Lecce, l’assurda morte di Ilaria, 18 anni, mentre mangiava il puré

0

Soffoca mentre mangia il puré, Ilaria muore a 18 anni davanti alla mamma e al fratello

  • di Biagio Chiariello

La tragedia in Salento. Ilaria Vitelli ha cominciato ad avere conati di vomito ed ha ingerito parte del materiale alimentare che stava espellendo: è morta tra le braccia del fratello di 14 anni, il primo a prestarle soccorso.

A Giorgilorio, piccola frazione di Surbo, si conoscono tutti. Ecco perché la tragica notizia della morte di Ilaria Vitelli, una ragazza di 18 anni compiuti a fine ottobre, ha sconvolto l’intera comunità del paesino in provincia di Lecce. La giovanissima sarebbe stata uccisa da un rigurgito, strozzata da un boccone di cibo.

Stando alle ricostruzioni, aveva appena finito di mangiare del purè di patate insieme alla madre e al fratello quattordicenne, quando, pochi minuti dopo, ha cominciato ad avere dei conati di vomito che ha in parte ingoiato, ingerendo parte del materiale alimentare che stava vomitando, rimanendo così soffocata.

Nell’immediato a cercare di salvarle la vita è stato proprio il fratello che ha tentato in tutti i modi di liberare la bocca della sorella dai residui del cibo in eccesso e dal rigurgito, ma senza riuscirci. Nel frattempo gli altri familiari hanno avvertito il 118, ma all’arrivo dei sanitari Ilaria era già in arresto cardiocircolatorio. Sul posto sono arrivate due ambulanza. Il personale medico ha subito praticato tutte le manovre necessarie per riattivare la respirazione polmonare della diciottenne. Ma è stato tutto inutile, nonostante le operazioni di soccorso siano andate avanti per circa un’ora.

I medici hanno provato a liberare le vie respiratorie ostruite, ma il rigurgito continuava a fuoriuscire dalla bocca della ragazza senza sosta. E così Ilaria è spirata. Dell’accaduto sono state anche informate anche le forze dell’ordine. Il medico legale ha eseguito una prima ispezione sul corpo della 18enne.

Fonte: Fanpage