Pecore a Roma per la manutenzione del verde, l’idea della Raggi

0
pecore tosaerba

Pecore tosaerba: su Twitter prevalgono i dubbi – di Luca La Mantia

Pochi giudizi positivi sull’idea della giunta Raggi. Tra gli hashtag correlati riciccia #spelacchio

Tra qualche tempo nei parchi di Roma il servizio di manutenzione del verde pubblico potrebbe essere affidato a operatori davvero particolari: le pecore. E’ una proposta che la Giunta Raggi sta prendendo in considerazione, seguendo il modello di altre città europee, come Berlino, nelle quali gli ovini sono già impiegati per questa attività. Un decisione che farà felici i vegani e renderà, magari, un po’ più amaro il pranzo pasquale di quanti troveranno nel piatto le costolette di un potenziale giardiniere.

Al netto delle facili ironie, l’idea sta facendo discutere, e non poco, la twittersfera italiana, in particolare quella romana. Basti pensare che l’hashtag #pecore nella giornata di ieri ha raggiunto il 64esimo posto nei trend di twitter.

Sintomo di una discussione cui hanno partecipato centinaia di utenti. La sentiment analysis (in soldoni l’analisi generale delle reazioni, positive, negative o neutre, a un certo argomento da parte degli utenti) per il momento non può far piacere al Campidoglio.

La maggior parte dei tweet (circa l’89%) hanno un contenuto neutro, limitandosi a riportare la notizia senza prendere posizione. Tra i giudizi, tuttavia, i negativi (il 10%), prevalgono sui positivi (solo l’1%).

La discussione, ovviamente, è concentrata per lo più in Italia, ma non mancano utenti americani (probabilmente emigrati). Tra le tipologie di tweet associati all’hashtag prevalgono i retweet (cioè le condivisioni di “cinguettii” postati da altri) che sono il 66%. Seguono i tweet veri e propri (29%) e le risposte a tweet altrui (5%).

Per quanto riguarda gli hashtag correlati i più inflazionati sono, ovviamente, #raggi e #roma. Considerata la matrice della proposta, poi, sono inevitabili riferimenti al nascente governo M5s-Lega (#contrattodigoverno e #spread). Immancabile, poi, un richiamo al sempre presente #spelacchio.

Ti potrebbe anche interessare: Questa è l’idea di libertà di espressione del PD e della Raggi

Fonte: interris