Ecco un modo per non far ammalare il tuo bambino in inverno

0

Con l’inverno le giornate si accorciano e spesso il brutto tempo e il freddo ci fanno desistere dal portare all’aria aperta i nostri figli.

“No, non usciamo è troppo freddo, e se poi ti ammali?”

L’istinto di protezione dei nostri piccoli ci portano a pensare che stare in casa al caldo sia la scelta migliore per loro.
E invece è una credenza errata, perché i bambini che stanno all’aria aperta sono meno soggetti a rischi infettivi rispetto a quelli che trascorrono le giornate in luoghi chiusi.

Ce lo spiega bene Susanna Esposito, direttrice della UOC Pediatria 1 Clinica della Fondazione Policlinico di Milano e Presidente della Società Italiana di Infettivologia Pediatrica (SITIP):

“Con l’arrivo delle temperature fredde, i genitori hanno paura di lasciare i figli all’aria aperta, perché temono per la loro salute. In realtà, se ben coperti e portati fuori nelle ore centrali della giornata, hanno minori possibilità di essere esposti agli agenti infettivi di quante ne hanno se rimangono a lungo in luoghi poco areati. Infatti, i contatti ravvicinati con altri bambini o, più in generale, con i soggetti malati, sono una delle principali modalità di trasmissione delle malattie infettive…”

Quindi come specifica l’esperta: armatevi di cappellino, guanti e sciarpa nei periodi molto freddi, per prevenire l’insorgere di bronchioli e otiti, ma se adeguatamente coperti portate all’aria aperta i vostri bambini.

Un aspetto importante per un bambino è lo sport. Deve essere per loro una forma di gioco, un divertimento che allo stesso tempo riesca a fargli acquisire abilità sportive. Ma non solo, in caso di attività fisica all’aria aperta, renderà il bambino più resistente agli agenti esterni come il freddo, ma anche il caldo.

Altri accorgimenti utili da seguire sono:

  • areare i locali di casa almeno una o due volte al giorno per una mezz’ora
  • evitare il contatto con persone malate
  • tenere i bambini a casa se non sono in ottima forma fisica (non solo quando ha la febbre)

La febbre nei bambini nel periodo invernale è abbastanza comune. Quello che non dobbiamo dimenticare è che la febbre non è una malattia, ma un sintomo, è un processo biologico naturale che deve fare il suo corso. Viene causata dall’attivazione del sistema immunitario ed è uno dei meccanismi con cui il nostro organismo si difende dall’aggressione di virus e batteri. Quindi non allarmatevi e non ricorrete subito a farmaci. Consultate il medico.