Porri: proprietà, benefici e valori nutrizionali

0

I porri sono ortaggi molto antichi, possono essere un valido sostituto della cipolla ed è possibile cucinarli in diversi modi. Inoltre hanno proprietà benefiche utili per la nostra salute: aiutano la digestione, sono diuretici e non solo! Scopriamo tutte le proprietà dei porri.

Il porro (Alium porrum) è un ortaggio molto antico conosciuto le cui proprietà sono note sin dai tempi degli antichi egizi. Sia loro che i romani erano convinti che i porri aiutassero a mantenere in salute la gola e a favorire il sonno.

Appartiene alla famiglia delle Liliaceae, viene coltivato in tutto il mondo e lo troviamo in commercio tutto l’anno grazie alla coltivazione in serra, anche se il periodo in cui viene raccolto va dalla fine dell’autunno fino a metà inverno. Costituito dal 90% di acqua, è ricco di sali minerali, vitamine e fibre, è quindi un ottimo diuretico ma apporta benefici anche all’intestino ed è adatto a chi segue una dieta ipocalorica.

È un valido sostituto della cipolla  ma ha un gusto più delicato, adatto a chi non ama i sapori forti. Solitamente si utilizza solo la parte bianca e si può consumare crudo o per la preparazione di ricette leggere e raffinate.

Proprietà terapeutiche e nutritive dei porri

Depurano l’organismo e stimolano la diuresi: le proprietà diuretiche e lassative dei porri sono date dall’alto contenuto di acqua e alle fibre che rendono i porri adatti a purificare il nostro organismo. Inoltre, il contenuto di potassio dona a questo ortaggio proprietà disintossicanti, aiuta a liberare il corpo dalle tossine aiutando il lavoro dei reni e purificando le vie respiratorie e i polmoni.

Antibiotico naturale e protegge dal colesterolo: così come l’aglio, anche i porri contengono allicina, un enzima che ha proprietà antibatteriche, antivirali e che aiuta a ridurre il colesterolo cattivo (LDL) nel sangue.

Aiutano a perdere peso: i porri hanno proprietà dimagranti e sono consigliati a chi segue una dieta ipocalorica e detossinante. Contengono poche calorie e, grazie alle fibre, hanno un alto potere saziante, ci aiutano quindi a mangiare di meno.

Toccasana per stomaco e intestino: al contrario della cipolla che può favorire la formazione di aria nello stomaco, i porri hanno proprietà carminative che riducono la formazione di gas aiutando la digestione. Inoltre, i porri hanno potere leggermente lassativo grazie alle fibre che aiutano l’intestino soprattutto in caso di stipsi.

Antiossidanti e utili alla bellezza della pelle: i porri aiutano a contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi grazie ai polifenoli, che rallentano il processo di invecchiamento cellulare. Inoltre, il silice, aiuta la pelle a rimanere elastica e tonica più a lungo e aiuta anche a mantenere più giovani le articolazioni.

Riducono la pressione sanguigna e proteggono il cuore: l’allicina mantiene più elastici i vasi sanguigni rivelandosi utile in caso di ipertensione. Inoltre evita che si formino coaguli nel sangue proteggendo il cuore da infarto e ictus.

Valori nutrizionali

Porri – Quantità per 100 grammi – Calorie 61
Grassi 0,3 g
Acidi grassi saturi 0 g
Acidi grassi polinsaturi 0,2 g
Acidi grassi monoinsaturi 0 g
Colesterolo 0 mg
Sodio 20 mg
Potassio 180 mg
Carboidrati 14 g
Fibra alimentare 1,8 g
Zucchero 3,9 g
Proteina 1,5 g
Vitamina A 1.667 IU – Vitamina C 12 mg
Calcio 59 mg – Ferro 2,1 mg
Vitamina D 0 IU – Vitamina B6 0,2 mg
Vitamina B12 0 µg – Magnesio 28 mg

Controindicazioni

I porri non hanno particolari controindicazioni ma se ne consiglia un uso moderato a chi ha problemi intestinali dato il suo effetto lassativo. Inoltre è sconsigliato il consumo alle persone allergiche al nichel in quanto può contenere tracce di questo metallo.

Come usare in cucina i porri

I porri, consumati crudi, mantengono intatte tutte le proprietà benefiche, da utilizzare in insalate, in sostituzione della cipolla, o per la preparazione di pinzimoni. Sono ottimi anche da utilizzare per la preparazione di soffritti, minestre, vellutate. Tra gli abbinamenti culinari più gustosi troviamo: porri e patate, porri e zucchine, ma anche abbinati al pesce, ad esempio il salmone. Inoltre, i porri, si prestano molto bene alla cottura in umido, al forno e sono ottimi gratinati, in padella con burro o latte, ma anche arrostiti. È davvero un ortaggio molto versatile che si presta, non solo a insaporire i piatti, ma a essere protagonista si ricette gustose e raffinate.

Fonte: Fanpage