Il Bimby e i costi altissimi di riparazioni e ricambi: la denuncia dei consumatori

0
  • di A.P

Secondo una rivista di consumatori francese, molti consumatori lamentano i costi esorbitanti di riparazioni e ricambi del robot da cucina.

Chiunque si cimenti nella preparazione di piatti in casa conosce o almeno ha sentito parlare almeno una volta del Bimby, il robot da cucina prodotto dall’azienda tedesca Vorwerk ormai dagli anni ’70 per lanciare sul mercato un elettrodomestico completamente nuovo  e ancora oggi al top nel suo genere.

Negli anni  l’azienda si è specializzata sempre di più dando vita a modelli super sofisticati ormai in grado di fare quasi tutto, dalla preparazione dei cibi alla cottura. Una varietà di operazioni che ovviamente si pagano profumatamente non solo in fase di acquisto ma anche in casi di eventuali riparazioni.

Secondo una inchiesta del magazine francese edito dall’Istituto nazionale del consumo francese, 60 Millions des consommateurs, citata da ilfattoalimentare.it,  in effetti sarebbero in tanti a lamentare l’altissimo prezzo delle riparazioni a seguito dei guasti successivi al periodo di garanzia.

In un caso, ad esempio una consumatrice si è vista recapitare un conto di quasi 530 euro per la sostituzione di alcune parti guaste del robot comprato sei anni prima, quasi la metà del prezzo di uno nuovo, ma in generale molti denunciano di aver dovuto pagare per riparazioni e ricambi cifre che vanno da 250 a 475 euro. Una esitazione non certo di poco conto anche perché, stando sempre alla rivista francese, l’affidabilità e la resistenza dell’elettrodomestico in questione, pur se alta, si attesterebbe sotto quella dei concorrenti.

Fonte: Fanpage