Microsoft manda in pensione Paint: Windows 10 cancella l’app

0

Con il nuovo aggiornamento, previsto in autunno, il software non sarà più disponibile.

Dopo trentadue anni di onorato servizio, “Paint”, il celebre software installato sui pc di tutto il mondo usato per disegnare, va in pensione. E’ una delle tante novità che porterà Fall Creators Update, l’aggiornamento di Windows 10 in arrivo il prossimo autunno che spazzerà via alcune delle funzioni ritenute da Microsoft obsolete. Tra queste anche “Microsoft Paint”, che verrà tuttavia soppiantata da “Paint 3D”.

Il software

Nato nel 1985, “Microsoft Paint” si potrebbe considerare l’antenato di Photoshp. Infatti, l’app venne ideata come una prima versione di “fotoritocco” integrata disponibile su tutti i pc dotati del sistema operativo Microsoft. Nonostante la successiva diffusione di programmi di editing e post-produzione di immagini e foto, “Paint” ha svolto la sua funzione per oltre trent’anni, riscuotendo un gran successo. Ma Microsoft ritiene sia giunto il momento della pensione.

A confermalo è è il blog che ha diffuso la lista delle applicazioni presto soppresse o sostituite, contrassegnate con una ”X”, come ad indicarne l’eliminazione. E anche se Microsoft specifica che la lista delle “rimosse o non approvate” può essere soggetta a cambiamenti, i nostalgici di “Paint” stanno già piangendo la nuova versione che non ricorda neppure vagamente i primi passi dell’editing grafico. Per loro una vera delusione.

Le novità di Windows 10

Tra le feature che Windows 10 non offrirà più ai suoi utenti anche “3D Builder app”, “Apndatabase.xml”, “Enhanced Mitigation Experience Toolkit” (Emet), “Outlook Express”, “Reader app”, “Reading List”, “Screen saver functionality in Themes”, “Syskey.exe”, “Tcp Offload Engine”, “Tile Data Layer and Trusted Platform Module” (Tpm) e “Owner Password Managemen”.