NAUSEA GRAVIDICA

0
  • Di Milena Pisano

La gravidanza rappresenta il periodo più straordinario della vita di una donna.
Sentire la vita, nascere e crescere dentro di sé è sicuramente un’esperienza incomparabile, ma anche emotivamente totalizzante e fisicamente impegnativa.

Una gravidanza fisiologica, senza particolari problemi, vissuta, quindi, nel pieno della serenità, non esclude, comunque, alcuni piccoli fastidi che possono presentarsi, durante i 9 mesi di gestazione. Tra questi il più comune è la cosiddetta “Nausea gravidica”.

Almeno 3 mamme su quattro l’hanno conosciuta durante la propria gravidanza.

COS’È?

La nausea si classifica come una sensazione di malessere accompagnata ,spesso, da conati di vomito, disgusto, vertigini, sudorazione…

La sintomatologia è molto ampia e varia da donna a donna, così come la sua insorgenza. I primi episodi si verificano, in genere, a partire dai primi giorni di gestazione e tendono a sparire dopo il primo trimestre, ma ci sono comunque mamme che ci convivono per tutta la gravidanza.

È una condizione normale e comune. Alcuni studi, hanno dimostrato come vi sia una correlazione tra stato interessante e insorgenza di nausea, dovuta all’aumento fisiologico di estrogeni, progesterone e dell’ormone Beta-hCG.

È sicuramente una sensazione spiacevole, con cui le mamme si ritrovano a convivere per un periodo più o meno ampio, ma se non comporta particolari limitazioni e/o problemi più gravi, come l’iperemesi ci si può convivere cercando di alleviarne i sintomi.

COSA FARE?

Per una sintomatologia così ampia e soggettiva esistono di conseguenza ,molti rimedi naturali o farmacologici per contrastarla.

C’è chi consiglia di mangiare poco e spesso, bere molto e a piccoli sorsi, evitare indumenti stretti in vita, bere acqua gassata… insomma non esiste un vero e proprio vademecum contro la nausea, così come non esiste un rimedio che sia universalmente efficace. Cercare rimedi naturali può essere un’alternativa valida e meno invasiva. (sentendo sempre prima il parere del proprio medico, che farà una valutazione del caso specifico)

QUALI RIMEDI?!

-Provare a masticare, durante gli episodi di nausea, una fetta di PATATA o di un agrume come limone, pompelmo o arancia può aiutare a superarli.

-Preparare un infuso a base di agrumi e/o LIMONE sfruttandone le proprietà digestive (Basta mezzo limone in acqua calda o anche un the al limone)

-Bere un infuso alla CAMOMILLA può aiutare ad alleviare notevolmente i sintomi della nausea grazie alla proprietà antinfiammatore e antimicrobici.

-Masticare una caramella alla MENTA PIPERITA, o preferibilmente preparare un tè o una tisana, che esalti meglio le proprietà curative. La menta aiuta a rilassare lo stomaco, contrastando i problemi di indigestione e i fastidiosi mal di testa, tipici degli episodi di nausea.

-Assumere una tisana alla CANNELLA (si può preparare sia con i bastoncini che con la versione in polvere). La cannella, grazie all’alto contenuto di fibre calcio e ferro è in grado di limitare la fermentazione, il bruciore di stomaco e la nausea.

-Masticare un pezzetto di ZENZERO fresco o assumerlo preparando un infuso può rappresentare un rimedio molto efficace in caso di nausea grazie ai principi attivi in esso contenuti, come il zingiberene, gli gingeroli e gli shogaoli.

-Masticare LIQUIRIZIA dopo i pasti può rivelarsi risolutivo nei casi di cattiva digestione e nausea. (Non più di 300mg. a settimana e mai in caso di ipertensione).

Questi sono solo alcuni dei tanti rimedi che la natura fornisce come “medicina alternativa” a costi relativamente bassi e facilmente reperibili.

Provare, potrebbe aiutare molte mamme ad affrontare meglio lo spettro della nausea ma è doveroso fare un appunto. Spesso, si commette l’errore, di ricorrere ai rimedi naturali con estrema superficialità, senza considerare che hanno, comunque una loro tossicità e una serie di controindicazioni, che importante conoscere.

La medicina naturale è una risorsa importante e spesso risolutiva, ma prima di impiegare qualsiasi elemento naturale, è sempre consigliabile rivolgersi ad uno specialista per un consulto medico preventivo, specialmente in una condizione così particolare come può essere la gravidanza.

Con il benestare del proprio medico, si può procedere con le soluzioni naturali, risparmiando al proprio corpo un abuso di farmaci non necessario.

FONTE: Gravidanza, amore ed emozione