Ecco cosa succede se cucini gli alimenti nelle pentole in terracotta

0
pentole in terracotta

Tegami e pentole in terracotta per cucinare in modo sano e naturale

Tutti coloro che amano un’alimentazione sana e cibi naturali, fatta di prodotti a chilometro zero e biologici, non possono certo trascurare il modo in cui questi cibi, così ricchi di nutrienti, vengano cotti.

Ci sono metodi di cottura che impoveriscono i nostri alimenti, scelti con così tanta cura. Ecco allora come cuocerli e quali pentole utilizzare per preservare al massimo sapori e principi nutritivi. E i nostri nonni già lo sapevano!

Per una cottura sana e naturale occorrono pentole in terracotta. La terracotta è un materiale perfetto per la cottura di molti cibi e per lungo tempo è stata protagonista della tradizione culinaria mediterranea.

Cuocere nelle pentole di terracotta, infatti, esalta il sapore naturale dei cibi e consente di cucinare in modo facile e salutare. Ecco tutte le informazioni e i consigli pratici più utili per utilizzare correttamente questo tipo di materiale in cucina.

Cuocere nelle pentole di terracotta: benefici e vantaggi. Il coccio, infatti, è un materiale molto poroso, in grado di catturare e trattenere al suo interno il sapore i profumi degli alimenti.

A differenza di quelle in metallo, infatti, le pentole in terracotta non producono micro-carbonizzazioni degli alimenti, criticità potenzialmente nocive (e cancerogene) per il nostro organismo, e sono quindi un valido strumento per chi ama la cucina naturale.

La terracotta, inoltre, consente di mantenere la temperatura uniforme e costante, preservando il gusto naturale dei cibi ed evitando l’uso di grassi. Questo si riflette positivamente sulla salute e sul nostro metabolismo, e consente una corretta e sicura conservazione degli alimentiCosa cucinare nelle pentole di terracotta: sughi, legumi, zuppe, pesce, carne e verdure.

Consigli per un corretto utilizzo di pentole e tegami in terracotta. Quando pentole in terracotta vengono usate per la prima volta, o dopo averle lasciate a lungo inutilizzate, è consigliato immergerle per almeno 3 ore in acqua calda o fredda, utilizzandole subito dopo senza asciugarle.

Prima di ogni utilizzo è consigliabile bagnare le pentole in terracotta per 2 o 3 minuti, per ottenere un miglior rendimento, minor tempo di cottura, e i cibi non si attaccheranno. Tener presente che il cibo nella terracotta continua a cuocere per un po’ dopo aver spento il fuoco.

Prima di riporle dopo averle pulite, fatele asciugare molto bene all’aria aperta.
Per non danneggiare la terracotta, mettere tra la fiamma e il tegame una retina frangi-fiamma.

Le pentole in terracotta possono essere lavate in lavastoviglie, ma il consiglio è di lavarle a mano con acqua calda e poco sapone, risciacquandole molto bene. Fonte: SoluzioniBio