Vuole un nuovo inizio con l’amate: uccide moglie incinta e due figlie

0
moglie incinta
Foto: Instagram

Uccide la moglie incinta e le due figlie, “voleva un nuovo inizio con l’amante” – di Antonio Palma

Il 33enne Christopher Watts si era presentato anche in tv lanciando un disperato appello sulla loro scomparsa ma era stato lui ad uccidere la moglie e le due figliolette di 4 e 7 anni facendo poi sparire i cadaveri. Il tutto per cambiare vita e ricominciare con un’altra donna che era all’oscuro di tutto.

Prima si era presentato in tv lanciando un disperato appello sulla loro scomparsa, poi, una volta ritrovati i cadaveri della moglie incinta e delle due figliolette di appena 4 e 7 anni, aveva ammesso di aver ucciso la donna accusando però la moglie dell’assassino delle figlie.

In realtà era stato lui a uccidere tutte e tre solo per poter ricominciare una nuova vita senza di loro con la sua amate.

Per questo il 33enne Christopher Watts, prima di allora conosciuto come padre irreprensibile, è stato condannato per triplice omicidio a tre ergastoli da un tribunale dello stato del Colorado, negli Stati Uniti, e trascorrerà il resto della sua vita in carcere.

Una strage che, secondo i pm, l’uomo aveva premeditato da tempo e preparato nei dettagli cercando di coprire metodicamente le tracce e mettendo in atto la sceneggiata dell’appello in tv.

Un castello di menzogne che è durato solo poco più di un giorno e cioè fino a quando gli investigatori hanno iniziato a sospettare di lui dopo aver ritrovato il portafoglio di Shanann e le sue chiavi ancora in casa.

Uccide moglie incinta e le due figlie: la testimonianza dell’amante

Il giorno dopo i sospetti sono diventati realtà quando una donna di nome Nichol Kessinger ha contattato l’ufficio dello sceriffo dopo aver visto Watts nei telegiornali e ha detto agli investigatori che lei lo frequentava da diverse settimane e che lui le aveva detto che era in procinto di concludere un divorzio per andare a vivere con lei.

“Ha mentito su tutto e a tutti”, ha dichiarato il procuratore distrettuale, affermando che Shanann aveva cercato di salvare il matrimonio per settimane mentre lui faceva acquisti di gioielli e vacanze da trascorrere col suo nuovo amore.

“Non riusciamo a capire come una persona apparentemente normale possa arrivare ad annientare la sua intera famiglia”

hanno dichiarato in aula durante il processo i parenti sopravvissuti di Shanann e delle piccole Bella e Celeste.

“Hai seppellito mia figlia Shanann in una fossa poco profonda e poi hai messo Bella e Celeste in enormi contenitori con petrolio grezzo, sei un mostro senza cuore”

ha dichiarato il suocero del 33enne rivolgendosi direttamente a lui, aggiungendo: “Spero che tu veda quella scena ogni volta che chiudi gli occhi di notte”. Fonte: fanpage.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here