Milano, camerunese prende a sprangate uno sconosciuto

0

Follia a Milano, 32enne prende a sprangate uno sconosciuto alla fermata del tram

  • di Francesco Loiacono

Folle aggressione ieri sera a Milano. Poco prima delle 23 un uomo di 31 anni, che stava aspettando il tram 9 alla fermata all’angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti, è stato colpito a sprangate in testa da uno sconosciuto. L’aggressore è un 32enne, cittadino del Camerun, che è stato arrestato con l’accusa di tentato omicidio. Il ferito, un cittadino serbo incensurato, ha riportate diverse fratture al cranio, sarà operato.

Episodio di cieca follia ieri sera a Milano. Un uomo di 31 anni, che stava aspettando il tram 9 alla fermata che si trova all’angolo tra viale Sabotino e via Ripamonti, è stato colpito a sprangate in testa da uno sconosciuto. L’aggressore è un 32enne, cittadino del Camerun: secondo quanto ha riferito una testimone, l’uomo ha recuperato un tubo di ferro nei pressi della fermata e ha aggredito alle spalle il 31enne, colpendolo più volte alla testa con violenza.

Vittima e aggressore non si conoscevano tra loro: circostanza che avvalora ancora di più il fatto che il 32enne abbia agito in evidente stato di alterazione, anche se bisognerà se causata dall’assunzione di stupefacenti o altre sostanze o per turbe psichiche. L’uomo è stato arrestato dai carabinieri: deve rispondere dell’accusa di tentato omicidio.

Il ferito portato in ospedale col cranio fratturato: sarà operato

Il 31enne colpito è un cittadino serbo regolarmente in Italia e senza precedenti: è stato aggredito senza alcun motivo. L’episodio, come riporta l’Azienda regionale emergenza urgenza, è avvenuto poco prima delle 23 in una zona molto frequentata della città, in zona Porta Romana. Il ferito è stato soccorso dal personale paramedico e trasportato in ambulanza al Policlinico, dove è stato ricoverato in codice giallo: oggi sarà sottoposto a un’operazione chirurgica per ridurre le fratture al cranio.

Ad avvertire i carabinieri è stata una ragazza, anche lei in attesa del mezzo pubblico alla fermata. La giovane avrebbe visto il 32enne scendere da un altro tram e aggirarsi con atteggiamento violento nei paraggi. Il 32enne aveva prima calciato con violenza un bidone della spazzatura e poi cercato di divellere un paletto dall’asfalto: quindi ha recuperato il tubo metallico, della lunghezza di circa 80 centimetri, dal retro di un’edicola presente in zona. Con l’arma impropria si è avvicinato alle spalle del malcapitato, aggredendolo con violenza: la vittima non si è accorta di nulla perché aveva gli auricolari. Subito dopo l’aggressione il 32enne è scappato lungo via Ripamonti, dove è stato arrestato dai carabinieri.

Fonte: Fanpage