Julia Roberts e lo scandalo della normalità: ecco cos’ha detto del marito

0
julia roberts

Julia Roberts: ogni giorno vedo rientrare mio marito a casa e ringrazio di averlo con me – di Annalisa Teggi

Per una volta una star mondiale riempie le colonne dei giornali di costume non con uno scandalo hot, ma con la gratitudine semplice di un rapporto vero e profondo

E’ il sorriso più bello del mondo, credo si possa dire senza timore di smentita. Lei è e rimane la Pretty Woman, anche se è tantissimo altro.

Erin Brockovich le ha meritato un Oscar, ma non è stata meno apprezzata dal pubblico nei ruoli più sentimentali e ironici da Notting Hill a Se scappi ti sposo e Il matrimonio del mio migliore amico.

Credibile anche nel mondo delle fiabe: è stata una giovanissima fatina Trilli in Hook-Capitano Uncino e una più adulta e crudele regina cattiva in Biancaneve.

Tra gli ultimi lavori, nel 2017 ha preso parte al bellissimo film Wonder, tratto dal capolavoro della Palacio, nel ruolo della mamma di Auggie Pulmann, un bambino di undici anni con una malformazione craniofacciale.

Una prova intensa, in cui l’attrice ha dovuto immedesimarsi con le paure e l’affetto incommensurabile di una madre che introduce al mondo esterno un figlio fantastico eppure “diverso”.

Il personaggio e la persona. Al contrario di molte altre celebrità, Julia Roberts è un’icona cinematografica mondiale di fama esorbitante, ma assolutamente gelosa della sua vita privata.

Per questo ha suscitato molto interesse la sua ultima uscita pubblica in cui ha condiviso un racconto intimo della sua quotidianità familiare.

Con buona pace degli amanti del gossip, le sue parole non hanno rivelato nessuno scandalo, nessun dettaglio a luci rosse, nessuna cattiveria.

Julia Roberts ha espresso a voce alta solo e solamente la sua gratitudine per aver conquistato un affetto matrimoniale semplice e solido: lo straordinario della normalità, insomma.

Il nuovo personaggio di Julia Roberts

L’occasione è stata la presentazione di una nuova serie di cui è protagonista e s’intitola proprio Homecoming (ritorno a casa); nulla a che vedere con la routine domestica di una moglie e madre, però:

il soggetto della pellicola è distopico e riguarda un esperimento sui veterani di guerra, Julia interpreta la dottoressa Heidi Bergmann e commenta il suo personaggio così,

«Ha un genuino interesse verso i pazienti, in particolar modo nei riguardi di uno di loro, ma deve anche rispondere al capo-dipartimento, convinto che attraverso le sue sedute, scavando nei traumi sul campo, riuscirà ad estrarre dati e informazioni dai veterani.» (da Repubblica)

La serie, che sarà disponibile su Amazon Prime, è stata presentata a Toronto da poco e in questa circostanza Julia Roberts si è lasciata andare a parlare del suo ben più domestico ritorno a casa, cioè della sua famiglia e del rapporto col marito Danny Moder. Una delle dichiarazioni più belle che ha fatto è questa:

«Sono fortunata ad avere Danny […] Ogni giorno lo vedo entrare dalla porta di casa ed è come fosse sempre un sogno. Mi dico: “Ah, è tornato”» (da Vanity Fair)

Forse è addirittura più clamoroso che una star planetaria, tra le più pagate al mondo e che ha tutto ciò che in termini banali è sinonimo di felicità (fama, bellezza, ricchezza), ci ricordi che tutto il mondo è paese:

non è una frase fatta o una regola all’antica la storia che il matrimonio è una vera vocazione alla felicità piena sulla terra (cioè riempie l’anima e il cuore più di molte altre cose appariscenti). E pur con tutti gli alti e bassi del caso.

Lui è “il marito di …”, ma lei è felice di essere sua moglie

Una foto di inizio settembre li vede abbracciati sulla spiaggia, Julia Roberts si è catapultata nel mondo di Instagram da giugno.

Nel commento dice grazie, parla di abbracciare il sole e di gioia. Sembrerebbe un idillio, in realtà il matrimonio della Roberts con Danny Moder è una strada complicata come quelle di molte altre coppie normali.

Hanno tre figli e l’ultimo anno li ha visti impegnati nel gestire una crisi relazionale, l’hanno superata.

Questo li rende parte della grande comunità dei mariti e delle mogli, alla prova tutti i giorni con la tentazione della noia e delle rivendicazioni reciproche:

mantenere un rapporto significa fare i conti con le cadute e scommettere che la felicità sia un campo solare ma di battaglia. “Tutto rose e fiori” non esiste, e se esistesse non sarebbe da umani ma da automi.

Che un matrimonio possa naufragare, Julia Roberts lo sa facendo i conti con un passato sentimentalmente burrascoso: è famosa la rottura con Kiefer Sutherland tre giorni prima di quello che doveva essere il loro matrimonio, e poi un altro matrimonio finito in divorzio nel 1995.

Danny Moder è il suo secondo marito, da cui sono nati i gemelli Hazel Patricia e Phinnaeus Walter e poi il terzo figlio Henry.

Ed è con lui che l’impresa matrimoniale è diventata per Julia Roberts un’occasione autentica di rendere duraturo il legame, e anche verifica dei frutti di meraviglia e bene che porta alla persona il vincolo sponsale.

Possiamo limitarci a commentare il curriculum morale imperfetto di queste star, oppure possiamo guardare una persona fare i conti col suo destino e coi suoi limiti.

Possiamo anche ringraziare, perché arrivano conferme insospettabili a quella scommessa di vita che molti di noi hanno giurato davanti a un altare.

Il matrimonio: vita nuova

Davvero il matrimonio non è una formula o un pro forma, ma una sostanza di vita nuova: la star planetaria di Hollywood, il sorriso più bello del mondo, è arrivata a dire – da donna adulta e madre – davanti a milioni di ascoltatori e lettori la frase meno scandalosa del mondo, eppure così straordinaria: l’amore per il proprio marito

«È un essere umano straordinario», ha dichiarato, «Ci divertiamo così tanto» (IbidE, una volta tanto, ha fatto quello che una grande donna sa fare, cedere la scena.

Una volta tanto lui, Danny Moder, … lui che più di tutti sa di essere “il marito di” … si è messo in mostra per quello che è: compagno di vita di una donna che nella realtà reale non vuole fare la prima attrice. Fonte: Aleteia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here