Fragole, ecco cosa succede se ne mangi cinque al giorno

0
fragole

Fragole: proprietà benefiche e controindicazioni – di Redazione Donna

Le fragole, oltre ad essere deliziose, hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Inoltre svolgono un’azione diuretica e depurativa e fanno bene all’umore. Scopriamo tutte le loro proprietà!

Sono un frutto di origine francese e la prima coltivazione risale al 1700. Sono coltivate in estate per raggiungere poi la maturazione in primavera quando assumono un colore rosso con pigmenti giallognolo-verdini conferiti dai piccoli acheni esterni che comunemente vengono chiamati semini.

Contengono un alto livello di vitamina C: mangiarne 5 equivale infatti a mangiare un arancio. La vitamina C favorisce l’assorbimento di sali minerali come il ferro, utile per la formazione dei globuli rossi ma importante anche per i muscoli, inoltre è la principale responsabile dello sviluppo del collagene, che aiuta a mantenere la pelle elastica.

Conosciute anche per le loro proprietà antiossidanti, le fragole contengono anche vitamina A, B1, B2, e K oltre ai sali minerali tra cui ferro, potassio, magnesio e manganese.

Hanno un modesto potere calorico e apportano in prevalenza zuccheri semplici (fruttosio), ma sono ricche di acqua (90,5 g per 100 gr.) e di fibre. Le radici e le foglie delle fragole, infine, sono utili per guarire piaghe e abrasioni.

Proprietà e benefici. Aumentano le difese immunitarie e migliorano il microcircolo: il ferro, il calcio e il magnesio aiutano a prevenire raffreddore e reumatismi mentre l’acido acetilsalicilico, aiuta a riattivare le difese immunitarie migliorando anche la funzionalità del microcircolo avendo un effetto benefico anche su gambe gonfie, cellulite e ritenzione idrica.

Inoltre le fragole hanno proprietà lassative e favoriscono la diuresi apportando benefici anche ai reni e il fosforo gli conferisce proprietà depurative utili anche alla salute del fegato.

Proprietà antinfiammatorie: contengono fenoli che ci aiutano in caso di patologie che causano infiammazioni. Sono utili quindi in caso di eterosclerosi, asma e osteoartrite.

Le proprietà antinfiammatorie delle fragole apportano anche benefici a chi soffre di trigliceridi e colesterolo alto grazie all’azione di fitonutrienti che apportano benefici a tutto il sistema cardiovascolare diminuendo anche il colesterolo cattivo (LDL).

Antiossidanti e antitumorali: le antocianine contenute nelle fragole e che conferiscono il caratteristico colore rosso, sono potenti antiossidanti che aiutano a rallentare l’invecchiamento cellulare.

Le fragole sono state inserite tra gli alimenti che aiutano a rimanere giovani nella classifica ORAC (Oxygen Radical Absorbance Capacity) preparata dall’USDA (il dipartimento dell’agricoltura statunitense).

La vitamina C, l’acido folico e alcuni flavonoidi, come quercitina e kaempferol contenuti nelle fragole, prevengono la formazione di cellule cancerogene. Inoltre contengono anche acido ellagico utile a prevenire il cancro.

Toccasana per le ossa e per la vista: il calcio e la vitamina K contenuti nelle fragole aiutano le ossa a rimanere forti più a lungo prevenendo l’osteoporosi. Inoltre, mangiare tre porzioni al giorno di fragole, aiuta a ridurre malattie degli occhi come cataratta e degenerazione maculare.

Efficaci contro gotta e pressione alta: le fragole contengono acido salicilico prezioso per chi soffre di gotta e di ipertensione. Aiutano a mantenere il sangue più fluido evitando la formazione di placche. Inoltre l’acido salicilico è utile anche contro i dolori articolari causati da artrosi e artrite.

Fanno bene all’umore: consumare fragole fa bene anche all’umore in quanto stimolano la produzione di serotonina e melanina. Quando ci sentiamo giù di morale possiamo mangiare una benefica porzione di fragole. Inoltre la melanina aiuta l’abbronzatura e previene eritemi solari.

Prevengono il diabete: le fragole contengono fruttosio e levulosio, zuccheri ben tollerati da chi soffre di diabete. Inoltre, consumare fragole almeno tre volte a settimana, aiuterebbe a prevenire il diabete di tipo 2.

Aiutano a dimagrire e attivano il metabolismo: le fragole contengono enzimi che attivano il metabolismo aiutandoci a bruciare grassi, oltre ad avere poche calorie, sono quindi adatte a chi vuole perdere peso.

Inoltre aumentano il senso di sazietà contrastando la fame nervosa. Le fragole aiutano anche a metabolizzare i grassi combattendo l’obesità. L’ideale è mangiarle lontano dai pasti.

Benefiche per stomaco e l’intestino: le fibre aiutano il processo di digestione e conferiscono alle fragole un leggero potere lassativo utile a chi soffre di stipsi. Inoltre evitano la formazione di gas addominali. L’infuso di foglie essiccate di fragole è utile in caso di diarrea ma è un rimedio efficace anche per favorire l’espulsione di calcoli renali.

Prevengono l’infarto: da uno studio dell’Harvard School of Public Health di Boston e dell’Università di East Anglia è emerso che mangiare 3 porzioni (150 grammi) a settimana di fragole e mirtilli ridurrebbe visibilmente i rischi cardiovascolari nelle donne.

Lo studio condotto su 93.600 donne di età compresa tra i 25 e i 42 anni, seguite per 18 anni, dimostra come sulle donne si sia riscontrato un rischio di infarto ridotto del 32% rispetto al resto del campione. Gli antociani favoriscono la dilatazione delle arterie, contrastando l’accumulo di placche e stimolando benefici cardiovascolari.

Aiutano la memoria: l’acido folico contenuto nelle fragole è utile alla memoria, aiuta quindi a tenere attivo il nostro cervello prevenendo anche malattie come la demenza senile e l’Alzheimer.

Gravidanza: apportano benefici anche alle donne in gravidanza che, se non hanno una particolare allergia al frutto, possono consumare le fragole che aiutano anche a combattere lo stress. Inoltre contengono acido folico utile soprattutto alla salute del feto.

Denti più sani e più bianchi: grazie al contenuto di Xilitolo, prevengono la formazione della placca e eliminano i germi e i batteri responsabili dell’alito cattivo.

Per sbiancare i denti è possibile preparare un rimedio naturale: miscelate la polpa della fragola con un cucchiaino di bicarbonato di sodio e utilizzate l’impasto al posto del dentifricio risciacquando poi bene con acqua fredda.

Benefici per la pelle: le fragole apportano benefici anche alla nostra pelle. Per creare una maschera antirughe vi basterà privare le fragole del picciolo e schiacciare il frutto fino a ottenere una polpa, e poi massaggiarlo sul viso lasciando in posa per 20 minuti prima di risciacquare. Chi soffre di couperose può preparare un impacco rinfrescante con le foglie delle fragole per attutire il rossore.

Rinforzano unghie e capelli: contengono due minerali importanti per la salute dei capelli: il manganese che ritarda la comparsa dei capelli bianchi e il rame che li mantiene sani prevenendo anche la caduta. Le unghie, invece, diventano più forti evitando di sfaldarsi e spezzarsi.

Valori nutrizionali
Fragole – Quantità per 100 grammi – Calorie 33
Grassi 0,3 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 1 mg
Potassio 153 mg
Carboidrati 8 g
Fibra alimentare 2 g
Zucchero 4,9 g
Proteina 0,7 g
Vitamina A 12 IU – Vitamina C 58,8 mg
Calcio 16 mg – Ferro 0,4 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 13 mg

Una tazza di fragole garantisce ben il 136% della razione giornaliera raccomandata (RDA) di vitamina C, il 13% della RDA consigliata di fibre e il 21% della RDA di manganese.

Come consumare le fragole. Quando compriamo le fragole assicuriamoci che siano sode, rosse, senza ammaccature e che il picciolo sia attaccato. Vanno consumate entro tre giorni e vanno tenute al fresco. È importante lavarle solo al momento di utilizzarle, altrimenti marciscono se lavate e poi conservate.

Vengono utilizzate soprattutto per macedonie, torte, crostate di frutta, è importante tirarle fuori dal frigo almeno un’ora prima di utilizzarle in modo che perdano l’acqua che hanno assorbito in frigorifero.

Per preparare uno spuntino disintossicante e anti gonfiore potete frullarle con un vasetto di yogurt bianco e una foglia di menta mentre, per stimolare la diuresi, mangiate le fragole con limone e poche gocce di aceto di mele.

Controindicazioni. Le fragole sono uno degli alimenti con il più alto potere allergizzante perché liberano istamina e, in soggetti predisposti, può portare sintomi a livello cutaneo o della mucosa orale come orticaria, formicolio alla bocca, difficoltà respiratorie e mal di pancia.

In casi rari può portare febbre, dermatiti fino ad arrivare all’ostruzione dei bronchi. Le fragole devono essere assunte con cautela da chi soffre di ulcera, gastrite e colite. Chi soffre di diabete può mangiare le fragole, ma con moderazione.

Le donne in gravidanza devono lavarle con estrema cura per evitare il rischio toxoplasmosi in quanto le fragole crescono a terra e possono venire a contatto con concimi animali. In gravidanza è comunque consigliabile chiedere il parere del medico prima di consumare questo frutto.

Infine le fragole devono essere consumate con moderazione da chi soffre di calcoli renali o alla cistifellea perché contengono acido ossalico. – Fonte: fanpage.it Donna