Fitwalking: scopri qual è l’andatura migliore per dimagrire

0

Uno dei modi per continuare a vivere “portandosi l’energia dell’estate dentro” è quello di mantenere le buone abitudini che abbiamo preso durante le vacanze, quando non saranno mancate attività fisica all’aria aperta e passeggiate, sia che siate stati al mare (beach walking) o in montagna.

Questo periodo dell’anno è dunque il momento migliore per avvicinarsi alla fitwalking, la camminata sportiva, la forma di movimento più dolce, senza traumi e naturale che ci sia.

Il fitwalking è adatto a tutti, non richiede allenamento specifico o qualità atletiche particolari, non comporta per legamenti e giunture dannosi impatti con il terreno e non sottopone le articolazioni a stress.
In compenso assicura benefici importanti sulla salute e sulla forma fisica. A meno che non teniate una postura errata o sbagliate l’andatura: ecco allora come si deve camminare per trarre il massimo beneficio dalla camminata all’aria aperta.

Perché il fitwalking fa bene

Ecco, in 4 punti, i benefici del fitwalking:

  1. Il ritmo cardiaco aumenta, quindi le prestazioni cardiocircolatorie e respiratorie migliorano a poco a poco. Tutto l’organismo viene ossigenato di più, il metabolismo accelera e si riducono i rischi di futuri problemi cardiovascolari o di diabete.
  2. Il consumo di calorie si aggira sulle 300 in un’ora a una velocità di 6 km/h circa (per un totale di 6000 passi): un buon esercizio aerobico, per cominciare un training volto a snellire la figura.
  3. Lavora la maggior parte dei muscoli, anche quelli della parte alta del corpo perché dovete muovere avanti-indietro le braccia (se poi usate i bastoncini da nordic walking, coinvolgete il 90% della muscolatura). Il tono di gambe, glutei e addome aumenta, la circolazione localizzata si riattiva e si riducono cellulite e cuscinetti adiposi.
  4. La mente si libera, lo stress si scarica e l’organismo libera endorfine, gli ormoni del buon umore e del benessere. Anche il sistema immunitario ne trae grande giovamento.

Aiutarsi con i bastoncini da nordic walking o no?

Il nordic walking è una tecnica nata in Finlandia: i bastoncini, in città, possono aiutare per impostare al meglio la camminata. Come nel fitwalking, fai andare le braccia avanti e indietro alternate: ti daranno ritmo, equilibrio e pomperanno sangue in vene e arterie, ossigenando i tessuti.

Camminare velocemente permette di bruciare più calorie, ma camminare più velocemente non significa fare passi più lunghi, ma passi più frequenti. Passi brevi e veloci permettono di mantenere un buon equilibrio e un ritmo costante.

Il segreto per individuare l’andatura giusta nel fitwalking è quello di camminare di fretta, come se foste inseguite o in procinto di perdere il treno, e non come se andaste a passeggio per fare shopping.

Fonte: SoluzioniBio