I bimbi con troppi giochi sono meno creativi: ecco perché a Natale meglio pochi, ma buoni

0
  • di Zeina Ayache

I bambini che hanno meno giochi a disposizione sono più creativi: una ricerca ci spiega perché a Natale non serve regalare troppi giocattoli.

I bambini che hanno pochi giochi a disposizione riescono a stimolare meglio la loro creatività. La conferma arriva dalla University of Toledo, negli Stati Uniti, che ha testato gli effetti del numero di giochi sulla creatività dei più piccoli. I risultati sono stati pubblicati sulla rivista Infant Behavior and Development all’interno dello studio intitolato “The influence of the number of toys in the environment on toddlers’ play”.

Lo studio. Per giungere a queste conclusioni, i ricercatori hano osservato il comportamento di un gruppo di 36 bambini (nove maschi e ventisette femmine) tra i 18 e i 30 mesi ai quali sono stati consegnati, in sessioni diverse, quattro e sedici giocattoli di tipologie differenti, ‘educazionali’, ‘travestimenti’, ‘azione’ e ‘veicoli’. Ai piccoli è stato chiesto di giocare e gli scienziati ne hanno osservato il comportamento.

I risultati. Dalle osservazioni è emerso che quando i bambini si trovano in un contesto in cui hanno pochi giochi a disposizione, si soffermano per più tempo su ogni giocattolo e si focalizzano e concentrano su tutti i modi in cui potrebbe essere utilizzato: in poche parole stimolano la loro fantasia e creatività.

Pochi ma buoni. Gli scienziati suggeriscono ai genitori di lasciare a disposizione dei più piccini solo pochi giochi per permettere loro di sperimentare, questo sembra un ottimo consiglio anche considerato l’arrivo del Natale quando sotto l’albero abbondano proprio i giocattoli per i più piccini. E se ormai la casa è piena di giochi, basta tirarne fuori pochi alla volta, come spiegano i ricercatori: “Quando c’è un’abbondanza di oggetti si potrebbero mettere a disposizione del bambino piccole collezioni, mettendone via la maggior parte. Questo potrebbe aumentare l’opportunità di sviluppo della creatività, dell’immaginazione e delle capacità”.

Un ambiente stimolante. Lo stesso discorso vale anche per gli asili o comunque i luoghi in cui i bambini possono giocare: per promuovere una tipologia di gioco sana e stimolante per il cervello dei più piccini, gli esperti consigliano di ridurre al minimo l’offerta.

Fonte: Fanpage