Parto, medico con uncino scava la testa del bimbo invece della sacca

0
parto

Medici usano uncino amniotico durante il parto, bimbo ferito alla testa

  • di A.P.

La denuncia dei genitori: “Il medico ha passato 5-10 minuti a scavare con il gancio dicendoci che era la sacca più dura che avesse mai trovato”. Dall’ospedale ribattono: “Può accadere ma non ci sono conseguenze”

“È stato un incubo. Quella nascita è stata traumatica”, così una donna statunitense di Nashville, nello stato del Tennessee, ha ricordato il momento del suo parto con cui ha messo al mondo la figlioletta secondogenita. Durante le operazioni mediche in sala parto, infatti, il ginecologo ha deciso di usare un uncino amniotico, un piccolo strumento simile ad un uncino che si usa per rompere manualmente il sacco amniotico, arrivando però a ferire la piccola alla testa. Anche se per la neonata non ci sono state conseguenze permanenti, la famiglia Dantam ha deciso di denunciare pubblicamente l’accaduto, accusando di comportamenti scorretti il team medico del Vanderbilt University Medical Center che non si è mai scusato

Attraverso facebook la mamma ha postato l’immagine della piccola alla nascita con la testa piena di numerosi graffi sulla sommità. “Ora la piccola ha recuperato completamente e ha solo una linea bianca in testa e basta”, ha rivelato Cecily Dantum ai media locali, descrivendo tuttavia il giorno in cui ha dato alla luce la sua bambina come molto traumatica. “Il medico ha passato 5-10 minuti a scavare con il gancio  dicendoci che era la sacca più dura che avesse mai trovato”, ha raccontato il marito della donna che ha assistito alla scena.

Secondo i Dantam è probabile che la metà di quel tempo invece di raschiare quello che si pensava fosse un sacco amniotico si stava graffiando la parte superiore della testa della loro bambina. Dall’ospedale non hanno voluto replicare alle accuse specifiche limitandosi a confermare che “è possibile causare un’abrasione superficiale alla testa di un bambino durante quel processo. Può succedere e non è considerato una cattiva pratica  o una cura scarsa ma solo qualcosa che può verificarsi durante la rottura delle membrane”.

Fonte: fanpage.it news