Porta in casa la salute per il tuo bambino

0

Arriva l’autunno, le temperature si abbassano e diventa prioritario creare un clima caldo in casa per i nostri bambini per evitare i malanni di stagione. Inoltre le uscite all’aria aperta vengono ridotte molto, ma così facendo facciamo davvero la cosa migliore?

Leggi anche Ecco un modo per non far ammalare il tuo bambino in inverno

Vediamo come creare semplicemente un ambiente sano nelle nostre case intervenendo su: temperatura, umidità e pulizia.

Il pensiero che il caldo sia salutare in realtà non è corretto, in quanto secca le vie aree, favorisce il passaggio di microbi e irrita i bronchi. La temperatura interna ideale è 18-20 gradi e molto importante è effettuare almeno un ricambio di aria giornaliero per far entrare aria fresca che migliora la salute respiratoria (lo ribadisce anche la Società Italiana di Igiene nelle raccomandazioni per la “casa sana, sicura e sostenibile”).

Il discorso sull’umidità è più ampio ed è strettamente legato alla temperatura. Ci sono vari tipi di misure dell’umidità che possono essere presi in considerazione, ma quella che interessa a noi è l’umidità relativa (che indica la percentuale di vapore acqueo contenuto nell’aria e la quantità massima che quella stessa massa d’aria potrebbe contenere, a pari condizioni di pressione e temperatura). Il valore più adatto di umidità relativa per la temperatura sopra indicata è il 60%. In questo modo si eviterà il rischio di sviluppare malattie respiratorie e allergiche dovute a muffe o acari.
Semplici consigli ci aiutano a mantenere l’umidità bassa: aereare le stanze almeno mezz’ora al giorno, accendere la cappa mentre si cucina, aprire le finestre dopo aver fatto la doccia, evitare di stendere i panni in casa.
Se la vostra casa è umida per natura potete sempre ricorrere all’uso di un deumidificatore.

Un ultimo fattore da tenere sempre in considerazione è la pulizia. La polvere che si deposita sulle superfici può essere purtroppo tramite per allergeni e inquinanti, diretti responsabili di allergie, asma e indeboliscono le vie respiratorie.
Un’ottima abitudine è quella di togliere le scarpe appena tornati a casa.

Leggi anche Perché togliersi le scarpe prima di entrare in casa è una sana abitudine

Molto importante è anche spolverare (meglio con dei panni a cattura elettrostatica di polveri per evitare di usare prodotti chimici) e passare l’aspirapolvere.
Altra cattiva abitudine è quella di fumare in casa, perchè oltre a nuocere al fumatore e a chi gli sta intorno, il fumo di sigaretta provoca un indebolimento delle difese delle vie respiratorie, creando una via facile alle infezioni.

Leggi anche Come si riducono i tuoi polmoni dopo 30 pacchetti di sigarette VIDEO

Però si deve fare attenzione al “troppo pulito” perchè il sistema immunitario dei bambini deve rinforzarsi e un ambiente sterile non è salutare. Quindi, senza tralasciare l’igiene, che è fondamentale, l’esposizione ai microbi aiuta a rinforzare il sistema immunitario.

Leggi anche Allergie: i bambini che mettono le mani in bocca sono più resistenti