Le madri non sono solo rocce

0
  • di Barbara Pedretti

Essere madre è un compito difficile, una sfida quotidiana, una battaglia continua e inesorabile combattuta contro fatica fisica e psicologica. Dobbiamo sopperire a duemilasettecento impegni: la casa pulita e ben ordinata, i bambini educati, distinti e domati, salti mortali tra pannolini, capricci e compiti. 

Mariti pretenziosi e talvolta incoscienti del carico di impegni di cui siamo paladine, bollette, commissioni, compleanni, animali domestici da curare e tanto tanto altro; troppe cose per poterle scrivere tutte e troppe anche per potersi destreggiare sempre con equilibrio e stabilità.

Ci sono donne che come treni mantengo ritmi impossibili per lunghissimi periodi o addirittura per anni. Ci sono anche donne che piangono da sole nei soli dieci minuti a loro disposizione, poi ci sono quelle che crollano e manifestano questo disagio con urla e non curanza di sè.

La donna è un dipinto stupendo con bizzarre sfumature, ognuna ha una particolarità e sfaccettature differenti ma tutte sono vittima di questa routine e schiave di se stesse e delle aspettative dettate dalla società.

Care mamme, impariamo a fermarci e ricordare che siamo innanzitutto degli individui. Impariamo a riconoscere senza remore i nostri limiti, senza sfidarli; accogliamo di buon grado i segnali di stress che il nostro cervello ci manda e pieghiamoci all’orgoglio. Chiediamo aiuto quando necessario e deleghiamo. Guardiamoci più spesso allo specchio; vedremo qualcosa che talvolta ci sfugge: una donna che anch’essa necessita di cure e di libertà.

Piangere, urlare, chiedere aiuto e sentirsi stremate è nostro diritto. Non sentiamoci in colpa per non essere sempre forti come rocce, anch’esse vengono scalfite dagli agenti admosferici e dal tempo!

Lo staff di gravidanza amore ed emozione è donna ed è lieto di essere a disposizione per tutte coloro che desiderano confrontarsi per ricordarsi che Wonder Woman è solo un film.

Fonte: Gravidanza, amore ed emozione