontro e, se venisse immessa nel mercato, potrebbe rivelarsi efficace nel ridurre la quantità di tazzine usa e getta che ogni anno si accumulano nelle discariche di tutto il mondo.

Un crowdfunding per finanziare il progetto

L’azienda per avviare la produzione delle Huskee cup ha avviato una raccolta fondi sulla piattaforma crowdfunding Kickstarter. L’obiettivo è quello di raggiungere 20 mila dollari australiani per mettere in moto la produzione. La scelta sembrerebbe essere più che azzeccata, infatti la startup ha raccolto quasi sei volte tanto: 113.500 dollari australiani, donati da parte di un migliaio di investitori

Tre tipi di Huskee cup

Grazie agli investimenti ricevuti, l’azienda potrà iniziare a distribuire le tazze già nei primi mesi del 2018. Al momento è possibile scegliere tra tre formati di differenti dimensioni, con scanalature verticali, anche in versione con coperchio per provare a sostituire le “coffee cup” delle caffetterie. Oltre al fatto di essere riutilizzabili e riciclabili, gli ideatori hanno assicurato che le Huskee cup sono resistenti a urti e graffi e mantengono il caffè caldo più a lungo.

fonte: interris