I bambini dispersi ogni anno nel mondo?Ecco gli ultimi dati, numeri impressionanti

0
  • di Pietro Di Martino

Nel corso della nostra vita, distratti dalla frenesia, dal lavoro, dai tanti impegni, o perché incastrati da situazioni che riempiono le nostre giornate, non ci rendiamo conto di quante cose più o meno importanti accadono intorno a noi. Quando capita di vedere bambini fuori dalle scuole, al parco mentre giocano, o magari con le mamme a fare la spesa, è difficile immaginare che tanti altri siano scomparsi. Eppure, nel mondo, di bambini ne spariscono davvero tanti e le cifre ufficiali dimostrano una crescita allarmante.

Poco più di un mese fa (per l’esattezza il 25 maggio scorso in occasione della Giornata Internazionale dei bambini scomparsi) the Missing Children Europe, la federazione europea per i bambini scomparsi e sfruttati sessualmente e che conta 33 organizzazioni non governative operanti in 24 Paesi all’interno dell’UE, ha lanciato l’allarme: le ultime stime parlano di otto milioni di bambini dispersi ogni anno nel mondo. Vale a dire 22.000 ogni giorno. Numeri davvero impressionanti.

Solo nell’Unione Europa, viene dichiarato scomparso un minore ogni due minuti . Nel 57% si tratta di casi di fuga, seguito dal 23% di rapimenti. Di questi, la maggioranza è di genere maschile (56,60%) e la fascia d’età più coinvolta riguarda i ragazzini di età compresa tra i quindici e i diciotto anni (il 51,92%).

In Italia la linea dedicata ai diritti dell’infanzia è il Telefono Azzurro. Attraverso il numero telefonico 116.000, operatori specializzati forniscono supporto psicologico, sociale, giuridico ed amministrativo 24 ore su 24. Anche loro hanno registrato un incremento esponenziale di bambini scomparsi. Basti pensare che dal 2009 ad oggi hanno ricevuto 1816 nuove segnalazioni.Tra queste, per fortuna, anche quelle di avvistamenti e ritrovamenti. Inoltre questa associazione rende noto che solo in questi ultimi due anni si è verificato un aumento delle segnalazioni di fuga dai centri di accoglienza da parte di minori non accompagnati. C’è anche chi parla di profughi partiti e mai arrivati che verrebbero uccisi e utilizzati come macchine da organi. Storie impossibili, secondo i medici.

Ragazzi, bambini di cui si perdono completamente le tracce, spesso arruolati dalla criminalità, che diventano oggetto di abusi di ogni tipo e vittime dello sfruttamento sessuale. Nell’augurarci che questi dati tendano a calare nei prossimi anni, non resta che prestare attenzione ad un tema che, se sottovalutato, potrebbe addirittura incrementare le statistiche.