Estremisti di destra tedeschi organizzano una propria milizia in vista del “Giorno X”

0
  • di Tyler Durden

Un movimento di estrema destra, di tedeschi autodefinitisi “Cittadini del Reich” (Reichsbürger),  è cresciuto fino a quasi 16.000 membri, con un aumento di oltre il 50% nell’ultimo anno. Un nucleo ha intenzione di preparare il proprio esercito per quello che chiamano “Giorno X” – riporta  Focus.

“Reichsbürger è un gruppo di persone che crede che i confini dell’impero tedesco del 1871 siano ancora in vigore e che tutti i governi dai nazisti in poi (e compresi loro) siano stati illegittimi; molti aderiscono anche ad ideologie antisemite”, secondo Deutsche Welle, che aggiunge: “Credono che l’attuale Repubblica Federale di Germania sia un governo fantoccio, controllato dalle potenze alleate della seconda guerra mondiale”.

Alcuni membri si rifiutano di obbedire alle leggi dello Stato e di pagare le tasse; alcuni hanno persino stabilito i propri “mini-regni”, sventolando bandiere personalizzate e creando passaporti fasulli. Per partecipare al movimento, i membri devono fornire una prova che la propria linea di sangue sia stata ariana fino al 1914.

In precedenza bollato come un innocuo e marginale gruppo di complottisti, il Reichsbürger ha fatto notizia negli ultimi due anni per una serie di episodi di violenza, tra cui l’omicidio di un poliziotto nella città bavarese di Georgensgmünd.

Nell’agosto 2016, Adrian Ursache, 42enne ex Mister Germania e membro di Reichsbürger, ha aperto il fuoco contro degli agenti del Commando Operazioni Speciali (SEK), in una casa di proprietà dei suoi suoceri che lui aveva dichiarato stato autonomo, ferendo tre ufficiali.

Poi, nell’ottobre 2016Wolfgang Plan, 50 anni, ha condotto un’imboscata “a lungo pianificata” contro dei poliziotti delle forze speciali, che avevano fatto irruzione nella sua casa di Georgensmünd alla ricerca di circa 30 fucili da caccia, dopo che le autorità locali lo avevano ritenuto inadatto a possederli. Indossando un gilet in kevlar, Plan ha sparato 11 volte, uccidendo nello scambio un ufficiale di 32 anni e ferendone altri due. È stato condannato all’ergastolo.

E a luglio 2017, 250 poliziotti e pubblici ministeri hanno effettuato raid in 15 case ed uffici appartenenti a membri di Reichsbürger, in tre diversi stati tedeschi e diretti a 16 sospetti. Due di loro, donne di 40 e 62 anni, erano accusate di aver diffuso documenti contraffatti e di aver finto di essere funzionari pubblici.Il portavoce della polizia di Ingolstadt, Hans-Peter Kammerer, ha dichiarato che sette delle 16 persone prese di mira martedì erano sospettate di agire come autoproclamatisi funzionari di un fittizio “Stato di Baviera”, con sede a Pliening, est di Monaco.

Gli altri erano sospettati simpatizzanti che avevano ottenuto ed usato documenti falsi.

L’imputato aveva inondato le autorità di obiezioni scritte alle multe ed agli ordini di confisca, nei quali, asseriva, “manifestavano le loro grezze visioni legali”, dice la polizia di Ingolstadt.

Le accuse erano di tentata estorsione, tentativo di coercizione ed impersonificazione di pubblico ufficiale – hanno detto gli investigatori, i quali hanno aggiunto che l’indagine era iniziata la settimana prima con la creazione di documenti di identità e patenti di guida falsificati – –DW.com

Dopo che il governo ha chiesto dati sul movimento, la rivista Focus ha rivelato che al mese di gennaio il numero di membri di Reichsbürger era cresciuto a 15.600 – un aumento di oltre il 50%, con la più grande concentrazione, circa 3.500 membri, situata in Baviera

“Hanno iniziato a prepararsi per il Giorno X”, scrive Focus – in riferimento ad una giornata in cui il gruppo si leverà contro il governo tedesco.

Anche se l’organizzazione è attualmente una rete a maglie larghe – il che riduce la minaccia di una violenza significativa – i servizi di sicurezza tedeschi temono che il movimento ispirerà attacchi di lupi solitari, oltreché il traffico illegale di armi.

Secondo il governo, oltre 1.000 membri del Reichsbürger hanno almeno un porto d’armi.

Nel giugno 2017, le autorità tedesche hanno dichiarato che sono ancora in libertà oltre 450 estremisti di estrema destra, con mandati di cattura al proprio carico – e che i politici liberali hanno indicato come un “conclamato movimento nazista”. Dei 462 individui, 104 sono ricercati per crimini violenti, 106 per crimini politici, mentr​​e 98 sono latitanti dal 2015 o prima.

Le autorità hanno lanciato una massiccia indagine lo scorso aprile, con l’esamina di 275 casi di sospetti estremisti di destra tra i membri dell’esercito, accusati di aver fatto “commenti razzisti su internet” e di aver urlato “Heil Hitler”.

Fonte: ZeroHedge
Tratto da: ComeDonChisciotte