Idlib, Siria: pronta una nuova messa in scena?

0
idlib

Idlib: pronta una nuova messa in scena – di Davide Pellegrino, articolo tratto da Oltre la linea

Olive Group, una compagnia britannica di sicurezza dedita al reclutamento di mercenari, dopo essersi fusa con una sua analoga USA, ha preso in appalto “lavori” anche in Siria, proprio nella zona wahhabita di Idlib.

Per aprire le danze, si è presa la briga di addestrare i White Helmets – l’apparato propagandistico-“umanitario” di al-Qaeda – nella manipolazione di materiale chimico dannoso.

Da buoni agent provocateurs occidentali hanno eseguito immediatamente l’ordine. In data 31 agosto 2018 hanno rapito un totale di 44 bambini in tutta la regione con la complicità di Hay’at Tahreer al-Sham e Ahrar al-Sham.

Dopo un accurato lavoro di trucco e parrucco, come accaduto a Khan Sheikhoun e Douma, faranno far loro la parte delle vittime da cloro nell’ennesimo film di propaganda contro Bashar al-Assad.

In questo avranno l’appoggio mediatico di al-Jazeera, che ha recentemente rilanciato la notizia di presunte bombe al fosforo in possesso dell’esercito siriano, e dei nostri nemici interni.

Roberto Saviano, Gad Lerner, Gianni Riotta, Luciana Littizzetto, Laura Boldrini, Maurizio Martina, Roberto Fico, Paolo Gentiloni, Graziano Delrio e Lia Quartapelle, infatti, non esiteranno a veicolarne sui social il set cinematografico per convincere l’opinione pubblica che l’intervento imperialista contro Damasco abbia caratteri umanitari e necessari.

Ad aprile, la buffonata delle mani su naso e bocca è stata partorita dalle loro menti, ricordiamocelo.

Spulciando il loro account ufficiale su Twitter (Syrian Civil Defence) possiamo addirittura assisterne al “making of” con tanto di contenuti extra.

In un tweet recente hanno denunciato la morte di cinque bimbi e il ferimento di dodici persone in un raid aereo russo a Jisral Shughur.

Idlib: la solita storia

Donald Trump si è prodigato, invano, ad ammonire Mosca e Teheran affinché desistano dall’intraprendere azioni militari.

Ora sì che ne capiamo i motivi: i soliti, da 29 anni a questa parte. Fonte: Oltre la linea – Ti potrebbe interessare anche A Idlib braccio di ferro in attesa del vertice di Tabriz