Imodium, ecco come ci si sballa con i farmaci contro la diarrea

0
farmaci contro la diarrea

Farmaci contro la diarrea usati per sballarsi: cos’è il ‘metadone dei poveri’

  • di Zeina Ayache

Abusare dei farmaci che bloccano la diarrea per sballarsi, questa è la nuova moda secondo la FDA americana che ne sottolinea gli effetti e i rischi per la salute.

Il consumo eccessivo di farmaci che bloccano la diarrea allo scopo di sballarsi è in continua crescita secondo la Food and Drugs Administration che in questi giorni ha pubblicato un comunicato stampa in cui ha esposto le preoccupazioni relative a questa nuova moda.

Ma davvero l’Imodium può avere gli stessi effetti di un oppiaceo?

Imodium, anzi loperamide. Di solito lo chiamiamo Imodium, ma questo è il nome commerciale della loperamide, il farmaco ‘accusato’ di essere responsabile della morte di una ragazza a Liverpool perché utilizzato non come antidiarroico (quella che sarebbe la sua funzione), ma come una vera e propria droga.

La loperamide è un farmaco antipropulsivo e antiperistaltico che riesce a ridurre la peristalsi gastrointestinale di fatto ‘bloccando’ la diarrea.

Loperamide come droga. Alcune persone però hanno ‘scoperto’ che consumandone grandi quantità, la loperamide può avere effetti simili a quelli degli oppiacei. “Quando consumata in grandi quantità, nelle persone dipendenti da oppiacei rappresenta un potenziale sistema per gestire gli effetti collaterali degli oppiacei stessi o per mantenere alti gli effetti euforici degli oppiacei”, spiega l’FDA. Ma quali sono le quantità? Stiamo parlando di centinaia di pillole prese in una volta sola: per capire che si tratta di un abuso, basta considerare che una pillola mediamente è di 2 mg e che la dose massima giornaliera consigliata può arrivare al massimo a 16 mg, cioè 8 pillole.

Effetti collaterali. La loperamide non è pericolosa se utilizzata nelle dosi consigliate, l’abuso però può portare non solo a sonnolenza e rallentamento del respiro, ma anche (e soprattutto) a gravi e seri problemi al cuore e, in alcuni casi, anche alla morte.

I consigli di FDA. Trattandosi di un farmaco da banco, quindi facilmente acquistabile, la FDA suggerisce di modificarne l’imballaggio, ad esempio riducendo le quantità del pacchetto a 8 pillole da 2 mg l’una.

Fonte: Fanpage