Non solo Masha e Orso: i cartoni animati russi che faranno impazzire i vostri bambini

0

La serie dedicata alla bimba bionda con gli occhi verdi non è l’unica hit! Vi sveliamo altri film russi di animazione che meritano di essere visti… e non solo dai più piccoli

Grazie alla lunga esperienza della scuola di animazione sovietica, alla quale si aggiungono oggi le più moderne tecnologie e una serie di storie dai valori universali, alcuni cartoni animati russi stanno entrando nelle case dei bambini di tutto il mondo. Il più conosciuto è sicuramente Masha e Orso. Ma gli altri non sono da meno e stanno facendo impazzire bimbi e… genitori!

Kikoriki (Smeshariki, in russo)

Quando nel 2003 i produttori di “Smeshariki” iniziarono a lavorare ai primi episodi, non sapevano che tipo di successo avrebbe ottenuto questa serie per bambini. Oggi, a distanza di parecchi anni, si può affermare che questi cartoni abbiano conquistato il cuore dei più piccoli: sono stati tradotti e distribuiti in dieci Paesi del mondo e i suoi personaggi hanno acquisito non poca notorietà.

La serie deve il titolo alla combinazione di due parole russe: “smeshnye”(divertenti) e “shariki” (palloncini). Un’idea non proprio originale, a essere sinceri, visto che già negli anni Settanta un’altra serie, Losharik, aveva rincorso il successo attraverso l’unione di due parole: “sharik” e “loshad” (palloncino e cavallo), dove il protagonista era per l’appunto un cavallo fatto di piccoli palloncini.

I primi episodi di Smeshariki della durata di sei minuti vennero trasmessi nell’estate del 2004 sul Primo Canale della televisione russa. L’idea nasceva dal concetto che la rotondità dei personaggi fosse in grado di trasmettere tutta la loro bontà. E l’esperimento fu più che riuscito!

Sono stati poi realizzati altri 450 episodi di Smeshariki e ce ne sono altri in fase di produzione. La serie ha dato vita anche ad altri protagonisti, come Krosh e Panda e PIN Code; due film sono già usciti e ora si attende con ansia l’arrivo del terzo lungometraggio, previsto per il 2018.

Smeshariki è stata una delle prime serie russe di cartoni animati a essere stata adattata per un pubblico straniero. Nel Stati Uniti è stata presentata nel 2008 con il nome di GoGoRiki, in Italia si conosce invece come Kikoriki.

Masha e Orso

Siamo sicuri che per la maggior parte di voi questa serie animata non ha bisogno di presentazioni. Vagamente ispirata a un racconto russo con protagonista una bimba che vive in un bosco, la serie è stata trasmessa per la prima volta sulla tv russa nel 2009.

La prima idea per la realizzazione di questa serie venne “partorita” dal suo creatore nel 1996, quando, durante una vacanza, conobbe una bambina a dir poco dispettosa.

Oggi Masha e Orso è prodotta dagli studi di animazione Animaccord e vanta quattro stagioni per un totale di 67 puntate. È stata tradotta in più di venti lingue ed è stata trasmessa in oltre cento paesi del mondo.

Enorme anche il successo ottenuto su YouTube dove la puntata “Ricetta per un disastro” ha ottenuto più di 2 miliardi di visualizzazioni, trasformandosi nel video non musicale più cliccato in tutta la storia di YouTube.

La Regina delle Nevi

Al contrario di quanto avvenuto con Smeshariki e Masha e Orso, questo cartone è nato inizialmente come film per il cinema. Basato su un racconto di Hans Christian Andersen e diretto da Vladlen Barbe e Maksim Sveshnikov, è stato presentato in Russia alla fine del 2012.

La storia dei fratelli Gerda e Kai che hanno lottato contro la malvagia Regina delle Nevi, colpevole di aver ricoperto il mondo di gelo, ha risvegliato l’interesse in tutto il mondo.

La Regina delle Nevi, prodotta dalla Wizart Animation, è stata proiettata nei cinema di oltre 80 Paesi ottenendo incassi superiori a 25 milioni di dollari.

Tre gatti

Prodotta dallo studio Metronom, questa serie per bambini è stata presentata nel 2015 ed è oggi trasmessa in Russia dai canali CTC e Karusel.

Sono stati realizzati in totale circa 70 episodi che raccontano le vite di tre gatti, KorzhikKaramelka, e Kompot.

Quest’anno i diritti della serie sono stati acquistati da Viacom che la trasmetterà in 143 Paesi.

Fonte: Russia Beyond